Domenica 22 Settembre 2019
   
Text Size

LE PORTE DELL’IMPERATORE: FURTO, RESTITUITO SCUDO-foto

porte-imperatore-furto-fumetto-pp

scudo mimmo

Dopo la nostra segnalazione e svariati commenti di denuncia sottoscritti dai nostri lettori, anche anonimi, contro questo irresponsabile gesto, lo scudo trafugato è stato finalmente restituito al legittimo proprietario, e con esso, all'intera comunità. Grande soddisfazione ovviamente non solo tra gli addetti ai lavori, ma anche in città, per questo inatteso quanto sperato ripensamento di chi lo aveva sottratto. Un gesto che fa ben sperare per la futura sicurezza delle opere in bella mostra in un centro storico che finalmente torna a splendere. 

-----------------------------------------

Primo “furto” d’arte nel centro storico gioiese, impreziosito dalle porte dipinte dai maestri gioiesi.

Ignoti hanno trafugato nella giornata di ieri lo scudo di Mimmo Milano, posto sulla “porta dell’imperatore” da lui dipinta (http://www.gioianet.it/attualita/5419-le-porte-dellimperatore-eredita-da-tramandare-foto-.html).

“Senza la mia firma apposta, non ha alcun valore - dichiara l’artista – è un furto senza senso. Dà però conferma della necessità, già segnalata, di sorvegliare la zona anche per evitare atti vandalici che rovinino i lavori”.

La porta dipinta dall’artista gioiese “pugliesizzando” con Castel del Monte le sue visioni metropolitane (http://www.gioiadelcolle.info/2008/10/08/mimmo milano fumettomimmo-milano-metropolitane-visioni-notturne/), era davvero mal ridotta, intaccata dalla ruggine e “grigia” nel vero senso della parola, come si evince dagli scatti di Fabio Guliersi che ha costruito uno splendido book fotografico “in working” dell’evento, artista per artista.

A pochi passi dalla Chiesa di Sant’Andrea - in via Concezione, 22 - la si può ammirare in tutto il suo splendore.

Tornano i temi cari all’autore: la luna che domina il castello e con la sua luce ne disegna i contorni, il cielo cobalto, la terra scura e densa, le poche luci (ben diverse dalle psichedeliche illuminazioni della sua New York), simulacri di candelieri e torce che in passato difendevano dal buio Castel del Monte.

porte mimmo milano alloperaLe ombre disegnate sulla luna, perlacea nelle precedenti produzioni, suggeriscono chiaro scuri impossibili da proiettarsi sul paesaggio notturno, codici di ipotetiche rivelazioni esoteriche custodite nel buio della storia e delle pietre.

Gli alberi ricamano preziosi disegni sullo sfondo di un cielo privo di stelle. In basso un improbabile riverbero di luci riflesse nell’erba si spegne scendendo ai piedi della collina, qui domina l’oscurità.

Come per gli altri artisti, lo scudo è complemento dell’opera e con i suoi colori le dona luce e regalità, oltre a identificare l’autore del dipinto. Nella speranza che lo stemma torni al suo posto (evento poco probabile, purtroppo), ci si augura chporta imperatore mimmo milanoe null’altro venga rubato e che l’Amministrazione ed i residenti, custodi di un così prezioso patrimonio d’arte, attuino per primi un controllo della zona.

Se poi Mimmo volesse riprodurre lo stemma per restituire alla sua “porta” la corona imperiale, saldandola per bene, e perché no? corredandola di antifurto… si potrebbe ripristinare la bellezza del luogo. Un monito ai ladri: l’arte è bellezza, è un dono… rubarla non ha senso e non arricchisce, può solo impoverire e rendere ancor più arido chi sceglie l’oscurità dell’illecito (chi potrà mai esporre quanto rubato o goderne con serenità, condividendone la bellezza?) ai colori e alla luce della liceità.

A voler vedere a tutti i costi qualcosa di positivo (non che possa consolare, sia chiaro!), la cronaca del furto riporta l’attenzione e pubblicizza lePorte dell’Imperatore”, a ridosso della seconda edizione di “Arte in comune” (http://www.gioianet.it/attualita/5486-ii-edizione-di-arte-in-comune-mostra-collettiva.html) cui parteciperanno i maestri di Artensione.

