Martedì 27 Ottobre 2020
   
Text Size

Degrado e pericolosità sottopassi. Ma nessuno interviene/foto

117235841-1206140856406576-1150930493133383516-n

117339176-731955164248636-2390548805796868213-n Quando pubblichiamo denunce relative al degrado in cui versano alcuni quartieri, atti di vandalismo, rifiuti lasciati per strada e quant’altro, l’intento è quello di sensibilizzare coloro che leggono, vedono e spesso tacciono per quieto vivere e coloro che sono “attori protagonisti” degli scempi denunciati, affinché comprendano che le loro “imprese” possono essere perseguibili, ma anche e soprattutto le istituzioni che hanno il dovere di intervenire e prendere i dovuti provvedimenti - prevenzione, controllo, sanzioni e ripristino dei luoghi - affinché la città possa tornare sicura e vivibile.

Ancora una volta è un nostro lettore - Antonio C. - che ringraziamo per l’impegno nel segnalare luoghi che ospitano il degrado e testimoniare senso civico, ad indicarci attraverso le foto quello che in tanti non vedono o fanno finta di non vedere.

In particolare l’attenzione è focalizzata sui sottopassi che collegano Gioia ai quartieri “tagliati” fuori dalla città dalla scelta politica di chiudere i passaggi a livello (POVIA CON LA SUA FIRMA SIGILLA PASSAGGIO A LIVELLO), a seguito di una transazione m117179965-341886603479869-9212153048522728107-nilionaria con le ferrovie dello Stato di cui ancora oggi, dopo sei anni, non riusciamo a vedere i benefici. Come e dove siano stati spesi, quali ricadute “positive” abbiano avuto sulla città per i più resta un mistero.

Se qualcuno da questa operazione ha tratto benefici, come accaduto in altre circostanze che Vito Vinci con coraggio e competenza denunciò nel 2013 (“LA PIU’ GRANDE SPECULAZIONE EDILIZIA MAI TENTATA”), sarà la storia a raccontarlo.

Quel che è certo, è che un adolescente che per raggiungere casa debba attraversare sottopassi ridotti in questo stato, con telecamere divelte e la possibilità di far brutti incontri, non fa star tranquillo nessuno, in particolare le famiglie che hanno scelto di vivere “oltre il muro”.

Per visualizzare la gallery clicca sul sottostante link.

 

Commenti  

 
#14 Lucia 2020-08-22 12:47
Chiamare DEGRADO un muro colorato mi sembra esagerato, visto i complimenti che i ragazzi ricevono dl vicinato per dare un po di colore ad un PAESE GIA SPENTO CHE STA SPEGNENDO I NOsTRI GIOVANI. Sono da apprezzare questi ragazzi che sfogano la loro arte dando vita e colore al paese. Il problema si dovrebbe focalizzare a dare piu sixurezza ai noatri giovani e alle famiglie preoccupate di far ritornare i propri figli passando da un posto dove non c'è sorveglianza. Io sono con i giovani. Aiutiamo i nostri ragazzi a esprimere la loro arte e non soffochiamoli.

La Redazione
Ma l'articolo lo hai letto? Nello stesso si parla di tutto fuorchè dei così definiti writers. Siamo pienamente d'accordo comunque che questi ragazzi andrebbero aiutati a manifestare liberamente la loro arte e il loro estro, alla luce del sole.
Saluti
 
 
#13 Non vale nessuno 2020-08-17 18:08
Egr. Redazione Le ricordo che successivamente al rifiuto di accettare il progetto di Prodigio "per-non-dividere-la-citta", Gioia del Colle, fu amministrata proprio da Prodigio; e allora perchè non realizzarono il loro progetto diconosciuto dalla precedente amministrazione?
Per la verità, questa è l'ennesima volta che poniamo tale domanda, ma, ne da Prodigio, ne da Lei Redazione, ne da Colacicco ne da chiccesia si è avuto una benchè minima risposta; per cui, i meno informati, che sono la stragrande maggioranza dei Cittadini, si sono dati una loro risposta: Quel progetto presentato da Prodigio quando era all'opposizione era soltanto un BLUFF caldeggiato anche da Lei Redazione.
Tutto ciò, non giustifica l'assenza totale dell'amministrazione Mastrangelo per cui è auspicabile che cada negli abissi più profondi, ma, neanche le precedenti amministrazioni hanno eccelso nella gestione della cosa pubblica.
A proposito, in riferimento all'ultimo periodo del Suo articolo più sopra riportato, Le ricordo che, ( ...in particolare le famiglie che hanno scelto di vivere “oltre il muro”.) non furono le famiglie a sceglire di vivere ghettizzate oltre il muro, ma, vi furono costretti dalla cecità amministrativa e affaristica di quel tempo.

La Redazione
Premesso che sull'ultimo punto concordiamo a pieno, il progetto venne presentato nel 2014, prima che il sottopasso fosse realizzato, ed era una alternativa alla proposta poi bocciata di creare degli ascensori. Supponiamo che a cose fatte e forse con altre priorità, nel breve tempo in cui l'amministrazione Lucilla ha governato, il progetto non sia stato ripreso. Ma per infrmazioni più precise può chiedere all'allora assessore De Mattia. Saluti.
 
 
#12 ecologista 2020-08-17 17:31
Redazione da questo momento mi chiamerò PINCO PALLINO,appunto perchè mi sento ecologista,lo schifo che vedo oggi senza isole ecologiche,non ricordo di averlo visto,sì c'erano mucchi enormi,ma nel giro di poche ore finiva tutto,ora la gente butta quando e dove vuole i suoi rifiuti;Se una Amministrazione non sa Amministrare,una ragione c'è,e potrebbe essere incapacità,in questi casi entra in gioco la magistratura,riflettiamo prima di scrivere pettegolezzi!

La Redazione
Ribadiamo, nessun pettegolezzo ma denunce che provengono da cittadini comprovate da foto. Saluti.
 
 
#11 ecologista 2020-08-17 17:27
Redazione,perche non prendete carta e penna e fate un esposto alla Procura della repubblica,se non lo fate è pettegolezzo!

La Redazione
Noi diamo "voce" ai cittadini e rendiamo pubbliche le loro denunce. Gli esposti, se ci sono gli estremi, dovrebbero essere presentati dall'opposizione o dalle associazioni ambientaliste e magari anche da qualche ecologista. Saluti.
 
 
#10 ecologista 2020-08-17 17:26
Forse qualcuno ha dimenticato che la raccolta porta a porta la volle fortissimamente volle,la Amministrazione Lucilla e company,c'erano le isole ecologiche,che fine hanno fatto?,abolite,eliminate,ora tenetevi i rifiuti buttati qui è là.
 
 
#9 Uomodellastrada 2020-08-17 08:50
Con questa amministrazione il paese è molto più sporco.
 
 
#8 Gigi12 2020-08-16 19:47
Ormai gli articoli sono una continua denuncia contro l'amministrazione comunale. E non è giusto, perché sono anni che è presente questo degrado, ma di certo l'influenza politica di questo giornale non attaccherebbe un'amministrazione comunale 5 stelle.
Siate imparziali

La Redazione
Le denunce vengono fatte da anni - quando altre amministrazioni e commissari decidevano le sorti di Gioia - sia sul sito che sul settimanale "la voce del paese".
Nel 2010: http://www.gioianet.it/cronaca/1953-un-paese-soffocato-dalle-mini-discariche-a-cielo-aperto.html
nel 2012: http://www.gioianet.it/cronaca/6252-gioia-sprofonda-nelle-voragini-altro-che-zone-f-foto.html
nel 2013: http://www.gioianet.it/politica/7247-zone-periferiche-de-leonardis-denuncia-il-loro-degrado-foto-.html
nel 2015: http://www.gioianet.it/cronaca/11345-quartiere-167-situazione-igienico-sanitaria-insostenibile.html
nel 2017: http://www.gioianet.it/cronaca/14315-discariche-a-cielo-aperto-la-spes-inizia-la-bonifica.html
nel 2018: http://www.gioianet.it/cronaca/15617-discariche-a-cielo-aperto-completata-bonifica-amianto.html?fontstyle=f-larger
e potremmo continuare per decine di altri articoli...
il problema è che evidentemente nessuna delle amministrazioni che fino ad oggi hanno governato la città è stata in grado di dare risposte concrete. Ed è giusto e legittimo che alle denunce che provengono dai cittadini venga data attenzione. Se mai Gioia sarà governata dai 5 Stelle, vedremo cosa saranno in grado di fare. Siamo noi ad essere imparziali o qualcun altro ad essere prevenuto? Saluti.
 
 
#7 Giulio 2020-08-16 17:53
Penso che i gioiesi che hanno votato questa amministrazione e questa stessa, dovrebbero......riflettere...... Uno scempio e un degrado mai visto e gli amministratori che si sono aumentati lo stipendio.......dovrebbero vergognarsi!
 
 
#6 Soddisfatto 2020-08-16 15:19
Sarebbe stato più semplice,a suo tempo,realizzare un sottopasso carrabile e pedonale,tale da non creare una barriera tra via Dante e via Santeramo,così come e'stato fatto su via D'Annunzio e bella vicina Acquaviva:possibile che nessuno propose questa semplice soluzione?!?!Alla faccia degli esperti...!!

La Redazione
La proposta venne fatta: http://www.gioianet.it/politica/8786-prodigio-un-progetto-per-non-dividere-la-citta.html, sul perchè non venne presa in considerazione e realizzata, le motivazioni vanno cercate altrove. Saluti!
Saluti!
 
 
#5 Rey 2020-08-16 14:00
Beato il Sindaco e la sua giunta che si gode le vacanze!
Gioia allo sbando e lui a godersi il suo stipendio aumentato al massimo!
 
 
#4 Losservatore 2020-08-16 11:47
Meno male che non hanno fatto le torri con il sovrappasso ... sarebbe stato un mostro abbandonato di inenarrabile bruttezza ! Piuttosto a Gioia ci sono tanti scheletri di palazzi non più terminati, l'area della coop abbandonata. Tutti a pensare al centro storico e il lavoro di bonifica dei ruderi sparsi del nostro paese continua a latitare !
 
 
#3 DX 2020-08-16 09:18
Le promesse di Povia furono di "far presidiare" H24 il sottopasso, per scongiurare il tradizionale degrado ed insicurezza di questo tipo di strutture urbane. Le telecamere sono oramai "UNA BEFFA", viviamo di sole telecamere, ce le istallano perfino nei..."buchi più impensabili", E INTANTO L'INCIVILTA' AVANZA GRAZIE ALLA SINISTRA!! Se i vandali avessero meno tempo libero per scorazzare, se a Giugno li avessero fatti tornare a scuola con tanto di "norme e distanze", invece di lasciarli giocare a pallone sui piazzali delle scuole durante il giorno e sfasciare tutto durante la notte, forse in autunno non incorreremmo in una nuova emergenza sanitaria, e le nostre città sarebbero un po più degne di tale nome.
 
 
#2 ecologista 2020-08-15 17:30
Bisognerebbe proporre il Signor Antonio C.,illustre e sconosciuto cittadino di Gioia?,quale santo inquisitore gioiese ?,ha fatto del pettegolezzo il suo passatempo preferito,ma perchè non si cerca un lavoro come milioni di Italiani,o quantomeno si candida a una qualche carica pubblica........perchè invece non prende carta e penna,questi sconosciuti e fa un esposto al Procuratore della Repubblica.

La Redazione
Pettegolezzo? Mettere in evidenza i problemi oggi significa fare pettegolezzo? E come mai non lo era quando ad amministrare c'erano altri? Eppure, negli ultimi 20 anni, di articoli sui tanti problemi che affliggono questo nostro ex bel paesiello, più o meno sempre gli stessi, ne sono stati scritti e pubblicati a iosa. Oggi, chissà perchè ci si preoccupa di chi li evidenzia, anzichè di attivarsi per risolverli. C'è qualcosa che non quadra. E in questi casi fare esposti alla Procura non serve a nulla trattandosi di una mancata ordinaria manutenzione (amministrazione della cosa pubblica), non di un reato penale o contabile.
Detto questo forse sarebbe il caso di cambiare il nickname "ecologista" non ti si addice stante quanto espresso.
Saluti
 
 
#1 Teodoro 2020-08-15 14:59
MA CHI HANNO VOTATO I GIOIESI!
CHE SCHIFO!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.