Giovedì 21 Novembre 2019
   
Text Size

“ECCEZIONALE AFFLUENZA” ALLA SAGRA DEL PUPO FRITTO-foto

sagra del pupo-fritto 2014

 sagra del pupo fritto 2014   L’INTERVISTA AL PRESIDENTE ERASMO PERNIOLA

“Anche quest’ anno la Sagra del pupo fritto organizzata dal Comitato Pro Montursi, giunta alla sua decima edizione, chiude con un bilancio assolutamente positivo. Conferma ne è stata la nutrita presenza di astanti presso la pineta martedì, 5 agosto impegnati nella lunga fila per la degustazione del pupo fritto consumata comodamente ai tavolini disposti nel retro della Chiesa di San Giuseppe Lavoratore - aperta per tutti i devoti fedeli - o seduti sulle balle di fieno, in ascolto del repertorio di canzoni di musica leggera – cantate da Marianna Milano - e balli di gruppo - proposti dalla brava Nancy - con cui la D & P animazione, discoteca itinerante per eventi ha allietato la serata. La voce del paese ha chiesto al Presidente del Comitato Pro Montursi, Erasmo Perniola, di tracciare un bilancio di questa decimsagra del pupo fritto 2014a edizione dell’evento enogastronomico che ormai gioiesi e non aspettano ogni anno.

“Eccezionale… - esordisce soddisfatto Perniola - la serata è andata benissimo. Grandissima affluenza da parte anche dei paesi limitrofi e di molti stranieri qui in vacanza. Si contano all’incirca circa due-tremila persone, il parcheggio di oltre due ettari di terreno era già ad inizio serata completamente esaurito. Sono stati consumati tutti i 150 kg di pasta previsti per i pupini. Quest’anno abbiamo migliorato l’aspetto della logistica dei posti a sedere per permettere a tutti la degustazione del prodotto con più tranquillità senza restare in piedi e abbiamo collaborato con la Spes per la raccolta riciclata di ciò che veniva consumato. Bravissimo il gruppo della D & P animazione che ha saputo coinvolgere anche i più timidi in balli e ha intrattenuto con sagra del pupo fritto 2014molte canzoni tutti i presenti”.

E’ prevista anche quest’anno la sagra della pecora u’ callaridd a fine agosto?

“No, quest’anno non ci sarà la sagra della pecora u’callaridd, perché abbiamo notato che il prodotto non piace a tutti”.

Ci sono altri progetti in cantiere previsti durante l’anno?

“Per quest’anno non sono previsti altri progetti: l’anno prossimo decideremo il da farsi”.

Il presidente Perniola ha poi concluso con i ringraziamenti ufficiali per quanti hanno reso possibile la riuscita della serata: “Sento di ringraziare dal profondo del cuore tutti i componenti del Comitato Pro Montursi e non, che hanno dato una mano affinché l’evento riuscisse nel migliore dei modi; la D & P animazione per aver animato la serata; la Spes, Gioia Soccorso, la Protezione Civile di Gioia del Colle, l’Amministrazione comunale e un grazie davvero sentito a Mario Di Giuseppe che come ogni anno ci onora della sua presenza immortalando con i suoi scatti la nostra sagra giunta alla decima edizione!”

Francesco Bia

RIFLESSIONI SULLA FESTAsagra del pupo fritto 2014

“Rinviata per il grave lutto che aveva colpito la comunità nei giorni scorsi, si è rivelata un altro grande successo.

Numerosissimi i partecipanti, tutti felici di esserci, e di godere in una tiepida, finalmente, serata d’estate, l’atmosfera allegra e briosa della sagra.Tante bancarelle di prodotti tipici della nostra terra ed, ovviamente, tanti pupi fritti, che le signore del comitato ed i collaboratori distribuivano, previo un modesto contributo a chi aveva la pazienza, ed in moltissimi ci si sono impegnati, di fare una lunga coda.

La serata è stata animata con brioso impegno dal gruppo “D. &  P. Animazione”  che gestisce una discoteca mobile per tutti i tipi di eventi. Il gruppo è composto da: Giuseppe Notarnicola di Gioia del Colle, DJ; da Raffaele Francavilla, vocalist, originario di Mottola ma residente a Gioia; da Nancy Locorotondo, di Gioia, ballerina.sagra del pupo fritto 2014

Non è mancata neanche questa volta, come in tutte le manifestazioni gioiesi, la presenza della macelleria “Tre carri”, che, con la sua salsiccia, ha riscosso un ennesimo successo. Nocelline, frutta secca, gastronomia varia e la prima uva locale. Inoltre, e non poteva essere diversamente, tanto buon vino, sempre locale, insieme a bevande varie, per i bambini e per chi non ama gli alcolici.

Queste sono le feste che piacciono alla gente comune e non. Tutt’intorno un gran movimento di persone, fra le bancarelle, sulla strada, nella pineta. Nella piccola graziosa chiesetta, S. Giuseppe Lavoratore, accoglieva, con un sorriso, coloro che si ricordavano anche di Lui.

Complimenti all’organizzazione e al Presidente del Comitato Erasmo Perniola ed auguri per la prossima edizione e per tutti i loro progetti di questa comunità in cammino. Un invito a tutti: non ricordiamoci di “Montursi” solo in occasione della sagra. [Foto Mario Di Giuseppe]

Rosalba Buttiglione 

Commenti  

 
#1 Antonella L/ 2014-08-10 20:01
complimenti per la festa ben riuscita, dove c'è la vera tradizione l'aria della campagna e la bontà casereccia, tutti appagati e felici. Applausi per giovani talentuosi e animazione. Un giro di ballo, le balle di fieno, il profumo del "Pupo fritto) che tanto fa gola a tutti. Questa per me è stata la vera festa di S. Lorenzo. Grazie all'organizzazione, e a tutti i collaboratori e, un grazie ancora a chi con poche e semplici cose, ha donato una serata di serenità a tutti.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.