Sabato 24 Febbraio 2018
   
Text Size

Due decolli su allarme in un’ora per i caccia italiani in Estonia

scramble eurofighter 36 stormo

scramble eurofighter 36 stormo “Questa mattina, tre velivoli Eurofighter Typhoon italiani della Task Force Air 36° Stormo Caccia di Gioia del Colle, in Estonia per la missione NATO di Airpolicing, sono dovuti intervenire per identificare un velivolo che stava attraversando lo spazio aereo  estone senza osservare le previste procedure di identificazione.

I velivoli italiani, chiamati ad effettuare quello che in gergo tecnico è detto "Alpha Scramble", in pochi minuti hanno intercettato un aereo da trasporto della Federazione Russa, un An-26 "Curl", entrato nello spazio aereo NATO privo di autorizzazione. Gli Eurofighter Typhoon hanno proceduto al riconoscimento del velivolo russo e lo hanno accompagnato fuori dallo spazio aereo, come previsto dalle regole dall'Organizzazioscramble eurofighter 36 stormone internazionale dell'Aviazione Civile (ICAO).

Al termine dell'attività, mentre i velivoli stavano facendo rientro verso la base aerea di Amari, sede della Task Force Air italiana, il Combined Air Operations Centre (CAOC) NATO di Uedem in Germania, responsabile del settore aereo baltico, ha lanciato nuovamente  un allarme "scramble"  per più tracce aeree appartenenti a velivoli privi di autorizzazione. Un terzo Eurofighter è quindi decollato ed anche in questo caso ha agganciato la tracce radar ed in breviscramble eurofighter 36 stormossimo tempo ha raggiunto i velivoli sospetti, rivelatisi un aereo da cargo con scorta di Sukhoi "Flanker", tutti con le insegne della Federazione Russa, che sono stati identificati ed accompagnati fuori dallo spazio aereo estone.

I caccia italiani stanno assicurando, dai primi giorni di gennaio, l'integrità dello spazio aereo sui cieli delle Repubbliche baltiche sotto il controllo della NATO. Nel 2004, con l'ingresso nell'Alleanza Atlantica dei Paesi Baltici e della Bulgaria, gli spazi aerei di quei paesi sono divenuti parte integrante dello spazio euro-atlantico e, come tali, sono stati inclusi nel sistema di difesa aerea e missilistico della NATO. Tale sistema comprende anche l'attività di Air Policing, che consiste nella continua sorveglianza aerea volta ad assicurare l'integrità e la sicurezza dello spazio aereo della NATO”.

Ufficio Stampa Ministero della Difesa

Commenti  

 
#2 vito di gioia 2018-02-10 13:23
Gli ex invasori del regime di Stalin e gli attuali capi dell'attuale repubblica Russia amoreggiano affinché le vecchie Repubbliche BALTICHE e SCANDINAVE vengano sotto la tanto auspicata ANNESSIONE.........
 
 
#1 vito740 2018-02-10 09:48
stanno verificando i tempi di reazione delle difese.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI