Domenica 17 Novembre 2019
   
Text Size

DOPO LO STAGE. INTERVISTA AL COREOGRAFO MICHELE OLIVA

stage coreografo michele oliva

stage coreografo michele oliva Si è svolto nella giornata di venerdì 22 novembre, presso la Palestra Silhouette e organizzato dall’insegnante di danza moderna Luminosa Pichichero, lo stage di “danza contemporanea” tenuto dal coreografo Michele Oliva, un artista di fama internazionale che, dopo essere cresciuto professionalmente in Italia e dopo aver partecipato come ballerino prima e coreografo dopo a diverse trasmissioni televisive, come Amici della De Filippi, Stasera Pago Io con Fiorello, Domenica In, Ballando sotto le stelle… ha intrapreso il suo cammino di coreografo con diverse compagnie in Europa e da due anni vive a New York dove insegna e ha creato una propria compagnia di ballo.

Di seguito l’intervista che ha rilasciato.

Michele Oliva un artista del Sud Italia, ma precisamente di dove?

Sono nato a Massafra 40 anstage coreografo michele olivani fa, quindi un pugliese come tutti voi!

Cosa si prova a ritornare periodicamente nella tua terra natale?

È sempre una bella emozione! Oltre ad avere il piacere di rivedere i miei cari, la mia famiglia, è altrettanto piacevole sentire il profumo e il sapore della mia terra che credo siano unici cosi come i nostri prodotti.

Tu hai mosso i primi passi da danzatore a Bari. Come nasce la tua passione per il ballo e quando?

Si è vero! Ho iniziato a studiare a Bari danza classica e moderna. Il tutto è nato per caso. Pensa che ho iniziato in una età troppo avanzata per fare danza, infatti avevo quasi 20 anni. Da li è partito il mio percorso artistico.

Dall’Italia vi è fuga dstage coreografo michele olivai cervelli, ma anche di buone gambe come le tue! Una scelta dettata dall’amore per la danza o per l’amore dell’amore?

Entrambe le cose. Ho sentito l’esigenza di fare una scelta, una scelta di vita. È stato anche per l’amore che mi lega alla mia fidanzata che ho deciso di seguirla a New York; ma anche per l’amore della danza. Volermi mettere in gioco e confrontarmi in un contesto diverso da quello dove vivevo. A New York infatti insegno in due scuole, la Peridance Capezio Center e Broadway Dance Center. E poi dal 14 ottobre 2012 abbiamo messo su una compagnia di ballo che si chiama Oliva Contemporary Dance Project nella quale io e la mia compagna siamo i direttori artistici.

È più facile fare arte e cimentarsi nella tua disciplina in Italia o all’estero?

Ho avuto la fortuna di viaggiare tanto e cimentarmi nella mia professione in diverse nazioni. Devo dstage coreografo michele olivaire che è più facile fare arte e cimentarsi nel mio contesto più all’estero che in Italia. Ma l’Italia mi ha dato tanto, il made in Italy è sempre molto apprezzato all’estero. Mi spiace molto che in Italia si stia vivendo un periodo davvero molto difficile. Spero che se ne esca al più presto.

Sei stato assistente di Steve La Chance e hai partecipato sia come ballerino prima e come coreografo poi a tante trasmissioni televisive. A quale di queste sei più legato e a quale personaggio?

Un po’ a tutte! Ognuna di loro mi ha dato qualcosa, non solo sotto il profilo della notorietà, ma soprattutto della crescita professionale. Ad Amici di Maria De Filippi facevo l’assistente ballerino in studio; con Fiorello in Stasera Pago Io è stata un’altra bella esperienza. Lui nella vita è così come lo si vede in TV, persona splendida. Ma ritengo di dover ringraziare tutti coloro con i quali ho avuto a che fare artisticamente.

Le tue scelte dettate più dal coraggio o dall’instage coreografo michele olivacoscienza?

Credo che siano state scelte ragionate e fatte con grande coraggio. Ed è la cosa che cerco di insegnare ai miei allievi. Avere coraggio nelle proprie scelte, ma soprattutto cercare di studiare tanto ed essere pronti e preparati per affrontarle con grande determinazione!

I tuoi stage mirano anche a questo?

Si! È uno degli insegnamenti che cerco di trasmettere. Nelle poche ore che ci permettono di stare insieme cerco di trasmettere agli allievi degli stage oltre alla disciplina, l’autostima e l’autoconvinzione nei propri mezzi. Spronare a fare meglio e di più. Naturalmente a questo si accompagna il lato tecnico e artistico.

Durante l’intervista è stato davvero molto bello vedere le allieve dello stage sedersi intorno a Michele Oliva e seguire con grande attenzione il suo intervento. Al termine della serata attestati e foto di rito per i partecipanti con Michele Oliva che ha dimostrato di essere, oltre che uno straordinario professionista, una persona molto simpatica e disponibile.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.