Domenica 15 Settembre 2019
   
Text Size

TERESA LUDOVICO DAL GIAPPONE AL KISMET A BIRMINGHAM

teresa ludovico

teresa ludovico Quando si è cittadini del mondo, per di più di “successo”, non ci sono confini che tengano e nell’arco di poche ore ci si ritrova dal Sol Levante tra le brume di Londra, con una puntatina a casa, in quel di Gioia, per salutare i propri cari e intercettare una bella giornata di sole.

Teresa Ludovico, regista e attrice gioiese, direttrice artistica del Kismet, questo percorso d’arte e di vita lo ha scelto e coltivato negli anni, prediligendo l’incontro all’attesa, l’incognita alla certezza, con grande coraggio e tanta determinazione.

E il nostro pensiero viaggia con lei, la accompagna e la incoraggia, plaude in “giapponese e inglese ed anche un po’ in gioiese”, perché quando una di noi, “una su mille” ce la fa e raggiunge il successo, la gioia è infinita e va condivisa.

Restano intimamente suoi i tanti, silenziosi sacrifici, le corse in aeroporto, la valigia sempre aperta sul letto e - quando il sipario si chiude -, la malinconica, nostalgica consapevolezza di aver lasciato metà cuore altrove, accanto a chi ama e si ama. Ma quando il sole sorge, tutto rinasce, anche la certezza di non appartenere più a se stessi ma al pubblico.

Il dono di creare emozioni attraverso il gesto e la parola è un sortilegio cui è impossibile sottrarsi, investe di sacralità, è al contempo prigione dorata e sconfinato orizzonte in cui esprimersi in totale libertà.

Il 25 e 26 ottobre Teresa Ludovico è ritornata nel suo teatro - al Kismet - per il debutto di Namur, inedito di Antonio Tarantino, di cui è regista ed teresa ludovicoattrice accanto a Roberto Corradino e venerdì 24, ha presentato lo spettacolo nella libreria Feltrinelli di Bari insieme con il critico Nicola Viesti.

Teresa era tornata in questi giorni da Tokyo, sua seconda patria da quattordici anni. Tanti ne sono trascorsi da quando con “Bella e bestia” conquistò il pubblico nipponico, contaminando di gioiesità questo mondo - culla di civiltà e teatro -, e lasciandosi sedurre dai colori, dai ritmi, dalla musicalità del gesto, impercettibile quanto il fremito di un battito d’ali di farfalla, affilato quanto la spada di un samurai, solido e paziente quanto la millenaria cultura che lo genera.

Abbiamo chiesto a Teresa come mai sia così spesso in Giappone, nazione che tra l’altro vive il dramma dell’inquinamento nucleare per la seconda volta nell’arco degli ultimi 70 anni, impotente nel curare le ferite che lo tsunami ha inferto non solo alle famiglie e all’economia, ma anche ai mari e all’ambiente, di cui poco si parla ma tanto si subisce e subirà…

“Ho ripreso l'allestimento del "Compagno di viaggio", uno spettacolo che si replica ormai da sei anni e che ha vinto un prestigioso premio nazionale come migliore opera per le nuove generazioni...” dichiara Teresa Ludovico.

“Frequento il Giappone ormai da 14 anni e - pur non conoscendo la lingua giapponese -, grazie ad una bravissima interprete, ad un grande ascolto e un approfondimento della cultura nipponica, riesco a comunicare in maniera organica e fluida le indicazioni di regia. Rispetto al nucleare, tutti lo vivono come un drammteresa ludovicoa, a causa delle note vicende, tuttavia é diffuso il sentimento d'impotenza. La vita continua a scorrere normalmente, d'altronde, pur essendoci, l'inquinamento non si vede, anche se si temono gravi conseguenze sulla salute dei bambini.”

“Ho imparato proprio dalla cultura giapponese - confessa la regista -, a vivere fino in fondo il momento e il luogo. Faccio colazione con riso, salmone, alghe e tè verde, indosso il kimono che trovo nella stanza d'albergo, mi sposto solo in metropolitana, vado al tempio scintoista o buddista e vedo spettacoli di Bunraku, di Kabuki, di NO e di Buto. Una vita giapponese ... da gioiese!”

Ed il 27 ottobre Teresa sarà di nuovo in volo, in partenza verso il Regno Unito dove sta curando la regia del “The BFG di Roald DHAL” produzione REP di Birmingham che debutterà a fine novembre.

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.