LA FIDAS “RACCOGLIE” IN AEROPORTO E NELL'AREA 51

gruppo2

fidas-logoLa sezione gioiese della FIDAS, realtà particolarmente operosa sul territorio, giovedì 11 febbraio effettuerà una raccolta straordinaria di sangue presso l’Aeroporto Militare di Gioia del Colle. Civili e militari, possibilmente a digiuno e soprattutto in buona salute, potranno donare presso l’infermeria del 36° Stormo, al comando del Colonnello Pilota Gianpaolo Marchetto.

L'iniziativa è una risposta concreta e preventiva alle necessità trasfusionali, indispensabili non solo alla popolazione civile ma anche alle esigenze dei militari impegnati nelle missioni all’estero, a conferma che anche organizzazioni con fini istituzionali tanto diversi, possono non solo ben dialogare, ma anche “elevare la solidarietà da sentimento individuale ad impegno sociale e morale”.

La sezione gioiese, di cui Maria Stea è fondatrice e presidente, “forte” di centinaia di iscritti, 02-01-FOTO-2fidas2organizza la prima delle sue numerose raccolte annuali proprio nel nucleo militare, da sempre bacino estremamente sensibile alla cultura della solidarietà, pronto a donare e donarsi con generosità.

A sostegno dell’associazione anche iniziative innovative, decisamente “divertenti”. Quest'anno, infatti, gli organizzatori dei festini dell’ “AREA 51”, in via Vicinale le Strettole, hanno deciso di devolvere  una piccola parte del ricavato alla FIDAS.

“Noi della Federazione Pugliese Donatori Sangue (FPDS-FIDAS) – dichiara Maria Stea - l'abbiamo soprannominato”Il festino del dono”. Al di là della cifra che ci sarà destinata, Pino Caserta il proprietario, Donato Milano il caposala e Gègè l'animatore ci permettono o addirittura lo fanno loro stessi, di parlare di donazione di sangue. La sensibilizzazione per noi è ancora più importante dell'eventuale ricavato, far capire alla gente l'importanza di questo gesto, ricordare che ci sono tanti infermi che riescono a vivere solo grazie a trasfusioni, come malati terminali, leucemici, talassemici, senza parlare dei trapiantatifidas-congresso, per noi è fondamentale.

Questa collaborazione nata un po’ per gioco, avrà un seguito. A marzo, infatti, organizzeremo in AREA 51 un torneo di burraco e probabilmente vi festeggeremo anche la “Festa del Donatore”, essendo la struttura adibita anche a ristorante e sala ricevimenti.”

In occasione dei festini che si protrarranno ogni sabato fino al 20 febbraio, con un’edizione “speciale” il 14 per San Valentino ed il 15 con un veglioncino per i più piccoli, sono stati messi in sala dei salvadanai e a fine carnevale il raccolto sarà inviato ai terremotati di Haiti.