Cade con la sedia a rotelle. Bloccato 10 ore al pronto soccorso

cesare scardino - caduta

cesare scardino - cadutaNei giorni scorsi un nostro concittadino - Cesare Scardino - ha rischiato di perdere un occhio cadendo rovinosamente con la sua sedia a rotelle nei pressi della stazione, per l’esattezza laddove si crea un dislivello, all’altezza delle fontane in disuso.

Cesare usciva dalla stazione, in penombra ed accecato dal sole non ha prestato attenzione al dislivello creato dal marciapiede, per l’esattezza aveva memorizzato un percorso piano in continuità tra strada e marciapiede. Aveva appena terminato di conversare con una suora residente a Noci, una delle poche persone che “ancora guarda negli occhi e presta attenzione a chi ha vicino” senza immergersi nell’autismo generato dagli smartphone, quando si è ritrovato con il volto a terra, a pochi centimetri dall’imboccatura della fontana.

Cesare è stato prontamente soccorso da due amici - Franco Anelli e Vincenzo Capozzi - e dalle loro figlie, che hanno provveduto a tamponare la ferita in attesa dell’arrivo dell’ambulanza. Il taglio all’altezza del sopracciglio destro ha sanguinato abbondantemente e l’urto contro una delle fontanine poteva causare danni ben peggiori se fosse avvenuto solo pochi centimetri più in là.

Cesare ha giustamente denunciato l’assenza di segnalazione del marciapiede e la totale inutilità delle fontanine, divenute ricettacolo di rifiuti, oltre che un pericolo per coloro che vi transitano anche a piedi, e già annuncia di essere pronto ad intraprendere un’altra battaglia per risolvere il problema ed evitare che altri possano farsi male. Sono infatti passate alla storia di Gioia le sue lotte per gli stalli per disabili e l’abbattimento delle barriere architettoniche per accedere a marciapiedi ed esercizi pubblici.

Al Pronto soccorso il disagio è ancora più grande… per mettere due punti alla ferita e controllare che la caduta non avesse causato danni alla testa, ha dovuto attendere ben dieci ore. Una sanità non a caso definita da terzo mondo!

Unica nota positiva, tra tutto quel che negli ospedali non funziona, il pronto soccorso gioiese ormai chiuso, il dolore e l’intontimento causato dalla caduta, l’affetto degli amici che numerosi si sono prodigati per stargli accanto ed aiutarlo.

cesare scardino - caduta

cesare scardino caduta