Sabato 06 Giugno 2020
   
Text Size

Mercato settimanale ortofrutta. Confesercenti precisa… ma il sito smentisce

frutta-mercato

putignano mercato settimanale lite luglio 2013In risposta alle precisazioni in merito all’articolo [RITORNA IL MERCATO SETTIMANALE DEL MARTEDÌ], la presidente provinciale della Confesercenti Avv. Raffaella Altamura ha inviato una nota che di seguito provvediamo a pubblicare, nella quale si afferma che il delegato per questioni inerenti al commercio ambulante per il Comune di Gioia del Colle è il Presidente Provinciale ANVA Francesco Milella, dissociandosi da quanto dichiarato nell’articolo dal signor Giuseppe Arcano.

Da una ricerca effettuata sul sito della Confesercenti per verificare quanto dichiarato, nel rispetto di quanti sui social ci invitano ad una accurata verifica delle fonti di quanto pubblichiamo, risulta affiancato al nome del presidente Milella quello del signor Giuseppe Arcano.

Si precisa, pertanto, che alla data della pubblicazione dell’articolo sul settimanale “la voce del paese” del 27/03/20 e sul sito - 29/03/20 - il signor Arcano era ed è indicato ancor oggi sul sito Confesercenti quale rappresentante degli ambulanti (ANVA), così come - se necessario e nelle sedi opportune - dalla pubblicazione dei tabulati telefonici delle intercorse conversazioni è possibile accertare l’assoluta veridicità di quanto scritto, non contestata nel momento in cui è stata data pubblicità all’uscita del settimanale "La voce del paese", sulla cui copertina compariva l’identico titolo, ma messa in dubbio da coloro che si sono soffermati al solo titolo, per meri motivi di spazio meno esaustivo di quanto forse sarebbe stato necessarisito-confesercenti-bario o peggio, che pur avendo letto per intero, hanno ritenuto di offendere pesantemente il nostro operato e messo in dubbio la buona fede.

Infine, per chiudere la questione, al riguardo delle due ordinanze emesse dal sindaco Giovanni Mastrangelo sulla sospensione del mercato settimanale che include la vendita di alimentari ed ortofrutta prevista dal Dpcm 11/03/20 (art.1 -comma1), essendo beni di prima necessità, una precisazione è d’obbligo.

Nella ordinanza n. 19 del 29/03/20 e nella precedente limitata alla sospensione del mercato solo per la data del 10 marzo, si fa riferimento alla totalità delle categorie merceologiche, nel qual caso è più che corretto affermare “che il mercato settimanale del Comune di Gioia del Colle […] per la sua conformazione e disposizione […] e per la sua estensione non può essere in questo momento presidiato dalle forze dell'ordine.”

Nella stessa ordinanza inoltre leggiamo che “è incompatibile la presenza di espositori nella predetta area” per la presenza del Centro Operativo Comunale di Protezione Civile (C.O.C.) […] per ragioni di sicurezza e gestione dell’emergenza...”.

Tenendo presente che l’ampiezza dell’area è tale che la presenza di dieci bancarelle opportunamente distanziate e di un solo operatore della Polizia municipale avrebbe potuto consentire agli esercenti di lavorare in sicurezza, portando a casa “il pane” invece di doversi rivolgere alle Caritas, ai clienti di rispettare le norme previste nel decreto per la loro ed altrui tutela, esattamente come accade quando si fa spesa nei supermercati ed ai volontari di gestire l’emergenza senza problemi, una riflessione è d’obbligo.

Questa ordinanza è statdiatriba mercato ortofrutticoloa emessa per maggior tutela dei cittadini o per non scontentare le migliaia di gioiesi (nostri lettori?) che hanno telefonato al primo cittadino - come da lui stesso affermato - manifestando il proprio dissenso per la vendita di alimentari e prodotti ortofrutticoli nell’area mercatale?

Per altro il signor Giuseppe Arcano, che non ha nulla da “guadagnare” in quanto la tipologia di merce da lui venduta non è alimentare, prima di dichiarare quanto abbiamo riportato ha contattato la Polizia Municipale e ricevuto conferma che gli attuali decreti consentivano la presenza delle bancarelle alimentari ed ortofrutticole.

A chi ci ha chiesto sui social di “chiedere scusa” per l’allarme creato o di rimuovere l’articolo rispondiamo che assumersi le proprie responsabilità e dire la verità richiede coraggio e che non tutti, in particolare chi riveste cariche politiche, per timore di perdere il consenso, a volte ha.

Tanto si doveva per dovere di cronaca nei confronti dei lettori che non nutrono pregiudizi o emettono “sentenze” leggendo solo i titoli.

Per scaricare o visualizzare elenco "Organismi" Confesercenti, clicca qui.

AGGIORNAMENTO

[La presidente per le vie brevi (telefonicamente ore 19.31), dopo aver preso atto di quanto sopra pubblicato, ha tenuto a precisare che Arcano non avendo rinnovato la tessera non era più un loro tesserato, ed il sito non è stato aggiornato per l'incalzare delle problematiche legate al coronavirus].

-----------------------

NOTA DELLA CONFESERCENTI

“Oggetto: Precisazioni in merito ad articolo pubblicato in data 29/03/2020 “RITORNA IL MERCATO SETTIMANALE DEL MARTEDI” su portale GIOIA NET.

