Martedì 21 Novembre 2017
   
Text Size

CASO COOP – CHIUSURA CONFERMATA O SCONGIURATA?

coop gioia del colle

coop gioia del colle Ore 20.15 di sabato, 21 ottobre. Un sabato sera come tanti, alla cassa della Coop del centro “Le Torri” di Gioia del Colle. Una cliente chiede alla cassiera se ci sono novità, altri clienti si accodano e chiedono se sia possibile avviare una raccolta firme per scongiurare la chiusura di un supermercato che serve non solo la città e il quartiere - a rischio di ghettizzazione, essendo poco servito -, ma anche i clienti dei paesi limitrofi, altrimenti costretti a percorrere molti più chilometri nel caos di Bari.

Ed in questi giorni sono tantissimi i clienti che si dichiarano disposti anche a manifestare sotto il Comune per mantenere aperto l’esercizio commerciale.

Qual è la situazione? I fatti sono chiari: con l’ordinanza di chiusura n. 119 del 19/10/17 emessa dal Comune, il supermercato ed i negozi ospitatati nella galleria dovranno chiudere i battenti per rendere esecutiva la sentenza del Consiglio di Stato entro e non oltre il 15 novembre.

Della lettera con cui il sindaco Donato Lucilla avrebbe chiesto “lumi” al Consiglio di Stato sulle quei passaggi della sentenza che sembrerebbero consentire di salvare i posti di lavoro e sanare la situazione, nessuna notizia. Né se ne parla in interviste o altri contesti.

coop gioia del colleEppure i vertici della società hanno già predisposto un assegno di 576mila euro per “saldare” i conti con il Comune, oltre ad aver intenzione di risistemare e “donare” i locali sovrastanti all’Ente per ospitare servizi pubblici, un’offerta importante, che risolverebbe non pochi problemi logistici per uffici “sfrattati” per vari motivi, basti pensare alle polemiche scatenate dallo spostamento dell’INPS a Palazzo Serino e della biblioteca comunale, presso l’ex scuola media Losapio.

Denaro con cui si potrebbe rilastricare tutta Gioia e forse avanzerebbe anche qualcosa.

E’ ovvio che il Comune non può non adempiere ad una sentenza, così come dovrà farlo per il palazzo costruito nell’ex Arena Castellana, ma una risposta al riguardo dei provvedimenti attesi e concordati con sindacati e maestranze va data, e va data anche alla città, ai dipendenti che sono sulla graticola di una mobilità che potrebbe risultare devastante per le loro finanze e famiglie, ai clienti che sono anche “soci” e dovranno far spesa altrove.

Chiediamo, quindi, pubblicamente ai nostri amministratori a nome dei clienti e dei lettori di esprimersi sulla questione Coop e con urgenza. Non si può più tergiversare!

 

Commenti  

 
#9 Alessandro M. 2017-10-24 11:36
X OBIETTIVO
Benissimo, la legge DEVE ESSERE RISPETTATA SEMPRE in ogni circostanza. Allora si inizi a ripristinare lo stato dei luoghi di tantissimi piccoli abusi edilizi condonati chissà come (se vuole ho un esempio sottocasa); devono essere demolite TUTTE le costruzioni abusive o dichiarate tali comprese le ville con distanza non a norma di legge; bisognerebbe anche far rispettare la legge anche sulla sosta selvaggia e non spostare il percorso/fermate dei bus perché non si è capaci di farlo; far rispettare la LEGGE sulle OCCUPAZIONI ABUSIVE DI SUOLO PUBBLICO con esercenti che espongono merci sui marciapiedi e tavolini che impediscono il transito dei pedoni, ripristinare la legge per impedire il DISTURBO ALLA QUIETE PUBBLICA (molti locali usano musica a tutto volume all’esterno dell’esercizio con schiamazzi vari), anche RIPARARE LE STRADE E’ una LEGGE. Ho l’impressione che la SUA LEGGE è solo quella che le fa più comodo.
 
 
#8 Piccoloesercente 2017-10-23 09:23
Magari la soluzione si trovasasse andando a protestare sotto il Comune!!! Peccato che non sarà la protesta a trovare soluzioni e l'amministrazione ha le armi spuntate perché c'è una sentenza definitiva dal 2012! E l'adempimento di questa sentenza la aspettiam9 tutti i piccoli esercenti alimentari di Gioia danneggiati in questi anni. O questi non sono cittadini di Gioia?
 
 
#7 obiettivo 2017-10-23 08:52
ogni volta c'è da trovare un rimedio per ovviare alla legge. si invocano i posti di lavoro e la "realtà". Ogni volta si cerca di falla franca in nome di ideali strani e infondati. UNA VOLTA PER TUTTE, invece, DEVE ESSERE RISPETTA LA LEGGE.
 
 
#6 Anita 2017-10-23 06:22
Come al solito le realtà positive del nostro paese debbono sempre essere buttate all'aria....ma possibile che non si possa trovare una soluzion....speriamo che non succeda. È un punto di riferimento per tante famiglia.
 
 
#5 Basito 2017-10-22 22:29
Rilastricare Gioia con 576000,00euro e addirittura far avanzare soldi mi sembra una cosa molto, molto ma molto molto fantasiosa. Mi sembra che si voglia offendere l'intelligenza dei gioiesi!
L'amministrazione a norma di legge(la loro legge) troverà la soluzione al vostro problema, basterà che uno di loro trovi utilità al vostro esercizio e il gioco è fatto.
 
 
#4 Bravi 2017-10-22 18:46
Bravi certo andiamo sotto il Comune a prendercela contro gli unici che in questa storia non hanno colpe ne strumenti per risolverla. Ci sono responsabilità di altri vecchi politici e una sentenza definitiva senza soluzioni. Ma andiamo a protestare sotto il Comune. Portando quali soluzioni previste a norma di legge?
 
 
#3 Giovanni Addabbo 2017-10-22 16:52
Pur sapendo della volontà talebana di alcuni, spero che questa amministrazione per la questione Coop abbia la capacità politica di trovare la formula migliore per salvare la città da una situazione ancora più grave..!!!
Questa volta sarebbe opportuno ascoltare più i soci Coop e i cittadini e meno gli sbandieratori di morte, spesso ospiti di questo sito.
Qualunque sarà l'esito, sarà la città a valutarne il risultato.
 
 
#2 Antonio 2017-10-22 15:19
Non chiudetela
Abbiamo una realtà che tutti i paesi limitrofi si sognano, abbiamo tante famiglie che ci lavorano, abbiamo bisogno della Coop.
Ormai il supermercato esiste, cerchiamo un modo celere per farlo restare. Non conviene a nessuno la chiusura.
 
 
#1 obiettivo 2017-10-22 15:01
e la richiesta è quanto meno mal posta e presentata in modo non opportuno. I canali dicomunicazione con la pubblica amministazione prescindono da pagine web

La Redazione
I canali? Quali?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI