Lunedì 28 Settembre 2020
   
Text Size

Difesa aerea. Caccia del 36° Stormo intercettano aereo

eurofighter typhoon

WIF1218-resize1080

“Nella mattinata di oggi due caccia intercettori Eurofighter del 36° Stormo di Gioia del Colle, già in volo per una missione di trasferimento sull'aeroporto militare di Grosseto per effettuare nel pomeriggio un sorvolo sull'autodromo del Mugello in occasione del GP della Toscana Ferrari 1000, sono intervenuti per identificare un velivolo ultraleggero Eurostar che aveva perso il contatto radio con gli enti nazionali del traffico aereo civile.

L'ordine di rimodulazione operativa della missione è stato dato dall'IT-AOC, articolazione del Comando Operazioni Aerospaziali di Poggio Renatico (FE) responsabile della sorveglianza e del controllo dello spazio aereo nazionale.

Una volta raggiunto il velivolo all'altezza di Altamura (BA), grazie alle coordinate e alle informazioni fornite dal personale "guida caccia" a terra, è stata effettuata la prevista procedura di "visual identification" (VID) per accertare che non vi fossero condizioni di emergenza o di minaccia alla sicurezza. Dopo aver effettuato tutte le verifiche necessarie con gli enti del controllo del traffico aereo e ripristinati i contatti radio, i caccia hanno proseguito il volo verso aeroporto militare di Grosseto, sede del 4° Stormo dell'Aeronautica Militare. L'ultraleggero Eurostar, invece, ha proseguito il volo verso Padova, dove era diretto così come da piano di volo.

Dallo scorso 8 settembre, una coppia di Eurofighter del 36° Stormo, insieme a quelli del 4° e del 37° Stormo, assicurano la salvaguardia dello spazio aereo di Estonia, Lettonia e Lituania nel contesto dell'operazione NATO "Baltic Air Policing".

Quattro sono gli Stormi dotati di assetti Eurofighter, che l'Aeronautica Militare impiega per il servizio di Difesa Aerea: il 4° Stormo di Grosseto, il 36° Stormo di Gioia del Colle, il 37° Stormo di Trapani, il 51° Stormo di Istrana. Da marzo 2018 inoltre, nel sistema di Difesa Aerea sono stati integrati anche i velivoli F35 del 32° Stormo di Amendola, che contribuiscono, con specifiche capacità operative e tecnologia di ultima generazione, alla difesa dei cieli italiani e che sono stati i primi aeroplani di 5^ generazione ad essere stati impiegati dalla NATO per salvaguardare lo spazio aereo dell'Alleacaccia eurofighter 36° Stormonza in una operazione di Air Policing.

Il complesso sistema di difesa mediante il quale l'Aeronautica Militare assicura, senza soluzione di continuità, la sorveglianza dello spazio aereo nazionale è integrato, anche in tempo di pace, con quello degli altri paesi appartenenti alla NATO. L'ordine di decollo immediato - in gergo tecnico "scramble" - o come in questo caso di intervento di velivoli già in volo, viene impartito dal CAOC (Combined Air Operation Centre) di Torrejon (Spagna), l'ente della NATO responsabile del servizio di sorveglianza dello spazio aereo nell'area, che integra le capacità di sorveglianza e controllo del 11° gruppo D.A.M.I. e 22° Gruppo radar.

L'Air Operation Centre (AOC) nazionale svolge compiti fondamentali nell'organizzazione del servizio di difesa aerea ed effettua una costante attività di supervisione sul corretto funzionamento del dispositivo. Qualora si presenti una minaccia non militare allo spazio aereo italiano, l'IT-AOC riprende il comando dei velivoli intercettori affidati alla NATO, per la successiva azione di contrasto. Ciò avviene, ad esempio, quando un velivolo civile in transito nello spazio aereo nazionale evidenzi una condotta anomala e, quindi, potenzialmente pericolosa per la sicurezza, oppure qualora necessiti di supporto aereo per problemi tecnici che ne compromettano la sicurezza del volo, come nel caso odierno, dovuto alla perdita di comunicazioni radio”.

