ANCORA UN MORTO SULLA PROVINCIALE PER PUTIGNANO -foto-

incidente-stradale-pp1

incrocio-incidenteNuovo incidente mortale sulla provinciale Gioia-Putignano, in corrispondenza dell’incrocio per Turi-Acquaviva-Bari, il primo che si incontra dopo aver superato Monte Sannace in direzione Putignano.

Forse una mancata precedenza, l’alta velocità, o la distrazione, o un mix delle stesse, le cause che avrebbero determinato il violentissimo impatto tra un furgone Fiat Fiorino, che procedeva in direzione Gioia, guidato da un 32enne gioiese, G.G., ed un Fiat Doblò, con a bordo tre persone originarie di Carovigno (BR), che tornavano a casa dopo aver fatto tappa presso l’ospedale Miulli di Acquaviva per un controllo clinicocadavere-bordo-strada

Uno scontro in cui ha perso la vita uno dei tre passeggeri del Doblò, Francesco Antonio Colucci, 65enne, che, pur viaggiando sul sedile posteriore, nel tremendo impatto è stato sbalzato fuori dalla vettura finendo contro un muretto a secco. E’ volato via dalla vettura insieme allo sportello posteriore sinistro e parte del portellone posteriore.

Con lui viaggiavano il cognato, che era alla guida del mezzo, e la sorella, entrambi rimasti feriti e condotti presso l’ospedale Santa Maria degli Angeli di Putignano da un’ambulanza del 118 proveniente dallo stesso nosocomio. Fortunatamente non è stafiat-fiorinoto necessario l’utilizzo di una ulteriore ambulanza del 118 giunta dal Pronto Soccorso di Gioia del Colle.

Miracolosamente illeso, ma in evidente stato di shock, il giovane gioiese nonostante la sua vettura sia andata completamente distrutta nella parte anteriore, soprattutto nel  lato guida.

Sul posto sono intervenute due pattuglie della Polstrada di Gioia del Colle, una dei Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Gioia del Colle e i volontari di Gioia Soccorso.

rimozione-mezziLa provinciale per Putignano è stata parzialmente chiusa al traffico per ore, fin oltre le 17.00, il tempo necessario per le operazioni di soccorso, accertamento delle cause con relative misurazioni, di attesa dell’autorizzazione per lo spostamento della salma e per la rimozione dei mezzi coinvolti nell’incidente.

Il flusso veicolare si è snodato a senso unico alternato grazie alla collaborazione dei volontari di Gioia Soccorso.