Mercoledì 26 Settembre 2018
   
Text Size

CORDOGLIO PER LE VITTIME DEL CROLLO DEL PONTE MORANDI

crollo ponte morandi lutto nazionale

crollo ponte morandi lutto nazionale Oggi, 18 agosto si terranno i funerali delle vittime del crollo Ponte Morandi.

Nel chiasso mediatico seguito alla tragedia, mentre imperversa la polemica sui funerali di stato, percepiti non come momento di cordoglio nazionale ma politico, e sulla scelta di venti famiglie di rivolgere l’ultimo saluto ai propri cari in forma privata, nell’intimo raccoglimento di questo dolorosissimo momento, abbiamo scelto i versi di Grazia Procino per esprimere e condividere con i lettori il nostro cordoglio.

Versi scritti anni fa, non legati alla vicenda, eppur straordinariamente attuali, in una giornata in cui "la compassione, nel senso etimologico del termine - come suggerito dalla poetessa -, sia il collante civile del nostro martoriato paese."

ELEGIA DELLA TERRA DI NESSUNO

Dimentico le carezze che ho dato
Mai troppe - questo tu lo sai, vero?-
Non scordo le lacrime che scorrono
Lungo le guance rosate dei bimbi
Fino alla bocca
I sussulti se le divorano.
Hanno un sapore acre e salato
Le lacrime quando si bevono
Acqua battesimale che segna il dolore.
Non sono abbastanza i baci per asciugare
Desideri scuciti nella coperta
Che non tiene al riparo. Intanto
Il confine tra lacrime e baci
È la terra che non voglio varcare.
[Grazia Procino]

Ricordiamo i nomi di coloro che ad oggi hanno perso la vita.

Vincenzo Licata, 58 anni, nato a Grotte (Agrigento); Andrea Cerulli, 48 anni, portuale della Compagnia unica del Porto di Genova; Gianluca Arpini, 29 anni, di Genova; Alberto Fanfani, 32 anni, nato a Firenze e anestesista all’ospedale Cisanello di Pisa; Elisa Bozzo, 34 anni di Busalla (Genova); Mirko Vicini, 31enne dipendente Amiu. I cileni Ruben Figuerosa Carrasco, 68 anni, Nora Aravena e Juan Carlos Pastenes, quattro giovani di Torre del Greco: Matteo Bentonati, Giovanni Battiloro, Gerardo Esposito e Antonio Stanzione - tutti tra i 19 e i 30 anni, Stella Maria Boccia, di appena 24 anni ed il suo fidanzato 27enne Carlos Erazzo Trujillio di origine dominicana, due uomini albanesi, il 22enne Marjus Djerri, Edy Bokrina entrambi sul furgone della europulizia, Andrea Vittone 49 anni di Venaria Reale (Torino), Manuele e Camilla Bellasio 12 e 16 anni, di Pinerolo, Claucrollo ponte morandi lutto nazionaledia Possetti 47 di Pinerolo altra famiglia falciata dal crollo, Andrea Cerulli 48 di Genova; Samuele e Roberto Robbiano 8 e 44 anni e Ersilia Piccinino 41 famiglia residente a Campomorone, Marta Danisi 29, di Sant'Agata di Militello (Messina) e il suo fidanzato Alberto Fanfani 42, di Firenze, Elisa Bozzo 33, di Genova, Francesco Bello, 41 di Serra Ricco' (Genova), Luigi Matti Altadonna 34 di Genova, Gennaro Sarnataro 43enne di Volla (Napoli), Bruno Casagrande 57enne di Antoninina (Reggio Calabria), Alessandro Campora 55 di Genova.

Tra le vittime accertate anche Francesco Bello, 41 anni, Andrea Cerulli, 48 anni (tifoso del Genoa, conosciuto da tutti nell’ambiente del tifo rossoblu), Giorgio Donaggio, savonese di Andora, 57enne proprietario di cantiere nautico in riviera, Alessandro Robotti, 50 anni di Arquata Scrivia, Alessandria, Angela Zerilli, 58 anni di Milano. Ritrovati poche ore fa sotto un blocco di cemento  i componenti di un'altra famiglia: Cristian Cecala, sua moglie Dwana e la piccola Kristal di 9 anni e l'ultimo dei dispersi, Mirko Vicini, dipendente Amiu che era nella zona della tragedia. In questi ultimi minuti la notizia della morte di uno dei feriti in codice rosso, Marian Rosca, il paziente 36enne di origini romene. Salgono così a 43 le vittime accertate del crollo del Ponte Morandi.

 

 

Commenti  

 
#2 DX 2018-08-18 12:48
Questo è l'unico Governo,che pur essendosi insediato da soli due mesi,sta dimostrando FERMEZZA in ogni ambito della vita nazionale. I precedenti hanno governato solo per SLOGAN, questo governo meravigliosamente POPULISTA, al contrario governa con i FATTI, ed i responsabili amici di Renzi e della SINISTRA,
renderanno conto al paese, SENZA CHE I CITTADINI RINUNCINO INUTILMENTE A FESTEGGIARE I PROPRI SANTI PATRONI, COME SAN ROCCO (vedasi commento di Sergio Gatti)
 
 
#1 Poorlydone 2018-08-18 08:21
Una straziante vergogna!!! Adesso si cerca il capro espiatorio, si cerca di fare propaganda politica addossando le colpe agli altri, ma lo stato (non merita la maiuscola!) dov'è? Sempre latitante, cieco e sordo, quando i cittadini lamentano i disservizi, dalla buca al ponte fatiscente, dai mancati servizi per i disabili alla gestione del bene comune. Troppi soldi finiscono nelle tasche dei pochi, gli stessi che si nascondono dietro abiti scuri e dai pulpiti gridano vendetta e cambiamento, mentre sono i primi a godere dell'incuria costante. Condivido la scelta delle famiglie che colpite dallo straziante vergognoso incidente hanno rifiutato i funerali di stato. Mai più!!!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI