RUBA CISTERNA DA AZIENDA GIOIESE. ARRESTATO 43ENNE

carabinieri-arresti

carabinieri-di-notte1Ruba una cisterna adibita al trasporto di siero di latte, trainandola con una motrice, ma scoperto si è lanciato in un lungo e pericoloso inseguimento terminato con la sua cattura effettuata dai Carabinieri della locale Compagnia. In manette è finito A.P., 43enne di Andria, già noto alle forze dell’ordine, con l’accusa di rapina impropria.

Una telefonata giunta al 112 ha fatto convergere una “gazzella” dell’Arma lungo la statale 100, ove era stata segnalata la presenza di una cisterna, appena rubata ad una ditta della zona industriale gioiese, che procedeva in direzione Bari.

Immediatamente intercettato, nonostante l’alt intimato, il conducente ha proseguito imperterrito la sua marcia iniziando a zigzagare lungo il cammino, tentando di speronare l'auto dei Carabinieri, mettendo pure in pericolo anche gli altri utenti della strada, particolarmente trafficata a quell’ora. Dopo diversi chilometri di fuga, l’autista del mezzo pesante ha imboccato lo manette 4svincolo di Cellamare e dopo aver percorso alcune centinaia di metri lungo la complanare, ha fermato il veicolo al centro della carreggiata, per impedire il passaggio agli inseguitori, per poi darsi a una precipitosa fuga per i campi. Nonostante il buio pesto, l’uomo è stato immediatamente catturato e tratto in arresto.

Durante l’ispezione della cabina della motrice sono stati rinvenuti un passamontagna, una torcia elettrica e due telefoni cellulari, sottoposti a sequestro, mentre la cisterna è stata restituita al legittimo proprietario.

Sono tuttora in corso accertamenti per identificare la proprietà della motrice, anch’essa sequestrata, poiché manca il numero di telaio, abraso.

Dopo l’arresto, su disposizione della Procura della Repubblica di Bari, il 43enne è stato associato presso la casa circondariale del capoluogo.

(fonte Comando Provinciale Carabinieri Bari)