GIOIA DEL COLLE. PALO DELLA DISCORDIA O CUCCAGNA?-foto

palo-della-luce-pp

palo della luce1Resta … “al palo” la segnalazione di pericolosità di un lampione situato nel bel mezzo della strada in via D’Annunzio, a più riprese sottoposto all’attenzione degli uffici competenti del Comune dal 12 ottobre dello scorso anno ad oggi, 17 gennaio 2013.

A denunciare il pericolo con una documentata serie di foto, Cataldo Liuzzi, residente nella zona.

L’anomalia del “palo” incriminato è più che evidente: sosta nel bel mezzo della strada con evidente rischio di essere preso in pieno dagli automezzi che svoltano a destra provenendo da via della Pace.

Quel che davvero desta perplessità è che non solo Liuzzi non ha ricevuto risposta attraverso i canali tradizionali (segnalazione presso gli uffici comunali), ma neanche attraverso il sito nato per dialogare istituzionalmente con i cittadini, sempre più “feudo” di un assessore che lo utilizza per litigare e offendere con toni spesso poco educati coloro che criticanopalo della luce2 l’azione amministrativa o il suo operato.

Senza “scivolare” in facili polemiche che lasciano il tempo che trovano, prendiamo atto che ancora una volta è al cittadino che tocca “industriarsi” e far da sé.

Infatti Cataldo Liuzzi - aiutato da un operatore della Spes - ha reso visibile anche di notte il palo della discordia, incollando delle strisce catarifrangenti ad altezza d’uomo.

C’è da sperare che l’ostacolo “illumini” le menti dei responsabili e venga comunque rimosso prima di causare danni, ma soprattutto che la sua rimozione non lo trasformi in un “palo della Cuccagna” per la ditta che dovrà operare, come accaduto per la sistemazione delle buche stradali… praticamente lastricate d’oro! (COMUNE: CONTINUA "SAGRA" DELLE SPESE. E CHE SPESE-foto ).