Venerdì 17 Agosto 2018
   
Text Size

Gioia del Colle. Arrestato per violenza sessuale e maltrattamenti

Arresto Carabinieri

caserma carabinieri Gioia del ColleI Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Gioia del Colle hanno notificato a N.B., 35enne marocchino, un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Bari, Dott. Giovanni ABBATTISTA, per violenza sessuale, maltrattamenti in famiglia e stalking.

Lo  straniero era già detenuto per altra causa presso la Casa Circondariale di Lucera (FG), ove era stato trasferito dopo l’arresto in flagranza di reato operato dai militari della Stazione di Turi (BA) lo scorso mese di marzo in quel centro. 

La misura restrittiva scaturisce dall’attribuzione in capo all’uomo dei reati di violenza sessuale continuata, atti persecutori e vessazioni di ogni tipo in danno di due sorelle connazionali.

Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Bari, hanno accertato che il marocchino, dopo aver interrotto una breve relazione sentimentale con una delle due donne, ha continuato a porre in essere nei suoi confronti atti persecutori consistiti in minacce, percosse, molestie e vessazioni ingenerando nella stessa un sentimento di puro terrore, tanto da costringerla a mutare le proprie abitudini di vita; in alcune occasioni ha anche costretto la doCarabinierinna a subire veri e propri rapporti sessuali contro la sua volontà. Tali atteggiamenti minacciosi e molesti sono stati anche assunti nei confronti della sorella della vittima, costretta anche lei a subire atti sessuali.   

L’uomo minacciava le donne di cospargerle con dell’acido, di renderle invalide o, addirittura di bruciarle vive.

Tali angherie si sono protratte da ottobre 2017 fino allo scorso mese di marzo, quando le sventurate hanno trovato il coraggio e la forza di raccontare tutte le loro vicissitudini ai militari della Compagnia di Gioia del Colle, tant’è che una delle due per sfuggire alle continue angherie, ha deciso di rifugiarsi in una casa protetta, aiutata dal Centro Antiviolenza di Gioia del Colle.

L’immediata attività investigativa ha così portato all’emissione, nei confronti dell’aguzzino, di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per gravi reati di violenza sessuale, stalking e maltrattamenti in famiglia le cui esigenze cautelari si andranno a sommare con quelle a cui è già sottoposto il detenuto per altra causa”.

[Comando Provinciale Carabinieri Bari]

 

Commenti  

 
#5 Filippo28 2018-05-11 16:22
In realtà ho usato un termine diverso. "Espellerlo" è quello usato dalla redazione (che rispetto, ma non condivido). Il mio era tipo farlo sedere su una sedia particolare....
In ogni caso non mi fido più di nessuno di questa gente, è se il prezzo da pagare è essere additato come qualunquista o populista, ditemi dove devo firmare...
 
 
#4 MA VATTIN VA 2018-05-11 14:29
Caro Vittorio, "violento per violento" non sarebbe meglio che lo andasse a fare a casa sua? Abbiamo già perso la nostra sovranità nazionale con la fottutissima Europa, ma dico io almeno un po di amore per casa nostra lo vogliamo avere, o siamo completamente scemuniti con questo "ugualitarismo"...?
XFilippo: una legge che permetta di espellerlo in maniera legale? Dimmi una cosa: quando arrivano come "eserciti" in casa nostra in maniera illegale, la cosa ti preoccupa allo stesso modo?
 
 
#3 Ivan 2018-05-10 20:18
Queste sono le risorse dei sinistroidi...
 
 
#2 Vittorio 2018-05-10 19:49
Non vedo cosa si potrebbe risolvere con il rimpatrio...un violento è violento ovunque.castrazione chimica...e voglio essere magnanimo...
 
 
#1 Filippo 2018-05-10 18:37
La società non ha bisogno di questo individuo. Non è possibile redimerlo e sarebbe comunque inutile. Tornerà a delinquere e a fare tutto quello che ha sempre fatto........espellerlo sarebbe auspicabile, ovviamente con una legge che permetta di farlo in maniera legale.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI