Martedì 22 Settembre 2020
   
Text Size

WWF: "AZIENDA RESPONSABILE CRISI OCCUPAZIONE ILVA"

Ilva-sequestro-pp

Riceviamo e pubblichiamo.

Commenti  

 
#4 Nicola3 2012-07-27 18:24
Sono totalmente d'accordo con " password", condivido alla lettera . A Giuseppe 3 chiederei di rendere noto il suo indirizzo così possiamo dirottargli qualche disoccupato Ilva da sfamare per i prossimi dieci anni minimo.
 
 
#3 Giuseppe3 2012-07-27 15:04
SOno decenni che l'ILVA rovina la salute dei cittadini, i tumori e le leucemie dei Tarantini sono in continuo aumento..Dispiace ovviamente per i dipendenti ILVA , per l'indotto e tutto il resto ma un mostro simile andava chiuso molto tempo prima.Spero che non riapra più.
 
 
#2 galuanna 2012-07-27 13:14
MHA!!!!!!!
 
 
#1 Password 2012-07-27 09:15
mi domando se siate coscienti di ciò che scrivete, e della gravità delle ripercussioni derivanti da un sequestro senza facoltà d'uso. Se comprendiate le precise responsabilità della classe politica (che stranamente risulta del tutto assente dal vostro comunicato) e delle vostre stesse per non aver saputo creare quel necessario movimento d'opinione in via Capruzzi a Bari prima ancora che in C.so Italia a Taranto. Se anzichè "non nasconderci la vostra preoccupazione" vi foste preoccupati (veramente e non a chiacchiere)di compiere quelle necessarie azioni di legittima pressione verso chi di dovere (attendo traccia di ciò che avete fatto concretamente nei confronti dei Ministri dell'Ambiente affinchè provvedessero ad adottare protocolli simili a quello siglato ieri), probabilmente non si sarebbe giunti a tanto. Sono evidenti le responsabilità della proprietà, ma anche di ciascuno di noi per aver dimenticato di fare un beneamato ......fino agli squallidi comunicati stampa di oggi di cui sinceramente non si comprende il senso. Volete mettere il vostro cappello su una vicenda tanto preoccupante sul piano economico e soprattutto sociale? Ci spieghereste quali iniziative intendiate porre in essere per la salvaguardia dell'occupazione dei dipendenti dell'ILVA e, soprattutto, dell'indotto, dal momento che questi ultimi, ma i vostri famosi legali certamente lo sapranno, non godono delle medesime protezioni dei dipendenti delle grandi aziende. E, soprattutto, fateci sapere quali iniziative adotterete per salvaguardare i cittadini di Taranto (commercianti, artigiani ed addetti ai servizi) per le ripercussioni negative che subiranno dalla riduzione del reddito dei loro clienti (dipendenti). Vedete: in sè non avrei mai pensato di individuare in voi i responsabili di questo casino e men che mai i risolutori del problema, ma il vostro comunicato ha fatto sorgere in me un vero e proprio moto di ribellione perchè in tutta onestà giudico questo vostro scritto a metà strada tra l'atto di uno scriteriato e quello di uno sciacallo che si aggira intorno al cadavere dell'Ilva prima ancora di quelli dei suoi operai e delle loro famiglie. Dopodiché potete continuare pure a suonarvela ed a cantarvela ed a raccontarci quanto siete bravi
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.