Domenica 22 Settembre 2019
   
Text Size

AGGREDISCONO MILITARI, DONNE, ESERCENTE, ARRESTATI

arrestati-marocchini

carabinieri_112Sabato scorso, in serata, dopo essersi ubriacati, due marocchini, Brahim Najjad e Abderrahim El Hajouli, entrambi 27enni e già noti alle Forze dell'Ordine, sono stati arrestati nella centralissima via Garibaldi con l'accusa di violenza privata, danneggiamento, lesioni personali e resistenza a pubblico ufficiale.

I due ubriachi, dopo aver fermato due auto in transito in piazza XX Settembre, condotte da due giovani donne, avevano tentato di aprire le portiere, ma, non riuscendoci, hanno danneggiato la carrozzeria e lo specchietto retrovisore.

pronto-soccorsoNon contenti, sono poi entrati in una pizzeria di Via Garibaldi e, di fronte al rifiuto del proprietario di consegnare una pizza senza pagare il conto, gli hanno lanciato contro uno sgabello. Ne e' nata una colluttazione che ha coinvolto altri due collaboratori del ristoratore, compreso i due militari intervenuti per sedare la rissa, aggrediti con calci e pugni. La furibonda lotta è andata avanti fino a quando non è sopraggiunta una pattuglia del Nucleo Radiomobile.

Il titolare della pizzeria, il pizzaiolo e due carabinieri sono stati medicati al Pronto Soccorso dell'Ospedale Paradiso. Hanno riportato lesioni, prevalentemente agli arti inferiori, giudicate guaribili in una decina di giorni.

(Fonte: Adnkronos)

Commenti  

 
#10 Stefano 2010-10-01 01:52
Cara redazione ,questi argomenti vanno messi in evidenza e non i presunti brogli dellr festicciole dei partiti.
Dte il giusto risalto alle notizie
 
 
#9 michele 2010-09-28 23:41
sono passato dalla strada che porta a piazza XX settembre proprio mentre i due tizi barcollavano in mezzo alla strada con tanto di bottiglia di spumante tra le mani.... uno dei due mi ha preso lo specchietto ...x fortuna senza danni... ;-);-)
 
 
#8 gioiese 2010-09-28 20:59
sono daccordo con stefano!
 
 
#7 l nulla 2010-09-28 18:59
no non sono buttati! :sad:
 
 
#6 mavà 2010-09-28 17:36
... e dopo che saranno state installate ti sentirai più sicuro e tranquillo... giusto... in questo caso le telecamere in cosa avrebbero migliorato la situazione... avrebbero aiutato a prevenirla... ne sei proprio sicuro... ma dai, non scherziamo... per prevenire non c'è bisogno delle telecamere ma di qualcuno che controlli veramente e giornalmente il territorio... di grandi fratelli ne abbiamo fin troppi e fino alla cima dei capelli... saranno altri soldi, nostri, 140 mila euro, buttati...
 
 
#5 l nulla 2010-09-28 17:21
non vedo l'ora che si installano le telecamere!
 
 
#4 gioiese 2010-09-28 16:08
fatene entrare quanti piu' possibile e
di tutte le razze!BASTA!!!!!
voglio sentire adesso le polemiche
dei loro paladini.
 
 
#3 stefano 2010-09-28 16:05
Purtroppo i principali responsabili del degrado della nostra' citta' vivono in zone molto tranquille e non vengono minimamente sfiorati da questo tipo di problema.
Temo che prima o poi succedera' qualcosa di grave allora saranno in prima fila con le loro bellissime bandiere colorate.
IPOCRITI!!!!
 
 
#2 preoccupato 2010-09-28 12:41
sono pereoccupato come cittadino e ancor di più come padre.
L'esempio che questi magrebini adulti, ospiti nella nostra città danno ai loro figli si trasforma in emulazione, piccoli cittadini marocchini dai 10 ai 15 anni si sono trsformati in bulli o guappi e non di cartone, mettono le mani nelle tasche dei nostri figli alla ricerca di soldi e se non ne trovano potete immagginare il resto, riescono a terrorizzare i nostri figli con la loro prepotenza e la loro sicurezza di inpunità, si perchè i loro padri per prima cosa insegnano che non possono essere puniti in alcun modo.
Se si punissero i comportamenti delittuosi degli adulti con pene esemplari e certe, anche i figli si comporterebbero diversamente.Non ci illudiamo, a Gioia non c'e stata mai l'integrazione, benchè sforzi e iniziative la nostra comunità ne ha sempre fatti. L'integrazione nasce dalla scuola, ma essa è assente per una lunga serie di circostanze, nasce sopratutto dalla volontà di osservare con scrupolo la legge, per poi pretendere una serie di diritti e doveri, nasce è inutile nascondercelo da una situazione economica in grado di soddisfare i bisogni più elementari, la casa, il cibo, la salute e vivere con la propria famiglia, cose che che solo un buon lavoro può dare, quando non si ha un lavoro e si vive nei tuguri, con una popolazione di troppi maaschi adulti e poche donne beh altro che integrazione. Continuo ad essere preoccupato.
 
 
#1 l nulla 2010-09-28 01:29
tanto escono dopo un mese....
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.