Gent.mo,

con la presente nota, comunico che, avendo appreso della pubblicazione sulla vostra testata in data 29 marzo u.s. dell’articolo “RITORNA IL MERCATO SETTIMANALE DEL MARTEDI’”, ed in particolare delle dichiarazioni rese dal Sig. Arcano Giuseppe in relazione ad una riapertura dello stesso, mi corre l’obbligo di precisare quanto segue.

In data 21.02.2020, codesta organizzazione trasmetteva una nota protocollo pec con n. 10\RA, a mia firma, inviandola al Sindaco di Gioia del Colle, all’Assessore al Commercio e al Comandante dei VVUU, a mezzo della quale specificavo che il delegato ed interlocutore per questioni inerenti al commercio ambulante fosse, per il Comune di Gioia del Colle, il Presidente Provinciale ANVA Francesco Milella.

Pertanto, le affermazioni rese in quel comunicato non possono che essere attribuite alla persona di Giuseppe Arcano, e non a codesta Associazione che dalle stesse si dissocia, in quanto lo stesso, non riveste alcun incarico territoriale inerente al commercio ambulante.

Faccio presente, inoltre, che la nostra Associazione Provinciale sta collaborando con tutte le Amministrazioni locali e con le imprese per la gestione di questa fase emergenziale e pertanto la prego di considerare come valide ed ufficiali unicamente le notizie che provengono da questa fonte.

Con preghiera di pubblicazione quale smentita, le porgo distinti saluti”.

La Presidente Provinciale
Avv.to Raffaella Altamura

 

Commenti  

 
#4 CANNONE1930 2020-04-01 10:04
Spiace replicare alla Gentile Redazione, ma!
Non per fare il dottor sottile, si tratta di una norma giuridica da interpretare nella forma più corretta, in particolare da parte dei responsabili a farla rispettare.
La normativa citata riporta due sostantivi: limitazione e sospensione, intercalati da una congiunzione disgiuntiva “O”, il cui rafforzamento consiste nel considerare una operazione di riflessione e confronto che nella forma semplice è assente.
Nella logica manca, cioè, il completamento del sostantivo “”limitazione”” che si è costretti a prendere in considerazione, ravvisando però zero effetti; ovvero che restano ignoti i margini della limitazione, cioè non riporta il risultato della riflessione dell’unico deputato a farla, e cioè il Sindaco avv. Giovanni Mastrangelo, non altri. Mancando i margini sussumibili della riflessione del Sindaco, la vigenza della precedente ordinanza restava, e resta invariata.
Per quanto attiene all’altro effetto voluto dalla normativa citata, cioè “”da espletare con modalità idonee ad evitare assembramenti di persone””, è significativo riportare il titolo che codesta Gentile Redazione ha dato ad altro post informativo: “”Coronavirus. Distanze di sicurezza ed episodi di quotidiana inciviltà””.
Da sottolineare INCIVILTA’!
La questione ha costretto il Sindaco ad una fastidiosa replica imposta non dalla norma, ma dalla incongrua versione data, mediante questo giornale, alla pubblica interpretazione.
Si prescinde dalla polemica sindacalizzata. Grazie per l’attenzione, ossequi.
 
 
#3 CANNONE1930 2020-03-31 21:55
Da quanto si legge pare che tutti sono nel giusto eccettuato chi ha attestato al Sig. Arcano, in nome e per conto della Pubblica Autorità,che il mercato settimanale del 31 Marzo 2020, limitato al settore alimentari, era consentito dalla normativa.
Ne deriva che la superficialità (eufemismo) non è consentita a chi esercita un pubblico servizio.

La Redazione
Si dà il caso, però, che anche l'ultimo dcreto ministeriale dica il contrario. DECRETO-LEGGE 25 marzo 2020, n. 19. Art.1 comma 2 lettera U: “limitazione o sospensione delle attività commerciali di vendita al dettaglio, a eccezione di quelle necessarie per assicurare la reperibilità dei generi agricoli, alimentari e di prima necessità da espletare con modalità idonee ad evitare assembramenti di persone, con obbligo a carico del gestore di predisporre le condizioni per garantire il rispetto di una distanza di sicurezza interpersonale predeterminata e adeguata a prevenire o ridurre il rischio di contagio".
Saluti
 
 
#2 Il malpensante 2020-03-31 17:18
Il guaio di questa Nostra Italia,osannata,lodata,idolatrata ma anche offesa,bistrattata,maltrattata e chi più ne ha ne metta,e gira e rigira va a finire tutto in "caciara",se ad ogni azione non si da una finalità politica,(leggi perdita di consensi),non saremmo ITALIANI,leggevo qualche giorno fa:"In occasione di un evento sportivo,diventiamo tutti Tecnici,in crisi finanziaria,tutti economisti,in caso di Pandemia,tutti epidemiologici,in caso di Ordinanze Sindacali,non gradite all'"opposizione",si parla di consensi,ma per favore...,è questa l'Unità che andiamo sbandierando a destra e a manca,la tanto solidarietà invocata,il buonismo,di nuovo ma per favore...,pensiamo a uscire da questa emergenza,dopo 15-20 giorni,avremo tutti dimenticato,sì siamo Gioiesi,ma prima ancora SIAMO ITALIANI.
 
 
#1 Fabio 2020-03-31 16:29
PESSIMA FIGURA....! PENSASSERO A LASCIARE LO STIPENDIO ED EROGARE I TICKETS AI NOSTRI POVERI CONCITTADINI CHE SONO IN DIFFICOLTA'!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.