Giovedì 22 Agosto 2019
   
Text Size

CONVENTION SULL’ONCOLOGIA AL 36° STORMO

gruppo2

amopuglia_3Prospettive in oncologia, dalla prevenzione alla cura delle malattie neoplastiche”, questo il titolo della convention che si terrà sabato, 27 febbraio alle 18.30 nella Sala Convegni dell'Aeroporto militare di Gioia del Colle, sede del 36° Stormo.

L’incontro, organizzato dall’Associazione Malati Oncologici Puglia e dal 36° Stormo, sarà introdotto dall’assessore all’Ambiente Federico Antonicelli e vedrà intervenire il dottor Giammarco Surico – specialista in Oncologia ed Ematologia ed il vicesindaco, dottor Isacco Isdraele – specialista in Chirurgia d'urgenza ed Endoscopia Digestiva.

Il Colonnello Gianpaolo Marchetto, dando conferma di grande sensibilità ed apertura al mondo sociale, con l’Amopuglia onlus, associazione di volontariato costituitasi il 15 maggio 2009, ha affrontato una tematica drammaticamente attuale: il calvario di una patologia oncologica che ad oggi solo una puntuale prevenzione può “tentare” di arginare e sconfiggere.

aeroporto_associazione_amopuglia“Tra le finalità dell’associazione – dichiara la presidente Titti Divella – è prioritario il sostegno all’assistenza sanitaria oncologica a domicilio, attraverso personale adeguatamente formato e retribuito. I malati terminali - oggi in Puglia quasi 12.000 - presentano gravi problemi di natura fisica, psicologica, emotiva, affettiva e sociale che non possono essere affrontati nelle strutture ospedaliere. Le cure domiciliari - per altro gratuite - consentono un ottimale controllo dei sintomi fisici, offrono sostegno psicologico al malato ed alla famiglia, “umanizzano” l’impatto terapeutico e permettono di conservare un livello accettabile di qualità della vita.”

420copia2Le prestazioni fornite dall’equipe medico-infermieristica sono: terapia del dolore, medicazioni, fleboclisi, emotrasfusioni, prelievi per analisi di laboratorio, impianti di cateteri vescicali, alimentazione parenterale, paracentesi e toracentesi.

La sede dell’Amopuglia è in via E. Carafa, 61/B a Bari, il suo simbolo un albero d’ulivo, emblema di pace e speranza.

Commenti  

 
#3 tantoper 2010-03-01 14:58
;-)La stranezza dell'evento sta nel fatto che guarda caso avvengono quasi sempre durante o in prossimità, di una competizione elettorale.
Come mai di questi eventi non ci sono tracce durante i due anni di insediamento di questa amministrazione comunale?
Il mio grande rammarico, e che si utilizzano associazioni e argomenti, che nulla devono avere a che fare con i "tatticismi politici", altrimenti si corre il rischio di allontanare quanti vorrebbero essere utili a queste forme di volontariato.
Concordo con "paolo" sul fatto che Surico, per le sue posizioni pro nucleare e pro onde elettromagnetiche, dovrebbe spiegare ai suoi interlocutori da quali fonti scientifiche trarebbe le sue certezze sulla non nocività per le patologie di cui si parla. :cry:
 
 
#2 paolo 2010-02-27 22:53
non mi sembra che una associazione come la AMO possa essere considerata di destra o di sinistra. che poi partecipino rappresentanti politici solo di destra è un'altra cosa. bisognerebbe capire il perchè. a parte il fatto che due di loro sono inseriti come dei 'cavoli a merenda', a meno che non abbiano stretto una 'salutare' alleanza. auguriamoci che l'ex consigliere regionale Surico non si sposti troppo a destra e parli nuovamente di quanto sia utile e bello il nucleare, in questo caso anche lui diventerebbe e si meriterebbe un ... e che cavolo!
 
 
#1 Luva 2010-02-27 17:04
Ma non prendiamoci in giro....è una manifestazione "di propaganda elettorale"...basta vedere i partecipanti.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.