Minacce per corrispondenza: il Sindaco riceve due bossoli

proiettili minacce

Giovanni-MastrangeloÈ lunedì 11 novembre e in Comune giunge la posta destinata al Sindaco; nel tentativo di ricercare nel plico lettere destinate al suo ufficio, la dott.ssa Orlando fa una scoperta sconvolgente: in una normalissima busta ritrova, assieme a un foglio bianco, dei bossoli per una pistola calibro 9. Presenti nome, cognome e indirizzo di un individuo sconosciuto al Sindaco stesso, ma anche una chiara minaccia scritta sulla linguetta di chiusura della busta: “La vendetta va servita fredda”. Una volta informato il Sindaco, si è deciso di procedere con regolare denuncia ai Carabinieri, che attualmente stanno indagando sulla vicenda e sull’identità del mittente, non rivelata nella conferenza stampa di questo pomeriggio. Sulla busta presente anche un francobollo non vidimato, fatto che permette di affermare con certezza che la missiva non abbia seguito il “classico” iter di spedizione, ma sia stata posta appositamente in quel plico destinato al Sindaco, seppur non indicato per iscritto come destinatario.

Mastrangelo ha dichiarato di non essere turbato dall’episodio e afferma l’estraneità del mittente della busta dall’ambiente dell’amministrazione e dalla politica stessa e, attualmente, il problema posto da questa vicenda riguarda la sicurezza degli uffici e di quanti quotidianamente vi lavorano: più volte, infatti, si sono verificati episodi di violenza verbale nei confronti dei dipendenti del Comune e dei Servizi Sociali, per questo l’esigenza, anche supportata dalla normativa, è quella di posizionare delle telecamere per permettere lo svolgimento dei lavori in totale serenità.

Al momento non vi sono ipotesi di movente da parte dei Carabinieri, ma è certo che una situazione di una tale gravità non debba essere sottovalutata. All’oscuro della vicenda, fino ad oggi, gli Assessori e i Consiglieri. L’intento del Sindaco è quello di mantenere un basso profilo sulla vicenda e lasciare che le autorità indaghino sul caso.

foto di repertorio