Martedì 21 Novembre 2017
   
Text Size

SPACCIO. CARABINIERI ARRESTANO INSOSPETTABILE 25enne

arrestato

unità cinofilaEra da tempo che i Carabinieri di Acquaviva delle Fonti – alle dipendenze del Comando Compagnia Carabinieri di Gioia del Colle -, controllavano i movimenti di L.A., 25enne del posto, incensurato. Nella mattinata di ieri, con l’ausilio di un’unità cinofila antidroga, dopo aver pedinato il sospettato sino all’abitazione di residenza, ubicata nelle campagne di Acquaviva, i Carabinieri hanno deciso di intervenire e bloccarlo.

Il fiuto del cane “Zilo” ha consentito di rinvenire un ingente quantitativo di stupefacente che era stato ben nascosto fuori dall’abitazione.

Difatti, dopo aver perquisito l’immobile e le sue pertinenze, l’unità cinofila ha indirizzato le ricerche verso un muretto di pietra di un terreno prospiciente, dove era ben occultata una busta in plastica con all’interno varie confezioni termosaldate di cocaina.

La droga era già pronta per lo spaccio in quanto era stata già sigillata in involucri di 1, 2, 5, 10 e 20  grammi e quindi pronta ad essere ceduta.

Complessivamente sono stspaccio arrestato 25enneati sequestrati ben 300 grammi di “cocaina” che, se immessi sul mercato, avrebbero fruttato 250 mila euro.

Inoltre, nel corso delle operazioni,  oltre alla droga, sono state rinvenute e sottoposte a sequestro 7 cartucce di vario calibro per arma comune da sparo.

L’ingente quantitativo di droga rinvenuta e sequestrata fa presumere che l’attività posta in essere dall’insospettabile incensurato, fosse lucrosa e già avviata da tempo, pertanto sono in corso indagini finalizzate a  risalire ai canali di approvvigionamento ed alla clientela.

L’uomo al termine delle formalità di rito, è stato associato presso la casa Circondariale di Bari, come disposto dal Pubblico Ministero, informato dei fatti.

Nei prossimi giorni la droga verrà analizzata dal Laboratorio del Comando Provinciale Carabinieri di Bari, al fine di stabilirne purezza e qualità”.

[Comando Provinciale Carabinieri Bari]

 

Commenti  

 
#2 FabioX Libero Didire 2017-10-26 09:17
ti vorrei ricordare che lo spaccio in alcuni paesi asiatici è punito con l'ergastolo, mentre in altri paesi Arabi è punito direttamente con la pena di morte. Ora, senza voler estremizzare tali pene, ritengo che la droga sia una strada che porta prima alla dipendenza e poi alla morte. Talvolta, alla morte di gente innocente se chi ne fa uso si metta alla guida di un veicolo. Credo che la Redazione faccia bene ad informare e che ciò sia anche di monito alle generazioni di giovani che si avviano a compiere bravate pericolose. So di per certo di ragazzi che si siano preso in carico l'occultamento di droghe, semplicemente perchè volevano dimostrare al branco il coraggio e la loro affiliazione, pur non essendo consumatori di tali sostanze. L.A. spero sia uno di questi e che per lui si risolva tutto nel migliore dei modi nei confronti della giustizia.
 
 
#1 Libero Didire 2017-10-24 16:04
Siccome L.A. 25anni é di Acquaviva delle Fonti, nessun gioiese reclama il suo nome.
La redazione fa bene a non dichiarare i nomi mantenendo il giusto riservo. Per qualsiasi atto criminoso, sarà la giustizia a fare il suo corso e non i pettegolezzi paesani.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI