Lunedì 14 Ottobre 2019
   
Text Size

Elicottero del Centro CSAR di Gioia del Colle salva coppia di giovani

elicottero centro csar gioia del colle

elicottero centro csar gioia del colle“Sabato sera, 20 aprile, un elicottero HH-139A dell'84esimo Centro  CSAR (Combat Search and Rescue) dell'Aeronautica Militare ha ritrovato una coppia di giovani che si era persa in una zona impervia del Monte Bulgheria, nella parte meridionale della Campania. 

 L'elicottero, che era in servizio di prontezza, è stato attivato per l'attività di ricerca e soccorso dal Comando delle Operazioni Aeree di Poggio Renatico (FE), a sua volta allertato dalla delegazione campana del Centro Nazionale Soccorso Alpino soccorso cervia hh139_6.1.19_2e Speleologico (CNSAS).

Decollato verso le 22:00 dall'aeroporto di Gioia del Colle, sede dell'84esimo Centro  CSAR, l'HH-139A si è prima diretto a Sasso di Castalda (PZ), dove ha imbarcato una squadra del CNSAS, per poi raggiungere la zona del Monte Bulgheria. Le ricerche sono state condotte usando i visori notturni presenti a bordo dell'elicottero e grazie al contatto telefonico con uno dei due giovani.

Una volta individuata la posizione della coppia, l'equipaggio dell'HH-139A e il team del CNSAS hanno svolto le operazioni di recupero e trasferimento in zona sicura.

L'84esimo Centro CSAR dipende dal 15° Stormo, che ha sede a Cervia, in provincia di Ravenna. Insieme agli altri Centri CSAR distribuiti su tutto il territorio nazionale, esso garantisce 24 ore su 24, 365 giorni l'anno, la ricerca e il soccorso degli equipaggi di volo in difficoltà, oltre a concorrere ad attività di pubblica utilità quali lsoccorso cervia hh139_6.1.19_3a ricerca di dispersi in mare o in montagna, il trasporto sanitario d'urgenza di pazienti in pericolo di vita e il soccorso di traumatizzati gravi.

Il 15° Stormo dell’Aeronautica Militare dipende dal Comando Squadra Aerea per tramite del Comando Forze di Supporto e Speciali. Garantisce 24 ore su 24, per 365 giorni all’anno, la ricerca ed il soccorso degli equipaggi di volo in difficoltà, nonché concorre ad attività di pubblica utilità quali la ricerca di dispersi in mare o in montagna, il trasporto sanitario d’urgenza di ammalati in pericolo di vita ed il soccorso di traumatizzati gravi, l’attività di antincendio boschivo nonché le missioni Slow Mover Interception (SMI) in occasione di grandi eventi.

Il livello addestrativo degli equipaggi, le caratteristiche delle macchine in dotazione nonché l'impiego di apparecchiature e tecniche speciali, quali l'utilizzo di visori notturni, consentono all’Aeronautica Militare di gestire con successo le situazioni di emergenza più complesse grazie, ad esempio, alla capacità d’impiego notturno e in condizioni meteo marginali. Dalla sua costituzione ad oggi, gli equipaggi del 15° Stormo hanno salvato oltre 7200 persone in pericolo di vita”.

Ufficio Stampa Ministero Difesa

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.