Mercoledì 20 Novembre 2019
   
Text Size

Cosa c’è che non va nell’acqua? Roberto Cazzolla Gatti chiede lumi. Aggiornamento

cianobatteri nell'acqua di aqp

Roberto Cazzolla Gatti, professore associato e ricercatore presso la Tomsk State University (TSU) in Russia Giunge in Redazione una segnalazione inerente la qualità dell’acqua pubblica erogata da AQP qui a Gioia del Colle. Il biologo gioiese Dott. Roberto Cazzolla Gatti, da alcuni giorni in vacanza nella sua città natale, riferisce di essersi accorto che “da 2-3 giorni l'acqua dell'acquedotto ha un inusuale sapore e odore di muffe. Ho fatto un test oggi e da ogni fontana pubblica e dalle tubature domestiche è sempre presente. Credo che sia importante informare l'Acquedotto Pugliese e la cittadinanza”.

È molto probabile – sostiene -, che si tratti di tracce di geosmina nell'acqua, una sostanza che viene prodotta da cianobatteri, organismi simili ad alghe”.

“Ma questo non è un buon segno – conclude lo scienziato gioiese -, perché di solito i cianobatteri si sviluppano più facilmente nelle acque di origine superficiale, quindi vuol dire che l'acqua immessa nella rete pubblica in questi giorni potrebbe arrivare da fiumi o laghi o bacini di raccolta artificiale che sono più contaminati e non dalle più sicure falde acquifere profonde”.

Un richiesta molto chiara e inequivocabile che giriamo volentieri, come da sua richiesta, a chi di competenza affinché si facciano i dovuto controlli e si attuino le necessarie azioni al fine di salvaguardare la salute pubblica.

Come sempre sarà nostra cura informare la cittadinanza sui futuri sviluppi dellacianobatteri nell'acqua di aqp vicenda.

AGGIORNAMENTO

A seguito di alcune richieste di chiarimenti contenute in diversi commenti, sia qui su GioiaNet che su Fb, e al fine di evitare ulteriori contestazioni, il Dott. Roberto Cazzolla Gatti precisa quanto segue: "La presenza di geosmina nell'acqua - riscontrata da semplici e personali test organolettici e, dopo analisi al microscopio, dalla presenza di filamenti algali e cellule vegetali nei campioni d'acqua raccolti presso le fontane pubbliche comunali - è solo un campanello d'allarme che deve incentivare l'autorità pubblica a effettuare ulteriori controlli sulla qualità dell'acqua che viene immessa nella rete, ma che non motiva e richiede l'acquisto di acqua imbottigliata che, tra l'altro, ha un impatto ecologico ben superiore all'approvvigionamento da acquedotto e non è sempre garanzia di salubrità.

Inoltre, proprio perché sono ben consapevole che oltre il 60% dell'acqua immessa nella rete pubblica arrivi da fiumi, laghi e bacini di raccolta (in particolare dalle sorgenti dei fiumi Sele, Calore Irpino e dagli invasi artificiali dei fiumi Sinni, Occhito, Ofanto, Pertusillo e dal Lago Locone) la mia segnalazione è semplicemente volta a richiedere ad AQP di assicurarsi che queste fonti di approvvigionamento non abbiano subito alterazioni biochimiche o ecologiche negli ultimi tempi che possano giustificare la presenza di geosmina, ovvero cianobatteri e attinomcianobatteri nell'acqua di aqpiceti che si formano nei bacini superficiali in maggior quantità in caso di squilibri ambientali, peggiorando la potabilità dell'acqua pubblica. In questi casi, l'incremento dell'immissione in rete di acqua di falda profonda risulta più sicura, in attesa di chiarire le possibili fonti di alterazione o contaminazione.

Nessun allarmismo, solo una legittima richiesta di chiarimenti all'Acquedotto Pugliese, che proprio in questi giorni festeggia il centenario di una straordinaria storia e che da un secolo porta nelle case dei pugliesi una delle migliori acque al mondo. Proprio per questo, ritengo necessario informare e chiedere lumi se qualcosa sembra che non vada".

Commenti  

 
#18 OraBasta 2019-10-20 14:07
Purtroppo il cattivo odore di muffa e terra nell'acqua di rubinetto e fontane comunali è a tutt'oggi ancora presente come segnalato dal prof. Cazzolla Gatti già due settimane fa.
Perché l'Acquedotto Pugliese non fa nulla? Cos'altro che non sappiamo contamina l'acqua pubblica?
 
 
#17 Tantoper2019 2019-10-12 10:43
Un ringraziamento al dott. Cazzola per l'attenzione dedicata al rispetto della salute pubblica.
Quando chi solleva eventuali criticità lo fa esponendosi come lui, ben venga.
Auguriamoci invece che ora siano gli organi competenti (Aqp) a rassicurare e controllare che tutto sia nella norma.

La Redazione
Ben detto. L'intento è esattamente quello di controllare e responsabilizzare chi di dovere nel fare altrettanto. Roberto, nonostante tutto e pur vivendo per la maggior parte dell'anno a migliia di chilometri di distanza, è molto legato al suo e nostro territorio di origine, elo difenderà sempre e comunque, senza secondi fini. Lo ha sempre fatto e continuerà a farlo, ne siamo più che certi.
Saluti
 
 
#16 Sonia 2019-10-11 14:37
Da una settimana l’acqua ha un cattivissimo sapore. Di muffa, per l’appunto e non accenna a migliorare!
 
 
#15 Giuseppe Procino 2019-10-11 10:09
Ringraziamo il Dr. Cazzolla e la Redazione per questo aggiornamento sulla vicenda. Anche questo è stato girato ad AQP che continua le sue verifiche nei laboratori autorizzati a farli. Magari sarebbe utile individuare quali sono state le giornate in cui il fenomeno è stato avvertito da alcuni cittadini e durante le quali sono stati effettuati i test preliminari del Dr. Cazzolla. Mi sembra di capire che è stato un fenomeno transitorio circoscritto ad alcune giornate.
 
 
#14 Giuseppe Procino 2019-10-10 09:53
Ringraziamo il concittadino Roberto Cazzolla per la segnalazione. L'AQP è stato informato del fenomeno ed al momento non riscontrano anomalie. L'acqua delle nostre fontane giunge dalle sorgenti del Sele e dall'invaso del Sinni. L'acqua degli invasi passa comunque da impianti di potabilizzazione ed è sottoposta a continui controlli rigorosissimi dal punto di vista chimico e microbiologico. Non mi pare che ci siano le condizioni per ritenere non sicura l'acqua che beviamo e optare per il consumo di acqua in bottiglia, con tutto ciò che comporta per la borsa e per l'ambiente.Attendiamo con serenità il parere dei tecnici AQP a proposito.
 
 
#13 Vittorio 2019-10-09 23:14
Anch'io ho sentito cattivo odore alcuni giorni fa, di muffa in effetti. Cazzola è una persona attenta e serissima. Tenetevi informati.
 
 
#12 anna 2019-10-09 18:53
oggi ho comperato l'acqua minerale. del dottor Cazzolla mi fido. Mi auguro che si faccino accertamenti e, subito!
 
 
#11 Don Chisciotte 2019-10-09 18:51
Lodevole il contributo tecnico del dott.Cazzolla ma purtroppo senza un dato oggettivo non ha alcun senso se non quello di creare allarmismi. Avrei gradito se in calce al comunicato fossero stati allegati i risultati delle analisi!

La Redazione
Se poi fosse riuscito a risolvere il problema, da solo, sarebbe stato il non plus ultra. Giusto?
Saluti
 
 
#10 Cittadino Honesto!1! 2019-10-09 14:45
Mah! affermazioni fatte senza alcun dato analitico ma solo basato sul sapore, un po' poco professional come approccio.

Poi può averci preso, ma credo se ne sarebbero accorti anche molti altri gioiesi.

La Redazione
Sì, certo, come per altre problematiche ambietali e sanitarie cittadine. Si sono ribellati tutti. Vero?
Saluti
 
 
#9 Cianobatterio :D 2019-10-09 13:49
Ma Il Dr. Cazzolla lo sa che i 2/3 dell'acqua che arriva nelle nostre case arriva dagli INVASI artificiali dell'AQP? E guai se non ci fossero quelle risorse di accumulo, data la carenza di sorgenti in Puglia!!! Quale ennesimo infondato allarme vorrebbe gettare nella nostra città?

La Redazione
E cosa vuol dire questo? Che dobbiamo per forza berci quell'acqua anche se dovesse esserci qualcosa che non va? Ma per favore, non diciamo eresie solo perchè qualcuno ha evidenziato una anomalia, chiedendo, tra l'altro, che si facciano i dovuti controlli, per la nostra sicurezza. Dov'è l'allarmismo? Per caso si deve sempre e comunque sorvolare su tutto? E perchè di grazia?
Saluti
 
 
#8 Mirco 2019-10-08 19:42
Piuttosto che un problema derivante dall’acquedotto, è un problema della cisterna che ogni abitazione ha per norma di legge. Molte persone non provvedono alla pulizia di queste cisterne( ogni 6 mesi almeno) ma per buona norma andrebbero pulite e sanificate una volta al mese ( visti i depositi di limo e varie impurità all’interno)

La Redazione
Il dott. Roberto Cazzolla Gatti non parla solo di tubature domestiche ma anche di fontane pubbliche. Quindi il problema potrebbe non essere quello, o non solo quello delle cisterne private.
Saluti
 
 
#7 Sannace 2019-10-08 18:26
Gioia è un paese inquinato da numerevoli fattori: inquinamento elettromagnetico (aeroporto), Sperimentazione ITEA presso l'ansaldo, scarichi lavorazioni casearie (chi le controlla???), depuratore non funzionante, acqua AQP??? I cittadini di altri paese limitrofi sono molto più vigili di noi gioiesi su questi aspetti.
 
 
#6 Antonella 2019-10-08 18:20
Ma, nel servizio, è scritto che, il dott. Cazzolla, ha già effettuato le analisi! =
 
 
#5 Antonia 2019-10-08 17:05
Difatti confermo che da giorni si sente odore di muffa dai rubinetti.. Anche dallo scarico del lavaggio della lavatrice e ancora pui forte.
 
 
#4 Nicola A. 2019-10-08 14:01
concordo con Vincenzo, prima di creare FALSI ALLARMISMI, sarebbe stato opportuno analizzare le acque soprattutto se queste affermazioni vengono fatte da un Biologo. Se invece il Dr. Roberto Cazzolla Gatti le analisi le ha già fatte, allora oltre a comunicarle all'AQP, si devono informare i mass media per renderle pubbliche.
Nemmeno io sono dipendente AQP.
 
 
#3 Anna 2019-10-08 13:51
Redazione ci tenga informati. Come non fidarsi del dottor Roberto Cazzolla Gatti?
 
 
#2 vincenzo 2019-10-08 11:41
Mah! Premetto che non sono un dipendente dell'AQP e non ho interessi in essere con l'ente, ma prima di fare affermazioni del genere, sarebbe bene avere dati analitici solidi in mano basati su analisi microbiologiche dell'acqua.
 
 
#1 Zullo Angela 2019-10-08 11:14
In effetti l aqua del ribinetto abbiamo notato che cè cattivo odore
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.