Venerdì 06 Dicembre 2019
   
Text Size

INDAGATI GENITORI BIMBO RIDOTTO IN FIN DI VITA

la-legge-e-uguale-pp

Tribunale-di-BariSono indagati entrambi i genitori del bimbo picchiato selvaggiamente dalla madre di origini brasiliane ad agosto scorso. Questo emerge dall’avviso di conclusione delle indagini preliminari, atto che presuppone la futura richiesta di rinvio a giudizio.

Nei confronti della madre, che avrebbe causato le ferite, si ipotizzano i reati di lesioni gravissime e maltrattamenti. Nei confronti del padre, che è risultato anche lui vittima dei presunti maltrattamenti, sono ipotizzati entrambi i reati. A quest’ultimo, infatti, è applicato l’articolo 40 del codice penale, che recita al secondo comma: “Non impedire un evento, che si ha l’obbligo giuridico di impedire, equivale a cagionarlo”.

Secondo la ricostruzione dei fatti, la madre avrebbe causato al figlio di 13 mesi fratture multiple al cranio, alle costole, alle dita dviolenza-bambino-neonato_280x0elle mani, di un femore e di un omero. Come se non bastasse, anche due arresti cardiocircolatori per le lesioni subite. Un bollettino drammatico, al quale vanno aggiunte ecchimosi e ferite causate da morsi e, sembra, bruciature. Fatti, questi, che hanno provocato gravissimi danni neurologici al bimbo, che ha perso addirittura la vista.

Secondo la ricostruzione dei fatti, il 13 agosto il padre del piccolo, un artigiano del marmo, rincasato dopo la giornata lavorativa, ha trovato il piccolo in condizioni disperate. Immediato il ricovero al Pronto soccorso del Policlinico, dove ai medici il padre ha riferito che il piccolo figlio era caduto. Una versione dei fatti che non coincideva ospedale_pediatricoassolutamente con le ferite trovate sul corpicino del bambino. Dal Policlinico, infatti, è partita subito la segnalazione alla polizia, che a sua volta ha allertato la magistratura.

Il Tribunale per i minori, infatti, ha sospeso la patria potestà della mamma e ha disposto l’affidamento ai servizi sociali.

Successivamente, il pm Angela Maria Morea ha aperto un fascicolo nei confronti prima della madre e poi, in un secondo momento, anche del padre. Entrambi dovranno rispondere di imputazioni molto gravi. Entro poco la Procura chiederà il rinvio a giudizio al giudice per l’udienza preliminare.

(Fonte barisera)

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.