Domenica 19 Agosto 2018
   
Text Size

UN VIOLENTO NUBIFRAGIO BLOCCA LA CITTÀ. E NON È FINITA

ALLAGAMENTI

ALLAGAMENTI Un autentico nubifragio, con pioggia battente, tuoni e lampi, si è abbattuto poco dopo le 13:00 sulla nostra cittadina. Pochi minuti ed è stato il caos. Strade trasformate in ruscelli in piena, marciapiedi sommersi dall’acqua e diverse zone del paese allagate. Una pioggia torrenziale che per mezz’ora non ha dato scampo a tutti i pedoni in giro a quell’ora, bloccati in esercizi commerciali, insieme ai proprietari e lavoratori, o sotto i balconi. Come al solito, in questi casi, si sono manifestate le consuete criticità nelle zone più esposte agli allagamenti, in cui, per via della pendenza, confluisce inesorabilmente la pioggia caduta in altre zone della città.

Una enorme quantità di acqua piovana che non ha trovato, nei numerosi tombini stradali, il suo naturale e consueto deflusso. Le fessure di cui gli stessi sono dotati sono ancora tappati da strisce di nastro adesivo utilizzato per l’effettuazione della deblattizzazione delle fogne.

Il sottovia, uno dei punti critici da tenere sempre sotto stretta osservazione in caso di pioggia, si è ancora una volta allagato. Al suo interno due vetture sono rimaste bloccate immerse nell’acqua. Una situazione che ha paralizzato il traffico sia in entrata che in uscita. Sul luogo stanno operando volontari del Gruppo Comunale della Protezione Civile, di Gioia Soccorso, oltre a vigili urbani e carabinieri.

Da segnalare, inoltre, la chiusura al traffico del secondo tratto di via XXVIII Luglio a causa del cedimento stradale avvenuto per le copiose infiltrazioni dell'acqua piovana.

Un maltempo che secondo le previsioni durerà fino a domani e che non fa presagire nulla di buono. Motivi che ci inducono a consigliare agli automobilisti che ai pedoni e agli organi preposti al controllo di prestare la massima attenzione.

allagamenti

sottovia allagato

Commenti  

 
#15 Antonio Angelillo 2018-06-16 14:37
Cittadino onesto ha visto che quando ragiona forse conclude qualcosa. Allora mi spieghi perché in passato nonostante i bandi il comune non ha partecipato?
Forse Lucilla aveva ragione quando parlava di progetti e bandi.
 
 
#14 cavolo 2018-06-16 08:10
x Antonio Angelillo
Magari quando si fa un progetto sarebbe opportuno verificare la situazione sul posto. Magari chi all'ufficio tecnico (che avrebbe anche funzione di controllo) ha tra le mani un progetto dovrebbe porsi delle domande sulla sua correttezza (solo chi ha le banane agli occhi non potrebbe notare la mancanza di griglie trasversali all'asse viario). Magari ci si dovrebbe chiedere se sia opportuno che lo smaltimento delle (poche) acque raccolte da griglie poste ai lati della strada siano allontanate da pompe elettriche che saltano al primo tuono. Magari si dovrebbe pensare a qualche viabilità alternativa per garantire l'uscita o l'ingresso in emergenza dalla città, mancando ora anche un punto di primo soccorso. Magari si dovrebbero pulire caditoie e condotte di acque di pioggia (ci si accorge che sono ostruite solo quando piove, chissà perché) anche quando c'è bel tempo (e non andare sempre in emergenza). Magari ….
 
 
#13 Cittadino Onesto 2018-06-15 20:08
@Antonio Coso

Io avrei cominciato a chiamare un ingegnere bravo per capire come si progettano sottopassi, marciapiedi e strade, facendo un bando...
Magari ne becchi uno che sa fare il mestiere di progettista... ecco cosa avrei fatto. state sempre a guardare giustificando anche se vi schiaffeggiano. Ogni volta che piove si allaga quel fosso.
 
 
#12 Saverio 2018-06-15 18:06
bravo Andrea, anche il mio cane lo aveva capito, peccato per Aldo...
 
