Domenica 21 Aprile 2019
   
Text Size

Ex lavoratori Coop, pronti a tutto, presidiano il Comune

presidio lavoratori coop

presidio lavoratori coop Giornate decisive per gli ex dipendenti della Coop, decisi a presidiare il Comune fino a quando non riceveranno risposte certe sul loro futuro.

Nella mattinata di oggi, martedì 11 dicembre, così come annunciato nel comunicato, erano tutti in piazza Margherita di Savoia, in attesa di poter parlare con il Commissario, per chiedere di trovare una soluzione definitiva per la riapertura del punto vendita e poter tornare al lavoro a distanza di un anno dalla chiusura del supermercato. Un appello ad esser presenti esteso a tutta la città, chiedendo “Il lavoro prima di tutto” ad un anno dalla chiusura del supermercato anno in cui più volte è sembrato aprirsi uno spiraglio sulla vicenda che ha visto riunirsi Regione, Società e Comune.

La chiusura del supermercato - scrivono i dipendenti - ha provocato soprattutto gpresidio lavoratori coopravi ripercussioni socio-economiche sulle famiglie dei dipendenti coinvolti e sull’intera cittadinanza di Gioia del Colle; in particolare l’abbandono e il degrado generato in quest’ultimo anno è palese a tutti, ma soprattutto ai residenti della zona.”

La Coop la sua parte l’ha fatta: è disponibile a riassumere i dipendenti nel momento in cui il supermercato riaprirà, ma se non si sciolgono i nodi legati alle problematiche urbanistiche, nello specifico quelle del piano di rigenerazione urbana che include aree destinate a servizi pubblici insistenti sullo stabile che ospita la Coop, promossi dall’Amministrazione Lucilla ed oggi al vaglio dell’approvazione da parte del Commissario Postiglione, i tempi sono destinati ad allungarsi e le speranze ad affievolirsi.presidio lavoratori coop

Al posto del Commissario, assente, a mezzogiorno è arrivato da Bari il suo vice, l’incontro pertanto è stato rinviato a domani, 12 dicembre.

Il punto su cui si andrà a discutere è l’attesa presentazione del Piano in Regione da parte del Comune ed in particolare i motivi per cui si sta tergiversando. I lavoratori hanno anche testimoniato attraverso scatti fotografici il degrado della struttura nel corso del presidio. Nel caso la situazione non si dirima, non si escludono atti eclatanti.

Video manifestazione: https://www.facebook.com/prodigiopergioia/videos/944225339109604/?t=4

https://www.facebook.com/illavoroprimaditutto/videos/577477312681227/?t=6

presidio lavoratori coop

Commenti  

 
#10 il pettirosso 2018-12-17 08:36
x commento 9/7.....secondo me tu sai?????
 
 
#9 X il pettirosso 2018-12-15 12:33
Se come tu dichiari .....”chiedo a chi sa” perché non fate insieme una bella denuncia? O tu chiedi a chi pensa di sapere e non sa?
 
 
#8 Il pettirosso 2018-12-13 14:17
X commento nr.7.... Io chiedo lumi a chi sa o potrebbe sapere. Se conoscessi i responsabili mi sarei attivato diversamente ma ogni volta che chiedo i nomi dei responsabili..mi rispondono " il comune "...quindi nessun leone da tastiera...ho solo elencato un numero di criticità che si sono verificate in passato e che gravi ripercussioni hanno avuto e avranno sulla cittadinanza gioiese di cui ad oggi non sappiamo i responsabil. Buon giovedi.
 
 
#7 X il pettirosso 2018-12-13 09:24
Scusa ma se sai tutto perché non fai una bella denuncia o sei solo il leone da tastiera
 
 
#6 Il pettirosso 2018-12-13 09:05
X bene....tu dici bene ma anche tu...non fai nessun nome e mi confermi che la colpa è del comune di gioia del colle...entità astratta!!!!!
 
 
#5 Jonny stecchino 2018-12-12 22:52
Forza non mollate l'unione fa la forza almeno voi riuscite a manifestare il vostro disagio ci sono realtà a gioia che vengono censurate perché le mozzarelle chiudono la bocca a tutti poche parole a buon intenditor.....
 
 
#4 Nicola A. 2018-12-12 18:05
Vanno bene i cartelli dei lavoratori ma non le bandire delle sigle. Se queste sigle avessero davvero a cuore il disagio di queste famiglie Gioiesi, avrebbero già proclamato uno sciopero cittadino, invece immobilismo come sempre.
 
 
#3 Bene 2018-12-12 10:59
come scrivevo tutto quanto successo ha un nome e cognome, ma ha ache i nomi di tutti componenti l'amministrazione che hanno firmato per distruggere quanto Gioia aveva. Parlo anche della chiusura dell'ospedale. avevamo votato un nostro concittadino per mandarlo a Bari alla Regione, alla Provincia ed i risultati non sono stati quelli sperati.
Lo scempio della stazione, dei maledettu birilli.concludo scrivendo che certi ESPERTI AMMINISTRATORI, sono stati una sventura per il nostro paese e per noi gioiesi.
 
 
#2 Bene 2018-12-12 10:50
PETTIROSSO, quanto successo ha un nome e cognome,
 
 
#1 IL PETTIROSSO 2018-12-12 08:00
Esprimo per quanto possa valere dal punto di vista morale e sostanziale LA MIA PIENA SOLIDARIETA' A TUTTI I LAVORATORI ED ALLE LORO FAMIGLIE PER QUESTA SITUAZIONE DI DISAGIO DERIVANTE DALLA PERDITA DEL POSTO DI LAVORO. A gran voce pero' chiedo che qualcuno la finisca di non fare nomi e cognomi del o dei responsabili di tutte le malefatte gioiesi degli ultimi 20 anni, sembra che a gioia le colpe non siano di nessuno o forse di un'entità astratta. Chiusura della COOP, chiusura del Macello Comunale, costruzioni abusive, oneri di urbanizzazione non pagati, dissesto finanziario, Cerin, tassazione comunale ai massimi nazionali, ex gestione piscina comunale senza fidejussioni.....l'elenco è lungo e sterminato.......POSSIBILE CHE PER TALE SCEMPIO DA FAR IMPALLIDIRE L'ITALIA....NON CI SIA O SIANO DEI COLPEVOLI.....MA SONO FRUTTO DI UN'ENTITA' ASTRATTA CHIAMATA COMUNE DI GIOIA DEL COLLE??????
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI