Lunedì 18 Giugno 2018
   
Text Size

Inizio anno con incidenti e amputazioni anche a causa di petardi

118-ambulanza-00053

feriti-bottiContinuano a giungere segnalazioni di incidenti, dopo il tragico esordio di questo anno, purtroppo funestato dalla perdita di quattro vite sulla strada a pochi chilometri da Gioia.

La prima segnalazione giunta in redazione corredata da scarne indicazioni, fa riferimento ad un incidente avvenuto sulla via vecchia per Castellaneta, all’altezza della Cicerchia sempre il 1° gennaio. In questo caso ad essersi ferito pare sia un giovane gioiese - Francesco P. -, ricoverato al Policlinico di Bari, a rischio di amputazione di un arto. Con lui la fidanzata, Mariella L., commessa di uno store gioiese che fortunatamente non ha riportato gravi ferite. Tale notizia, pur se riferita con dettagli sulla generalità del giovane, non ha al momento trovato un riscontro ufficiale, per cui si spera che la prognosi sia meno infausta.

Ben più circostanziata è invece la notizia dello scoppio di un petardo tra le mani di un ragazzino di circa 9 anni, intorno a mezzogiorno di oggi -  3 gennaio - in Piazza XX Settembre.

I presenti in zona, che hanno assistito al dramma del bimbo, hanno fermato l’auto di un tecnico delle caldaie di passaggio in quel momento e chiesto che il ragazzo fosse portato al Pronto soccorso di Gioia, aiuto per altro prontamente concesso.

La dinamica dell’incidente è davvero drammatica. Pare che il bambino, residente nei paraggi, abbia trovato il petardo inesploso vicino la fontana della piazza, lo abbia raccolto e tentato di accendere. L’esplosione lo ha colto di sorpresa e ben poco ha potuto fare per evitare il peggio. Solo tanto spavento per due suoi amici con i quali era intento a condividere la gioia di quel ritrovamento.  

In questo caso le notizie frammentarie in attesa di conferma, sono diventate purtroppo realtà. Al bimbo sono stati amputati tre dita della mano destra, una mutilazione che potrebbe segnare per tutta la vita il giovane. Quel che è certo è che il nuovo anno già registra notizie di cronaca davvero poco confortanti.

 

Commenti  

 
#13 tantoper2017 2018-01-05 12:33
Giudicare chi, cosa? Se mai nn bisogna fare vendere questi prodotti pericolosi, e badate bene nn parliamo di innoque miccette, ma spesso di bombe vere e proprie. E intanto sarei curioso di sapere quali frutti abbia dato l'ordinanza del sindaco, sono state elevate delle multe o per qualcuno a Gioia sono stati esplosi solo... miccette? Risparmiamoci ulteriori commenti.
Un saluto al piccolo Davide.
 
 
#12 Vergogna 2018-01-05 02:15
Cari moralisti .... mettetevi nei panni dei poveri genitori che leggono i vostri stupidi commenti dopo una tragedia di tale spessore non siete in posizione di insegnare niente a nessuno i vostri figli a 12 o 13 anni fumano bevono e le vostre figlie dormono già fuori casa nei locali con altri ragazzi ... scusatemi se preferisco vedere bambini che giocano ancora nelle piazzette gioiesi se pur con 'pizzottole' gli incoscienti sono sempre gli adulti che lasciano per terra bombe inesplose in luoghi così frequentati da bambini giocando con la loro ingenuità... E poi un occhio anche hai nostri amati tabaccai che vendono sigarette e accendini a minorenni ... attenzione ragazzi invece di giudicare sostenete la famiglia e controllate di più la vostra ... grazie per l'attenzione ...
 
 
#11 Patrizua 2018-01-05 00:31
Mio figlio a 12 anni più volte gli ho detto che i petardi sono pericolosissimi, avendo avuti casi IN famiglia di amputazioni alle mani, nonostante i miei accorgimenti a mia insaputa mio figlio minorenne è andato a comprare petardi di grosse dimensioni i Zeus in un esercizio commerciale di Gioia che ignorando la giovane età di mio figlio e altri amici ha venduto loro molti pacchi di petardi, io ho sequestrato il tutto.
 
