Domenica 22 Settembre 2019
   
Text Size

ROVINOSA USCITA DI STRADA, AUTO PIEGATA IN DUE, ILLESO!

foto-incidente3-pp

foto_incidenteUn gioiese di 27 anni, C.S., deve certamente ringraziare il suo angelo custode se oggi può ancora parlare e raccontare, col sorriso sulle labbra, di quanto accadutogli nel rovinoso incidente occorsogli nel tardo pomeriggio di domenica 3 ottobre 2010.

Era alla guida della sua auto, una Lancia Delta vecchio modello, e stava tornando a Gioia del Colle proveniente da Noci, quando, subito dopo aver superato l’unico semaforo presente su quella provinciale, per cause ancora da accertare, ha perso il controllo della sua auto finendo la sua folle corsa in mezzo ad un campo adiacente. Una corsa, però, disseminata di pericolosissimi ostacoli, quella compiuta dalla sua vettura.foto_incidente2

Una corsa accompagnata da tanta, tantissima fortuna, se, dopo aver invaso la corsia opposta, abbattuto un muretto a secco e un albero, ed essersi letteralmente piegata in due, lui, il conducente, ne è uscito pressoché illeso.

La scena che si è presentata ai soccorritori, con il giovane rimasto incastrato al suo interno, faceva presagire il peggio. Per liberarlo è stato necessario l’intervento dei Vigili del Fuoco di Putignano, prontamente accorsi sul luogo dell’incidente, insieme ad una pattuglia della Polizia Municipale di Gioia del Colle, un mezzo dei volontari della P.A. Gioia Soccorso, e un’ambulanza del 118, sopraggiunta dal Pronto Soccorso dell’Ospedale Paradiso.

La visione della vettura completamente dis118_1trutta, abbinata ai dolori al bacino, manifestati dal giovane conducente coinvolto nell’incidente, aveva convinto gli stessi sanitari a trasportarlo immediatamente e d’urgenza presso l’Ospedale Miulli, con la sospetta frattura del bacino. Oggi, a distanza di sole 24 ore, si parla già di dimetterlo. Fortunatamente per lui, l’esito delle radiografie ha ridimensionato la sospetta frattura in semplice lussazione, guaribile in poche settimane.

Ciò non toglie che il ragazzo possa e debba ritenersi un miracolato, anche per l’inconsueta assenza di traffico, normalmente presente su quel tratto a qualsiasi ora, che ha preceduto la sua fuoriuscita di strada. Ma, come recita un vecchio detto: "tutto è bene, quel che finisce bene".

Commenti  

 
#4 l nulla 2010-10-06 03:16
che schifezza! 30 minuti! penoso era già morto se perdeva sangue.
 
 
#3 lettore 2010-10-06 01:30
prontamente accorsi, non direi, sono passati 30 minuti prima dell'arrivo dei vigili del fuoco, per non parlare del 118, non sò quante telefonate sono state fatte, il traffico, grazie ad automobilisti che si sono fermati come me, è stato fatto defluire in senso alternato fino all'arrivo dell'ambulanza che ha occupato la corsia libera, comunque apprendendo che il giovane è uscito quasi illeso è un vero miracolo e personalmente contento.
 
 
#2 la Redazione 2010-10-04 21:37
E' evidente che una vettura difficilmente si spezza in modo netto in due parti, nemmeno con la fiamma ossidrica ci si riuscirebbe tanto facilmente. Però, molto spesso, come in questo caso, gli urti sono così violenti da accartocciare le vetture in modo tale da dare quella sensazione. Comunque sia, considerando il tutto, resta il fatto che, in questo caso, il conducente deve considerarsi doppiamente fortunato per essersela cavata soltanto con una semplice lussazione al bacino. Comunque grazie per la segnalazione.
Un saluto a tutti.
 
 
#1 lettore 2010-10-04 21:06
perchè scrivere "auto spezzata in due" se anche dalle foto si vede che non è spezzata?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.