Lunedì 12 Novembre 2018
   
Text Size

CARABINIERI ARRESTANO RAPINATORE SERIALE 36ENNE

arrestato topo d'appartamento

arrestato rapinatore seriale “Nella mattinata di ieri, i Carabinieri della Stazione di Casamassima, sotto l’egida del Comando Compagnia Carabinieri di Gioia del Colle, hanno notificato una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP  presso il Tribunale di Bari - dr. Giovanni ANGLANA - per le ipotesi di reato di rapina aggravata continuata e ricettazione nei confronti di MILANO Paolo, 36enne barese, censurato.

Il provvedimento scaturisce dall’attività investigativa posta in essere dai militari a seguito di due rapine a mano armata commesse da un malfattore lo scorso 1^ marzo in Casamassima tra le ore 12.00 e le ore 12.30, la prima ai danni di una prostituta e l’altra ai danni del bar “My Dill’s” annesso all’omonimo distributore di carburanti. Dall’esame delle immagini di videosorveglianza che immortalavano il malvivente giungere a bordo di una Fiat Uno di colore grigio, risultata poi essere oggetto di furto avvenuto in Capurso (BA) lo scorso 4 gennaio 2018,  dalla descrizione fisica fatta dalle vittime nonché dalla corrispondenza dell’abbigliamento indossato dal rapinatore (un cappellino modello zuccotto grigio, scaldacollo nero), è subito apparso chiaro che l’autore dei due delitti era il medesimo soggetto.         

Alla luce di ciò, l’Autorità Giudiziaria barese, condividendo la tesi dei militari, ha disposto una perquisizione domiciliare sul conto di un giovane sospettato, a seguito della quale veniva rinvenuto parte dell’abbigliamento indossato dal malfattore durante le sue azioni criminose.

La conferma definitiva è poi avvenuta quando è stata rinvenuta la Fiat Punto con all’interno il cappellino grigio e lo scaldacollo nero, utilizzati dal malfattore ed immortalate dalle videoriprese. Gli accertamenti tecnici esearrestato rapinatore serialeguiti sul materiale biologico presente sul cappellino hanno restituito il profilo genetico del rapinatore, che comparato con quello prelevato al sospettato, è risultato essere senza alcun ombra di dubbio identico.

Tuttavia, gli elementi indiziari rinvenuti durante la copiosa attività d’indagine posta in essere dagli investigatori hanno ricondotto in capo al MILANO la responsabilità non solo delle due predette rapine, ma anche di altre compiute sia precedentemente che successivamente a quella data, poiché commesse con le medesime modalità e da un soggetto dalle fattezze fisiche perfettamente compatibili.

Nello specifico sono state ricondotte al malfattore la rapina avvenuta nella giornata del 27 febbraio 2018 in Casamassima ai danni dell’area di servizio “Gas Natural”, e quelle avvenute nella giornata del 5 marzo 2018, la prima a Noicattaro (BA) ai danni del Bar My Dill’s e successivamente a distanza di circa 15 minuti in Capurso ai danni del supermercato SIMPLY. Anche in questo caso la comparazione delle immagini estrapolate dai sistemi di videosorveglianza installati nei pressi dei luoghi di reato hanno permesso di constatare che l’autore delle rapine era un soggetto dagli stessi tratti somatici, che si recava sul luogo del delitto a bordo della stessa Fiat Punto di colore grigio.

Nel complesso in capo al MILANO sono state imputate n. 7 rapine in danno di una prostituta e ad esercizi vari, dislocati nei comuni di Casamassima, Noicattaro e Capurso. Il bottino racimolato complessivamente dal rapinatore ammonta a meno di tremila euro.      

Il provvedimento cautelare gli è stato notificato all’interno della Casa Circondariale di Bari, ove era detenuto per altra causa”.

[Comando Provinciale Carabinieri Bari]

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI