Mercoledì 17 Ottobre 2018
   
Text Size

AIUTIAMO MARIO - CLOCHARD DISABILE SENZA TETTO

senza  tetto

senza  tettoSono numerosi i cittadini che hanno a cuore le sorti di Mario - clochard polacco da anni a Gioia -, solitamente appostato presso il supermercato Eurospin. Da alcuni mesi sua compagna inseparabile è una sedia a rotelle, anch’essa donata da chi gli vuol bene ed ha a cuore non solo la sua salute, ma anche il suo futuro più immediato.

Infatti fino a quando le condizioni di salute glielo hanno permesso, Mario ha scelto il cielo stellato come tetto, spostandosi in estate verso località marine, orgoglioso della sua indipendenza e delle sue scelte di vita. Oggi problemi seri di salute, non ultimi quelli legati alla deambulazione, lo hanno portato al dormitorio del Centro di Ascolto “Un tetto per vivere”, che attualmente lo ospita.

Come ogni anno, nei mesi di luglio ed agosto la struttura viene chiusa e Mario dovrà trovare al più presto un luogo diverso presso cui poggiarsi. Non avendo risorse economiche sufficienti per sostenere i costi di un fitto o di un B&B, la situazione per una persona con una così grave disabilità, diventa drammatica.

Parrebbe infatti che i Servizi sociali, non risultando residente in città, trovino difficoltà nel collocarlo in una struttura, lo stesso dicasi per un ricovero presso cliniche o ospedali presso cui potrebbe essere curato. Anche per questo l’iter burocratico per gli stranieri è farraginoso ed i tempi biblici.

A segnalare questa situazione sono i suoi amici, preoccupati per le precarie condizioni in cui versa, i quali tramite la nostra redazione rivolgono un invito a coloro che hanno una casa o un locale anche piccolo ma dignitoso presso cui ospitare Mario nei mesi di luglio ed agosto, permettendogli così anche di avviare l’iter per richiedere la residenza che tanti problemi potrebbe prevenire e risolvere nel prossimo futuro.

Tra l’altro sempre grazie al buon cuore di chi disinteressatamente lo aiuta, nei giorni scorsi è stata riparata anche la sedia a rotelle, rottasi a seguito di una caduta.

Chiunque vorrà aiutare in qualunque modo Mario, potrà contattare la Redazione o far riferimento a don Tonino Posa, parroco della Chiesa Madre.

 

Commenti  

 
#3 Francesco santoiemma 2018-06-16 22:12
Gentilissima redazione non si potrebbero raccogliere delle firme per sensibilizzare il nostri amministratori in primis il commissario?
 
 
#2 Buono di cuore 2018-06-15 17:31
Adesso ha la nuova sedia a rotelle donata da me????
 
 
#1 Andrea 2018-06-14 19:20
Fatemi capire....iter burocratico farraginoso solo per lui?????e tutti gli altri che occupano appartamenti in pieno centro. ..????
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI