“Tumori a Gioia e relazione ARESS. Restano le perplessità”

panoramica-gioia-del-colle

ciminiera sperimentazioni itea Il Comitato cittadino per la tutela della Salute e dell’Ambiente di Gioia del Colle nasce con la finalità di rappresentare i cittadini gioiesi preoccupati dalla questione sanitaria ed ambientale emersa a seguito dei recenti studi epidemiologici.

Siamo semplici cittadini che hanno il diritto di sollevare dubbi ed avere perplessità in merito a situazioni che coinvolgono tutti da vicino. L’intento di questo Comitato non è quello di esprimere verdetti, ma di chiedere risposte su un argomento tutt’altro che leggero e che dovrebbe essere di primario interesse per l’intera collettività.

Questo Comitato, presa visione della relazione fornita dall’AReSS (Agenzia Regionale per la Salute ed il Sociale), ritiene che i risultati ottenuti confermino la presenza di talune criticità in riferimento ad eccessi di rischio significativi (già evidenziati nel rapporto del Prof. Roberto Cazzolla Gatti), tanroberto cazzolla gattito che l’Agenzia caldeggia non solo l’attuazione di misure di prevenzione primaria per l’eliminazione/contenimento dei fattori di rischio individuale e collettivo, ma anche che “alcuni limitati eccessi di rischio meritano di essere seguiti nel tempo attraverso la prosecuzione della sorveglianza epidemiologica sullo stato di salute della popolazione..”

Tali criticità vengono dunque riconfermate, anche se si osserva una tendenza a minimizzare ciò che gli stessi dati evidenziano (forse per tranquillizzare la popolazione?).

Corre l’obbligo di precisare che la precedente relazione a cura del Prof. Cazzolla Gatti è stata coadiuvata anche dall’indagine epidemiologica di due medici gioiesi, il Dott. Tommaso Donvito e la Dott.ssa Nicoletta Montanaro, i quali hanno confermato un incremento di casi oncologici tra i loro pazienti ed in tale occasione si sono impegnati ad offrire il proprio supporto in occasione di futuri approfondimenti.

Riteniamo pertanto che la relazioroberto cazzolla gattine fornita dall’Agenzia Regionale AReSS debba essere il punto di partenza piuttosto che il punto di arrivo per avviare un lavoro di costante controllo della qualità ambientale sul territorio, innescando azioni di tutela dello stato di salute della popolazione anche con l’istituzione di un gruppo di lavoro autonomo e con il supporto dell’ente locale.

Ed invero con questa finalità abbiamo richiesto di poter incontrare al più presto i rappresentanti dell’attuale l’Amministrazione al fine di elaborare una strategia d’azione ambientale che renda il nostro paese esempio virtuoso per la qualità della vita”.

Comitato per la Tutela della Salute e dell’Ambiente
Gioia del Colle