Lunedì 18 Dicembre 2017
   
Text Size

AREA BIMBI AUCHAN. AGGREDITE LE DUE EDUCATRICI

casamassima-area-bimbi-02

centro commerciale auchan “Oggi, 20 novembre 2017, si celebra la Giornata mondiale dei diritti dei bambini e delle bambine. Ieri, 19 novembre 2017, l'Area Bimbi del Centro Commerciale Auchan di Casamassima in provincia di Bari, ha festeggiato offrendo ai bambini lo spettacolo di due mamme che, scavalcato il cancello di recinzione, hanno aggredito le due educatrici, prendendole a calci e pugni, perchè era stato detto loro che l'Area Bimbi era al momento al completo come presenze e non potevano lasciare "immediatamente" i loro figli.

I bambini non hanno però mostrato di divertirsi, anzi piangevano spaventati e disperati, mentre nessuno dei passanti ha mosso un dito per fermare l'aggressione. Le due donne sono poi scappate lasciando il cancello aperto e offrendo ai bambini la possibilità di uscire e di perdersi nella folla immensa della domenica pomeriggio.area bimbi auchan casamassima

Orrore, sgomento, incredulità per l'accaduto?

Niente di tutto questo.

L'Area Bimbi oggi riapre tranquillamente, come se niente fosse accaduto. Le educatrici sono a casa con 20 giorni di prognosi e tutta la vita segnata da ciò che hanno subito. Ma bisogna andare avanti in nome del Dio Profitto. Domani diremo "Ma questi giovani di oggi, però, sono ingestibili!". Dimenticando che sono semplicemente i bambini di ieri, gli stessi che assistono ai comportamenti violenti degli adulti”.

Dott.ssa Antonietta Conte

Pediatra di famiglia, referente Progetto GIADA (gruppo contro gli abusi sui minori e la violenza sulle donne)

 

Commenti  

 
#15 Uffa 2017-11-24 10:00
Esiste un codice penale, e che diamine! Se fosse davvero applicato è molto probabile che queste cose, inclusa la violenza a scuola, non accadrebbero più. O ne accadrebbero meno. Il guaio vero è che siamo il paese dell'impunità, come capiscono subito gli stranieri che entrano nel nostro territorio. Non è possibile che per un fatto del genere non ci siano conseguenze penali. Perché? Paura? Omertà? Oppure cosa?
 
 
#14 Anonimo 2017-11-23 15:25
Apparte la violenza che deve essere sempre punita con una pena esemplare, quel che mi lascia senza parole e un ribrezzo infinito è l indifferenza della gente .
Io non riuscirei a fare finta di niente davanti alla violenza.
 
 
#13 Mamma 2017-11-23 08:43
Principali responsabili della "degenerazione" attuale e futura sono i genitori non i ragazzi maleducati e strafottenti che incontriamo
 
 
#12 Gianni 2017-11-22 22:12
Solidarietà alle due baby sitter
 
 
#11 Pinko 2017-11-22 15:07
Visto l'andamento e l'affluenza di visitatori nei centri commerciali... devono chiedere la presenza dal mattino alla sera di agenti di polizia...carabinieri, Polizia e vigili urbani. certo rispetto e apprezzo il lavoro dei vigilanti ma poverini non possono fare altro.
 
 
#10 E 2017-11-22 11:41
Il problema che ad auchAn i ragazzi della sicurezza sono pochi per quanto è grande il parco........ Pattuglie di carabinieri o polizia devono costantemente essere presenti soprattutto le domeniche i festivi e la sera. Il 23 dicembre auchan chiuderà alle 23 al pubblico e le ragazze dei negozi andranno a casa alle 24 andando a prendere le loro macchine in parcheggi lontani e non controllati. Queste cose non vengono pensate quando si prendono decisioni di chiusurè? ???
 
 
#9 LuctheFlower 2017-11-22 09:09
Io ritengo che Auchan stesso deve denunciare queste due donne (anche perché ci dovrebbero essere le riprese Delle telecamere) per prima cosa nell'intento di proteggere le proprie dipendenti ed in secondo luogo, far sapere che pena hanno avuto affinché, eventualmente ci dovessero essere altre/i malintenzionate/i, possano scoraggiarsi dall'interaprendere azioni deplorevoli come quella in oggetto. É basta con le menate Nord e Sud, purtroppo i maleducati e gli educati sono d'appertutto! Grazie.
 
 
#8 EXTRAPOPULISTA 2017-11-22 06:55
Ormai quando sento parlare di violenza di genere mi viene l'orticaria. Smettiamola di pensare che al giorno d'oggi le donne possano essere solamente vittime come lo erano un tempo. Quella che si vuole chiamare a tutti i costi "di genere" in realtà è solo il segnale di una degenerazione sociale che riguarda tutti indistintamente, adulti, adolescenti, maschi e femmine. VEDASI ANCHE "AGGRESSIONE AL DIRIGENTE SCOLASTICO" letto qualche giorno fa, e qualcuno la smetta col vittimismo, perchè oggi molte donne e soprattutto "mamme" sono più violente di chi a casa le fa gli occhi neri.
 
 
#7 Linda 2017-11-21 22:05
Mi dispiace moltissimo per le ragazze, sempre molto gentili e disponibili. I miei figli le adorano. Spero che si rimettano presto.
 
 
#6 Donatella 2017-11-21 21:36
Purtroppo e' ormai un luogo comune. Io lavoro al pubblico e ogni giorno sfioriamo l'aggressione perche'l'utenza e' frustrata e psicologicamente instabile, insofferente alle regole e all' ordine in generale. Siamo allo sbando
 
 
#5 Anna 2017-11-21 19:44
Due ragazze meravigliose...mi dispiace molto. Sicuramente uno "spettacolo" indecoroso a cui purtroppo hanno assistito anche i bambini.
 
 
#4 Laura 2017-11-21 10:32
Purtroppo da Auchan passa il peggio del peggio...trattano con arroganza e maleducazione coloro che lavorano lì...tutto questo, perchè, questi colossi non fanno altro che assecondare i capricci di questi ......che vengono a spendere...tutela dei lavoratori zero...umiliati, maltrattati, sfruttati, questo è il loro destino...aggiungiamo poi, che i figli di questi...saranno peggio di loro!!!!!!!!!
 
 
#3 mike 2017-11-21 10:03
poi si lamentano e si arrabbiano se ti chiamano terrone, se ti chiamano incivile se vogliono distinguere il nord dal sud..e fanno bene..abbiamo la migliore cucina del mondo?..e chi se ne frega!!..è niente in confronto alla maleducazione e arroganza che vi distingue..io non mi ritengo far parte di questa categoria e mi vergogno di essere meridionale..e non aggiungo altro
 
 
#2 angela 2017-11-21 08:39
Ma che testimonianza stiamo dando ai ns figli, quella che se non otteniamo quello che vogliamo, picchiamo chi ci dice di no. Quei bambini che hanno visto l'aggressione cosa avranno capito? che non si può stare al sicuro a giocare, che può entrare chiunque e farli del male? mi vergogno anche di coloro che hanno visto l'aggressione e non sono intervenuti. Ma il bene comune dove è andato a finire? SVEGLIAMOCIIII perché quel male, non si ferma solo a chi lo ha subito.
 
 
#1 luigino 2017-11-21 06:51
Ormai si è arrivati al punto che bisognerebbe educare i genitori più dei figli.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI