Lunedì 12 Aprile 2021
   
Text Size

A Pasqua e Pasquetta più controlli con l’utilizzo dell’Esercito

Militari-Esercito-controllo-1200x600

controlli-coronavirus-polizia-121275-660x368 "A Pasqua e Pasquetta l’intera regione è in zona rossa rafforzata. Quindi ci saranno più controlli sulle strade anche con l’ausilio dell’Esercito.

Ecco alcune regole da rispettare.

VISITE A PARENTI E AMICI

Come previsto dalla deroga stabilita dal governo, nei giorni 3, 4 e 5 aprile sarà consentito, una sola volta al giorno, spostarsi (entro i confini della stessa regione) verso un'altra abitazione privata abitata, tra le 5 e le 22 (dunque sempre entro gli orari consentiti dal coprifuoco) a un massimo di due persone, oltre a quelle già conviventi nell'abitazione di destinazione. La persona o le due persone che si spostano potranno comunque portare con sé i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone disabili o non autosufficienti che convivono con loro.

SECONDE CASE

A differenza di quanto previsto dalle disposizioni nazionali, in Puglia per efunnamedfetto dell'ordinanza n.88 non sono consentiti gli spostamenti per raggiungere le seconde case. Infatti, come previsto dal provvedimento, sino al 6 aprile, "sono vietati gli spostamenti dal Comune di residenza, domicilio o abitazione verso altri comuni della Puglia per raggiungere le “seconde case”, salvo che per comprovati motivi di necessità o urgenza; sono vietati gli ingressi e gli spostamenti in Puglia delle persone non residenti, per raggiungere le seconde case in ambito regionale, salvo che per comprovati motivi di necessità o urgenza".

SPOSTAMENTI

Ad eccezione della deroga prevista per le visite (e tenuto conto degli specifici divieti pugliesi sulle seconde case) tutti gli spostamenti, comunque, come da zona rossa sono vietati, salvo comprovati motivi di lavoro, salute o necessità.

ATTIVITÀ COMMERCIALI

Rispetto alle disposizioni del Dpcm 2 marzo, in Puglia si applicano alcune restrizioni aggiuntive anche relativamente ai negozi. In particolare, fino al 6 aprile, tutte le attività commerciali consentite dal Dpcm in zona chiudono alle ore 18, ad eccezione delle attività di vendita di generi alimentari, di carburante per autotrazione, di combustibile per uso domestico e per riscaldamento, delle edicole, dei tabaccai, delle farmacie e delle parafarmacie. Inoltre, il 4 aprile (Pasqua) e 5 aprile (Lunedì dell’Angelo) tutte le attività commerciali consentite dallo stesso Dpcm in zona rossa, compresi gli alimentari, resteranno chiuse. Le uniche eccezioni previste riguardano le attività di vendita di carburante per autotrazione, di combustibile per uso domestico e per riscaldamento, di fiori e piante, delle edicole, dei tabaccai, delle farmacie, delle parafarmacie.

thumb-phpATTIVITÀ DI SOMMINISTRAZIONE FRA CUI BAR, PUB, RISTORANTI, GELATERIE, PASTICCERIE

In zona rossa, come noto, è sempre vietato consumare cibi e bevande all’interno dei ristoranti e delle altre attività di ristorazione (compresi bar, pasticcerie, gelaterie etc.) e nelle loro adiacenze. Dalle 5 alle 22 è consentita la vendita con asporto di cibi e bevande: dalle 5.00 alle 18.00, senza restrizioni, mentre dalle 18.00 alle 22.00 è vietata ai soggetti che svolgono come attività prevalente quella di bar senza cucina. In Puglia, in ogni caso, come disposto dall'ordinanza regionale, l’attività di asporto dei servizi di ristorazione, ove consentita dal Dpcm, è svolta, dalle ore 18.00 in poi, tramite prenotazione preventiva on-line o per telefono ed a condizione che siano adottate modalità organizzative che limitino al massimo code, file o assembramenti. Nelle giornate del 4 e 5 aprile le attività di somministrazione fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie possono effettuare domicilio e asporto e, dalle 18, se consentito dal vigente Dpcm, possono effettuare asporto solo con prenotazione. Per i soggetti che svolgono come attività prevalente una di quelle identificate dal codice ATECO 56.3, invece, l’asporto continua a essere consentito esclusivamente fino alle ore 18:00”.

Commenti  

 
#4 Fabio 2021-04-04 19:07
Il bidone della carta e' stato esposto, come sempre, alla solita ora del giorno precedente la raccolta.
Pero' gli operatori non sono passati per il ritiro, per tutta la zona interessata.
 
 
#3 Nicola A. 2021-04-04 16:59
c'è da dire che molti operatori, sabato mattina, sono andati al palazzetto per sottoporsi alla vaccinazione anticovid.
 
 
#2 Marco 2021-04-04 09:41
Il bidone va esposto fuori dalle 20 alle 24 del giorno prima,la carta non è che non è stata ritirata ma gli operatori sono passati prima,non va uscito a piacimento il bidone
 
 
#1 Fabio 2021-04-03 14:35
Ma oggi LA CARTA non viene ritirata?
Per quale motivo? Da stamattina tutti i bidoncini sono per strada, ad ora, sono ancora tutti pieni!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.