Ministero della Difesa

 

Commenti  

 
#30 tumori 2020-09-21 21:42
I radar presenti nelle basi militari trasmettono tra i 20.000 watt e i 40.000 watt e corrisponde ad avere 40.000 stazioni di cellulari in un unico punto con frequenze anche superiori a 5G.
 
 
#29 Peppe 2020-09-21 21:34
Purtroppo chi non sa è solo perché naviga nella più totale ignoranza.....
 
 
#28 Vigili d f 2020-09-21 13:39
I vigili del fuoco fanno miracoli e vi sostituiscono egregiamente.
 
 
#27 Peppe 2020-09-20 23:51
Nel 2011 l'Italia a fatto una pessima figura con i paesi membri della NATO in quanto a seguito della crisi in Libia, Gioia del Colle non era in grado di offrire assistenza ospedaliera. Questo è da chiedere a chi in Puglia ha governato per 13 anni continuando la strage della chiusura ospedali (Rappresentanti goliardicamente da voi scelti nel tentativo di governare una regione) .
Gioia del Colle dal punto di vista sia edilizio che commerciale, visto il numeroso personale in forza allo Stormo, permette di beneficiare di una piccola parte di economia a suo favore,senza tralasciare le periodiche e numerose attività che vedono l'impiego di personale di altri enti Italiani, che in occasione di brevi permanenze nella nostra cittadina godono di tutte le qualità culinarie o di svago, come cinema, bar o negozi che quest'ultima offre.
Per non parlare dei supporti sanitari via aerea che h24 lo Stormo garantisce. SUPPORTO SANITARIO. Non so se mi spiego!
Per caso voi sareste capaci di garantire assistenza sanitaria con le vostre autovetture?
Ancora una volta Vi ho illuminati.
Vi aspetto alla prossima...
 
 
#26 MARAUDER 2020-09-20 08:59
@Peppe
Allora sia coerente e getti via il suo cellulare...
 
 
#25 F. Giannini 2020-09-19 21:27
@ Peppe
Se è sicuro che l'aeroporto di Gioia con più
presenza di personale militare e civile, perché il nostro paese vanta il primato di non avere non solo un l'ospedale, ma neppure un Pronto Soccorso?
Non mi risulta che vi siano altre basi aeree militari di minor importanza di quella di Gioia, che non abbiano Ospedale o Pronto Soccorso.
Potrebbe elencarmi i tanti benefici che l'aeroporto di Gioia apporta alla nostra città, come lei afferma, mentre la maggioranza dei commentatori sottolineano solo elementi negativi?
Grazie per le sue prossime ...illuminazioni!
.
 
 
#24 Peppe 2020-09-19 15:22
I tumori vengono anche scatenati dall'inquinamento elettromagnetico.
Vi piace navigare in maniera molto più veloce o evere più segnale per i vostri cellulari?
Ma perché dormite con occhi aperti?
 
 
#23 studentesco 2020-09-19 11:57
Tranquillo sig. Toni, se mai dovesse cascare il mondo e lei perdere il privilegiato posto di lavoro, lei avrebbe pur sempre diritto ad una giovane pensione che le farebbe dimenticare la fame.
P.S. Saluti i suoi ex colleghi baby-pensionati da parte mia.
 
 
#22 tumori e sostegno 2020-09-19 11:28
L'unico vero contributo che ha dato l'aeronautica militare al paese di Gioia in questi anni è l'aumento dei tumori e dei bambini con necessità di sostegno.
 
 
#21 Peppe 2020-09-18 18:32
Con quanta ignoranza bisogna scontrarsi...
Ma perché siete limitati nel parlare solo di gasolio per aerei e rumori vari. Provate a sforzarvi nel capire perché un'organizzazione simile è presente su tutto il territorio italiano.
P. S. Per coloro che non capiscono (poverini), l'aeroporto di Gioia del Colle permette all'economia del paese di ricevere tanti piccoli benefici.
Visto che risulta essere il terzo aeroporto d'Italia con più presenza di personale militare e civile.
Leggete...
 
 
#20 Toni 2020-09-18 13:11
Se voi non volete morire di tumori, noi non vogliamo morire di fame. Questo è il nostro mestiere.Noi non ci spostiamo di sicuro.
 
 
#19 MARAUDER 2020-09-18 10:38
Dalla rete.
Costi Operativi
Eurofighter GmbH ha recentemente condotto un’attività’ volta a determinare i costi per ora di volo e del supporto per l’Eurofighter Typhoon.
Gli elementi presi in considerazione sono: motore; consumo di carburante e di lubrificanti; costi di manutenzione (schedulata e non schedulata); consumabili; riparazioni dei sistemi generali e delle strutture; riparazioni sotto contratto PC5: Phase 3, CbC e RDSS.
Le assunzioni in termini principali hanno escluso: costi NR; costi per le infrastrutture e la loro svalutazione; costi di manutenzione schedulata.
L’insieme di tali elementi/assunzioni è stato considerato in una condizione di Programma a regime.
Il risultato cui si è giunti porta un costo per ora di volo di 15.100€.
 
 
#18 Sannace 2020-09-17 13:44
...e l'aumento di bimbi con disabilità nelle scuole gioiesi? Negli ultimi anni sono aumentati in modo esponenziale. Le insegnanti di sostegno appena qualche anno fa erano 10 volte di meno, ora raddoppiano di anno in anno. E' un campanello di allarme di una comunità. Non essendoci un ospedale che monitori ingressi e patologie; per non parlare dell'amministrazione inetta che scarica responsabilità pur di fare l'ordinaria amministrazione
 
 
#17 Vergogna non orgogli 2020-09-17 11:01
7.000 litri di gasolio ad ora ad aereo, oltre 10.000 € per ogni ora di volo, moltiplicato per una media di 5 aerei al giorno, sono oltre 50.000 € bruciati al giorno. E' una vergogna, non un orgoglio.
 
 
#16 Cucchiarone 2020-09-17 05:58
Se vi danno fastidio, vendete casa e acquistate a Sammichele o ad Acquaviva. Semplice, no..
 
 
#15 studentesco 2020-09-16 22:49
@Sannace #4
Sei un mito, ti voglio conoscere.
Mi auguro tu possa diventare il prossimo sindaco.
 
 
#14 pd 2020-09-16 21:36
Senti certi Gioiesi pieni di vanita' quando dicono :abbiamo l'aereoporto,ma vai.......un casino infernale ogni giorno qui sulla mia casa,quando passano.Ancora con questi aerei.
e basta....!
 
 
#13 Poveri illusi di org 2020-09-16 19:11
Siamo solo schiavi della Nato e quindi dell'America.
 
 
#12 Spostate la pista 2020-09-16 17:02
Spostate la pista significa andate altrove, si riducono gli ospedali perché non si riducono le basi militari? Ci avete inquinato per tanti anni, ora basta! Andate nelle basi distanti dalle città.Basta con i vostri aereosol giornalieri!
 
 
#11 Nino 2020-09-16 15:32
x Redazione
O che si tratti di articoli o che siano comunicati stampa,resta il fatto che date risalto mastodontico a qualsiasi cosa ruoti attorno all'aeroporto militare,e'un dato di fatto inconfutabile che ogni giorno ci assillante con queste notizie,nonostante siano evidenti i danni immensi che comporta la presenza a Gioia di questa struttura utile ben poco alla cittadinanza.

La Redazione
Hai ragione, raddoppiamo il formato della pagina. Ma per favore!
Saluti
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.