 
#11 Pietro 2018-06-15 17:25
Giustissimo, se un problema è di difficile risoluzione bisogna conviverci, Polizia, Carabinieri, Finanzieri ecc. tutti a casa, non perdete tempo il problema della delinquenza, dell'evasione fiscale ecc. è di difficile risoluzione.
GRANDE sig. Angelillo, lei sarebbe la risoluzione ai problemi non solo di Gioia ma del mondo intero.
 
 
#10 ANdrea 2018-06-15 16:53
CRedo che Saverio, quando ringrazia la passata amiministrazione che ha approvato la chiusura per passaggio a livello, si riferisca alla penultima (Quella dei competenti,per intenderci) e non all'ultima. ESatto Saverio?
 
 
#9 Antonio Angelillo 2018-06-15 09:56
Dato che sulle tastiere siamo tutti bravi vorrei capire cosa di dovrebbe fare per evitare gli allagamenti. Facendo finta che i vari, Onesto, nostalgico, cavolo o altro fossero stati degli amministratori o sindaci di un qualunque paese cosa avrebbero potuto fare per evitare gli allagamenti?
 
 
#8 EXTRAPOPULISTA 2018-06-15 05:45
Eppure in nome della SICUREZZA sono stati capaci di trasferire una Storica Scuola media, perchè mancava il "passamano" alla ringhiera delle scale e chiudere una Biblioteca, perchè non funzionava il "ventilatore" (!)
 
 
#7 Cittadino 2018-06-14 22:59
In questo articolo si legge che a Gioia del Colle ci sono numerosi tombini. La vergognosa realtà è che l'impianto di raccolta delle acque piovane è da terzo mondo. Non è un caso, e non è la prima volta, che quando piove ci sono diverse zone della città che diventano impercorribili. Le "più che discutibili" amministrazioni cittadine di destra, sinistra e lista civica che si sono alternate negli anni, si sono dimostrate assolutamente incapaci di far fronte a questa evidente problematica. VERGOGNATEVI piuttosto che scontrarvi su beghe di partito!!!
 
 
#6 Aldo 2018-06-14 19:27
Allucinante....continuate a rompere anche a dimissioni avvenute...come se tutti i guai di gioia fossero colpa dell'ultima amministrazione...e voglio proprio vedere cosa saranno in grado di fare i posteri...gioia si è sempre allagata. Avete una demenza senile precoce...peccato.
 
 
#5 Saverio 2018-06-14 18:50
una bomba d'acqua come quella di oggi è un'evento imprevedibile, non lo è rimanere con una sola strada percorribile (ponte) per l'attraversamento del paese almeno non lo è fino a quest'ora e questo è davvero ridicolo poichè bastava azionare delle pompe esterne di aspirazione e si riduceva il disagio (anche di quelle di tipo campale trasportabili).
In ogni caso posso solo augurare "Ogni bene" alla passata amministrazione, all'ex sindaco ed a tutti i consiglieri che hanno approvato la chiusura del passaggio a livello e la creazione di questa schifezza...
 
 
#4 Leo 2018-06-14 17:31
Ora si puo' andare a piangere dal Commissario Prefettizio.
 
 
#3 cavolo 2018-06-14 17:18
Siamo sempre alle solite. Serve prevenzione e là dove il problema è noto (sottopasso) rimediare ad una progettazione a dir poco carente. Con il sottopasso come unico accesso sa Santeramo, spesso Gioia è off limits. Quando si comprenderà che con il mutamento climatico andrà sempre peggio per le piogge?
 
 
#2 Cittadino Onesto 2018-06-14 16:49
@Nostalgico vedendo l'ottimo lavoro fatto in 8 mesi su via Federico II di Svevia, dove quando piove solo Briatore con il suo yacht riuscerebbe a percorrerla, siamo certi che Lucilla avrebbe creato una ONG con tanto di nave per l'attraversamento della città!
 
 
#1 Nostalgico 2018-06-14 15:59
Ah Lucilla Lucilla, sarebbe andato lui ad aiutare chi era in difficoltà!ho visto personalmente come si è prodigato quando ci sono state le nevicate. Peccato averlo perso!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI