Lunedì 03 Agosto 2020
   
Text Size

MERCATO, BAGNI CHIUSI? BISOGNI PER STRADA-foto

mercato-latrina-a-cielo-aperto-pp

mercato settimanale bancarelle2E’ proprio il caso di dire… ormai nessuno tiene conto dei bisogni “primari”, primo tra tutti l’utilizzo di idonei servizi igienici nella zona del mercato, di solito molto frequentata anche da anziani e mamme con pargoli al seguito ed in particolare sotto saldi e in una bella giornata come quella di oggi, è una zona presa d’assalto.

Tra esercenti e clienti - senza tema di esagerare - almeno un migliaio di persone si aggirano abitualmente nell’area mercatale.

Gli scatti di Cataldo Liuzzi non lasciano spazio ad interpretazioni: alcuni angoli della zona (neanche tanto nascosti) immortalati a fine mattinata sono stati utilizzati per far… pipì!

Latrine a cielo aperto che di certo, potendo e senza un forte, irreprimibile e mercato settimanale latrineirrefrenabile “stimolo”, non sarebbero state utilizzate.

Motivo? La mancata apertura - a detta di un vigile urbano interpellato in merito - dei “gabinetti” in zona palazzetto, solitamente resi disponibili il martedì. Un servizio – parrebbe - assicurato dai Servizi sociali che nella giornata di martedì, 8 gennaio, si è rivelato un “disservizio”.

La questione “annosa” della mancanza di luoghi di ristoro sia in inverno che in estate sfiora il grottesco con l’assenza - speriamo solo in questa occasione - di un indispensabile presidio igienico sanitario senza del quale potrebbe non essere “a norma” lo stesso mercato.

Anche perché i commercianti che per ore sostano in questo luogo pagando per altro per lo stallo, senza potersi allontanare per raggiungere un bar o la propria abitazione, hanno diritto di poter utilizzare, al pari di tutti i cittadini, un vero bagno e rinfrescarsi.

Commenti  

 
#5 Carla 2013-01-10 22:24
Vorrei precisare (visto che lo so) che le persone di competenza sono state avvisate il giorno prima che le due persone che di solito vanno ad aprire i bagni non ci sarebbero state.... quindi... questa è un'altra scusa...

La Redazione
Un'altra scusa da parte di chi?
 
 
#4 Veleno 2013-01-10 01:29
carpediem, guarda che quando ti scappa, ti scappa! Non è questione di incontinenza... se poi arrivi e trovi chiusi i bagni non è che ti puoi mettere a cercare l'angolino giusto,nè te la puoi fare addosso!Certo, chi l'ha fatta così grossa in pubblico doveva proprio essere DISPERATO:)
Chissà quante altre latrine-location, magari vicino alle villette sono sfuggite al fotografo.
 
 
#3 carepdiem 2013-01-09 21:26
Condivido sul fatto che l'impossibilità di utilizzare i servizi non sia concepibile in era moderna, ma una domanda mi sorge spontanea: era proprio necessario fare i propri bisogni fisiologici lì dove sono stati fatti?? capisco le situazioni di emergenza, ma mi sembra si sia esagerato. Comunque vorrei sottolineare che le foto non rendono l'idea di una "latrina" a cielo aperto... 22 foto di cui 3 ripetute da diverse angolazioni, le altre della gente che frequenta il mercato...
 
 
#2 alfonso 2013-01-09 11:25
una vergogna.
 
 
#1 Veleno 2013-01-09 00:48
Avete visto l'ultima foto della serie? E' proprio il caso di dire che siamo tutti nella m....a, e senza neanche carta igienica. A questo punto ci manca solo un comunicato in cui ci invitano a iscriverci in piscina per fare il bidè :)
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.