 
#10 Nali 2018-01-05 00:07
Sig. Marta, se avesse letto correttamente il mio commento avrebbe capito che mi riferivo non al bambino che poverino é stato vittima di questa stupida usanza di sparare le bombette nel periodo delle feste, ma proprio al concetto in sé. Non vedo, né ora e né quando ero piccola, quale sia il divertimento nel farlo per questo invito chiunque abbia dei figli a non comprargli le bombette perché sono una cosa stupida oltre che inutile! Poi ognuno la pensa come vuole ma ritengo che non si debba arrivare a queste situazioni per capire il danno che provocano. Non é che se riguardano un anziano o un animale allora chissene frega, se lei ragiona così mi dispiace, ma ci sono anche altre conseguenze sicuramente meno eclatanti e che suscitano meno scalpore, ma non per questo a mio avviso dovrebbero essere da meno. Detto ciò mi spiace davvero molto per il bambino, gli auguro tanta fortuna per la vita che dovrá affrontare.
 
 
#9 Simone Fede 2018-01-04 18:53
Davide è un mio amico.Mio cugino è il migliore amico di Davide.Davide se leggi questo messaggio sarò sempre con te. Siamo tutti con te.Auguri e buona fortuna. Sono Simone il cugino di Gianfranco. Ciaooooooooo!!!!!!
 
 
#8 Valerio 2018-01-04 17:48
Resto vicino davvero tanto a Davide anche perché mio conoscente e soprattutto alla famiglia che sta passando un brutto momento ciao DAVIDE!❤️
 
 
#7 The end 2018-01-04 17:18
Io ho perso il 60% della sensibilità del pollice sinistro,x un infortunio sul lavoro,ho enormi difficoltà nel fare i semplici gesti giornalieri,non oso immaginare il piccolo Davide senza tre dita. X questo mi permetto di lasciare un messaggio NON GIUDICHIAMO XKE NOI NON SIAMO NESSUNO X GIUDICARE GLI ALTRI. Poi vorrei dare un grossissimo abbraccio al piccolo Davide forza che la vita è stupenda nonostante le difficoltà.X concludere se le notizie sono confermate vorrei fare un grosso in bocca al lupo a Francesco e Mariella forza ragazzi.
 
 
#6 V. Passerotti 2018-01-04 15:20
Abbraccio il piccolo Davide e gli altri due bambini coinvolti. Abbraccio anche i loro genitori che si trovano in questo momento di sofferenza a dover anche sopportare il giudizio. Credo che la disgrazia si poteva evitare, con molta probabilità, ma adesso che è capitata non è il caso di trovare colpevoli a tutti i costi, piuttosto stiamo vicini a questi bambini ed ai loro genitori! Così si comporta una comunità matura, (credo).
 
 
#5 Gatti Maria 2018-01-04 08:03
E che ci faceva un bimbo di 9 anni con un accendino ?
 
 
#4 Marta 2018-01-04 06:48
Nali un commento stupido, facile parlare,un bambino perde 3 dita e tu cosa scrivi?
Genitori che devono insegnare,anziani,animali......
Io mando un abbraccio al piccolo Davide, e alla famiglia......
 
 
#3 Carlo 2018-01-03 23:57
Confermo pienamente.... sono certo che anche da parte del bambino ci poteva essere un po’ più di intelligenza !!! Credo che non sia normale ne accendere i petardi ne avere accendini o altri oggetti pericolosi alla giovane età di 9 anni io non so cosa pensare ....
Resto del parere che le nuove generazioni sono molto "infantili " e non anno il senso della responsabilità
Ps: Questo non sta a significare che non mi dispiace per il bambino ....
 
 
#2 Mi associo 2018-01-03 23:23
Ben detto Mali...
 
 
#1 Nali 2018-01-03 22:52
Quel che é certo é che la gente continuerá con queste stupidaggini senza preoccuparsi delle conseguenze. Mi chiedo, se esiste un'ordinanza, come mai la bancarella difronte alla San Filippo é sempre lì ogni anno? I genitori non potrebbero insegnare ai figli che non c'é nessun divertimento nello scoppiare queste bombe che provocano solo inquinamento acustico e danni peggiori, oltre allo spavento negli anziani e negli animali.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI