NUOVE BUCHE E GAZEBO, REPORTAGE CON PROPOSTE-foto

buche-non-finiscono-mai-pp

buche nuovo reportageA rendere ancor più “indecorosa” la città non solo buche ma anche vere e proprie “evirazioni arboree” di cui rimane traccia e su cui inevitabilmente si finisce con l’inciampare, se non si fa attenzione.

Le segnalazioni del nostro reporter Aldo Liuzzi, sempre più preziose, sono “integrate” in questa occasione con le foto dei gazebo in legno in piazza, da cui sono state portate via, in questi giorni, le piante ormai rinsecchite.

Se prima erano tristi, ora sono anche desolatamente vuote!

Ai maestri pittori gioiesi un suggerimento “pescato” tra i commenti pervenuti: perché non decorarle con la loro arte e renderle “attraenti”?

Un’idea potrebbe essere renderle palcoscenico occasionale di eventi culturali “out gazebo vuotidoor”, ad esempio teatrino di burattini per i piccini o mercatino di giocattoli e oggetti per bambini usati (come case delle bambole potrebbero andare!) nella seconda domenica del mese, o sotto Natale come capanne di un presepe… Potrebbero anche ospitare mostre d’arte dei piccini da vendere per beneficienza.

Senza grandi investimenti progettuali, chissà che non tornino utili alla comunità che tanto li ha pagati! (http://www.gioianet.it/politica/1642-la-piazza-allombra-un-autentico-salasso-economico-.html), (http://www.gioianet.it/politica/5357-gazebo-e-il-momento-di-smantellarli-foto-.html)