Sabato 26 Settembre 2020
   
Text Size

GIOIA DEL COLLE. Salgono a 3 i nuovi casi di coronavirus/video

corona virus

AGGIORNAMENTO

Secondo il Sindaco Mastrangelo, da fonti non ancora ufficiali, i nuovi casi sarebbero 3 e non uno. Uno è ricoverato presso il Miulli, il secondo presso il Policlinico di Bari ed il terzo è una donna in quarantena presso la propria abitazione. Il primo cittadino risultato positivo, a detta del sindaco, allo stato attuale "presenta leggeri segni di miglioramento".

Video comunicato Sindaco

https://www.facebook.com/mastrangelosindaco/videos/526029647978981/?t=196

-----------------

Nuovo caso di coronavirus a Gioia del Colle. Un cittadino è risultato positivo al covid-19, ed è “attualmente in cura sotto il controllo ospedaliero”. La restante parte dei componenti la sua famiglia non presenta alcun segno che possa presupporre l’insorgenza della loro positività. Attualmente sono in quarantena volontaria ma “monitorano costantemente la loro salute”.

Il Sindaco interpellato ha asserito di "essere in attesa di comunicazioni ufficiali dalla Prefettura, che purtroppo non sempre comunica tempestivamente le positività".

Si è in attesa della ufficializzazione di questo nuovo caso, che porterebbe a due le positività accertate nella nostra città.

 

Commenti  

 
#9 DX 2020-03-25 09:55
X Angela:...sarà anche vero, ma questo dimostra quanto sia "vacuo e fasullo" l'amore per gli animali, con cui l'ideologia animalista ha "INFETTATO" la società ed il pensare comune. In questi giorni di emergenza uno dei problemi con cui ci dobbiamo confrontare, sono proprio le uscite da casa dei tantissimi "innammorati" dei cani, per portarli a fare i bisogni. Addirittura ho visto gente con "TRE CANI AL GUINZAGLIO"! ERA PROPRIO COSI' INDISPENSABILE AVERLI??
 
 
#8 Copionazzo 2020-03-24 17:52
Non ha fatto in tempo Prodigio a trasmettere on-line un piccolo intrattenimento che subito l'amministrazione imita.
Sempre in ritardo.....
Andate a lavorare che noi vi stiamo pagando. È passato quasi un anno da quando....... vi siete accomodati sulle poltrone e vi chiedo di pubblicare che cosa avete fatto fino ad ora! Solo selfie in continuazione a spese nostre!
 
 
#7 Angela 2020-03-24 16:04
Non tralasciate la parte del discorso del nostro sindaco altrettanto importante in cui lamenta l aumento dei casi di abbandono di cani ad opera della parte ignorante della nostra piccola comunità. Parlatene e diffondete la verità : i cani
 
 
#6 Nicola A. 2020-03-24 16:03
@ Redazione e Angelino.
Se le operazioni da me menzionate fossero state applicate in modo rigoroso, non ci sarebbe stato il contagio dei 72 Operatori Sanitari in Puglia come da articolo pubblicato dalla stessa Redazione.
Riguardo alla "ricerca dell'untore", presumo che a tutti interessi quantomeno ad evitare un possibile contagio ed eccetto qualcuno che lo fa per diffamare, la stragrande maggioranza vorrebbe saperlo per PREVENIRE. Vero che ognuno di noi è un potenziale untore ma se nascondiamo chi lo è per davvero l'epidemia non finirà MAI. A questo punto sarebbe meglio adottare "l'immunità del gregge". Egr. Angelino, cosa ne pensa??? Personalmente, ritengo che la moglie del paziente abbia fatto bene ad informare, attraverso i social, i suoi concittadini e questo gli fa onore perché si è esposta al sarcasmo di qualche idiota ma va ammirata e sostenuta per il suo gesto coraggioso e altruistico.
 
 
#5 Angelino 2020-03-24 10:56
Ma in che mondo viviamo? La gente ha perso completamente il senso della solidarietà, della vicinanza, del vivere in comunità. Tutti alla ricerca dell'untore. Tutti vogliono conoscere il nome....per farne cosa? Per parlare, per infangare. Tranquilli le autorità mediche applicano i protocolli previsti in questi casi....quarantena per tutti quelli venuti in contatto. Piuuttosto cerchiamo di essere tutti rispettosi delle regole. Ricordatevi che siamo tutti potenziali contagiati e potenziali contagiati.
 
 
#4 Nicola A. 2020-03-24 10:18
@ Nunzia Russo, … e sarebbe altrettanto RISPETTOSO che il "paziente da covid-19" informasse del contagio TUTTI i suoi "contatti" in modo che questi si mettano in autoisolamento senza esitare, informando le Autorità, nonché i propri parenti e amici della propria messa in autoquarantena che, a loro volta, devono valutare se devono cautelarsi nello stesso modo. Certo, somiglia alla classica "catena di S. Antonio" ma in attesa di una ipotetica cura o vaccinazione è l'unico modo di non far diffondere il virus. Altrimenti, in queste circostanze, la privacy è il problema meno importante.

La Redazione
Riteniamo che le operazioni su indicate vengano comunque fatte dagli enti preposti.
Saluti
 
 
#3 Nunzia Russo 2020-03-23 21:18
SAREBBE BELLO CHE, COME CITTADINI GIOIESI OGNUNO DI NOI DIMOSTRASSE, A PROPRIO MODO, AFFETTO E VICINANZA ALLA GENTE CHE PURTROPPO HA CONTAGIATO QUESTO MALEDETTO VIRUS.
EVITIAMO FOTO E DIFFUSIONE DI AUDIO.
RISULTANO OLTRE SGRADEVOLISSIMI, ANCHE IRRISPETTOSI.
SIAMO VICINI CON AMORE!PERFAVORE
 
 
#2 Sannace 2020-03-23 19:04
Se ne augura il meglio di pronta guarigione...forza e coraggio
 
 
#1 Pippo 2020-03-23 17:32
E tutti quelli che nei giorni precedenti hanno avuto contatti con loro?
Rimangono in attesa?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.