Commenti  

 
#10 tonia scarnera LeG 2012-09-27 15:28
Ieri mattina guardando le serrande dei negozi di Via Roma, deturpati da orrendi murales, mi chiedevo: "perché nn creare un vero percorso che parte dalla stazione e arriva al Castello, magari dal nome "PER LE VIE DI BIANCA LANCIA" con le serrande dipinte in tema e dar vita ad un vero e proprio percorso turistico? Potrebbe essere un'idea...pensateci voi artisti...e contribuite voi commercianti...una bella iniziativa natalizia e quando il negozio è aperto si puô esporre all'esterno del negozio la gigantografia del proprio dipinto....by!!!!
 
 
#9 Mimmo Milano 2012-09-27 05:38
A Mortimer

Già ..........si sono accorti che manca la firma dell'autore !
 
 
#8 Douglas Mortimer 2012-09-26 14:48
L'autore forse si dovrebbe preoccupare...manco i ladri vogliono le sue opere.

La Redazione
La prendiamo come una battuta spiritosa derivante dalla gioia per la restituzione dell'opera, ma anche per un cittadino "ritrovato" che, si spera, dia una mano a proteggere tutte le opere realizzate da altri atti similari.
Saluti a tutti.
 
 
#7 giovanni ferri 2012-09-26 12:53
Un gesto che ci fa ben sperare per il futuro questo del ritrovamento dello scudo per la conservazione e la cura delle stesse opere nel tempo, da cui si percepisce immediatamente come l’intervento artistico sia stato accolto positivamente dagli abitanti del luogo (nel senso originario "colere") tanto da sentirlo proprio come se fosse parte di loro, se non altro immanente alle proprie esistenze individuali e collettive.
 
 
#6 Mimmo Milano 2012-09-26 06:27
Lo scudo e' stato ritrovato e rimesso nel suo posto di origine .
Ringrazio la Radazione per l'appello inviato tramite articolo sopra descritto ,con l'augurio che questa vicenda rimane caso singolo .
Con questo gesto l'autore riporta serenità e contribuisce alla divulgazione della propria cultura .
Tutti gli artisti di:Le Porte Dell'Imperatore ringraziano.
 
 
#5 Vincenzo Procino 2012-09-25 19:56
Ringrazio la redazione per aver sensibilizzato i lettori sul furto e probabilmente contribuito affinchè la restituzione avvenisse. Questo gesto mi conforta... c'è tanto di buono nella nostra società, ed il ravvedimento è un forte segnale di civiltà.
 
 
#4 Mario pugliese 2012-09-25 19:37
Stasera lo scudo sottratto e' stato ritrovato poggiato davanti ad una porta,questo e' un segnale positivo per l'intera citta'',le opere d'arte sono un bene dell'umanita,grazie a chi e' tornato sui propri passi.
 
 
#3 Mimmo Milano 2012-09-25 08:27
Riflettendo sulla personalità si identifica come un potenziale egoista!
Ricordo che " Le Porte Dell'Imperatore " sono di tutti , e come tale l'autore del gesto restituisca lo scudo alla propria Città !!!!
 
 
#2 Vanna Magistro 2012-09-22 16:42
si dovrebbe pensare a illuminare di più la zona...è comunque spesso un deterrente per i giovinastri e non solo.
quel che si temeva è proprio l'inciviltà
 
 
#1 pazzagioia 2012-09-22 13:59
troppa delinguenza in questo paese in parecchie zone...questo gesto è uno dei tanti..basti vedere la chiesa di Santa Lucia..sul lato destro (via cappellini)hanno distrutto un capitello esterno alla chiesa..e nessuno hasegnalato ciò..anche perchè a nessuno interessa...la gente si fa troppo i fatti suoi..forse perchè le autorità...iniziando dai vigili..nn fanno nulla..parlo per esperienza...segnalazioni su segnalazioni e loro belli...nelle loro macchinine a fare i c@@@i loro...ci vogliono più controlli ovunque e la gente deve parlare e denunciare...
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.