Domenica 17 Novembre 2019
   
Text Size

DA QUESTA SERA SPAZIO ALLE “PORTE DELL’IMPERATORE”-foto

porte dell'imperatore. conferenza

porte dell'imperatore. conferenzaApre la serata dedicata alla presentazione delle “Porte dell’Imperatore” - ospitata nel cuore antico di Gioia, via Petrera, nella cornice del “Panta Rei” -, l’assessore alla Cultura Piera De Giorgi.

Al centro dell’attenzione di questo evento ci sono fiducia, amore, determinazione nel lavorare in sinergia su un progetto. Nel tempo anche il modo di stare insieme cambia, si può collaborare tra istituzioni, ritrovarci qui con Claudio De Leonardis e Piero Longo lo conferma. La Provincia ha creduto in questo progetto, così come è bello che partecipino tante associazioni culturali e musicali. La sfida cui siamo chiamati è dare visibilità e orgoglio al centro storico, colorarlo, restituirgli vita. I legami tra il passato e il presente vanno rinforzati per rivitalizzare tracce importanti, renderle “attraenti” per i turisti e creare un indotto che ritempri l’economia della città.”

La parola passa a Mario Pugliese, presidente di Artensione, uomo e artista del fare,porte dell'imperatore. conferenza oltre che del creare, che riesce ad armonizzare le energie di tutti e rendere corale un progetto che altre città ci invidiano e… clonano!

L’esperienza serve a crescere. L’anno scorso c’è stata tanta fatica, quest’anno mi sono divertito. In sintonia con l’Amministrazione e la Provincia abbiamo partecipato al bando, ricevendo fiducia ed un piccolo finanziamento che ci consente di offrire 200 euro e il rimborso spese agli otto artisti, davvero un piccolissimo investimento a fronte di opere che arricchiranno non poco il patrimonio artistico della città. Siamo nel centro storico da dieci anni, ci conosciamo eppure non è stato facile relazionarsi con i 23 proprietari delle porte dipinte lo scorso anno e far loro comprendere l’importanza del progetto. Quest’anno sono venuti loro a chiederci di poter dipingere le porte dei locali. Dal lato artistico l’apporto di tutti gli artisti è stato prezioso. Quest’anno abbiamo deciso di aprire “le porte” ad un concorso nazionale, per allargare il confronto. All’inizio i bozzetti non erano molti, poi negliporte dell'imperatore. conferenza ultimi giorni ne sono arrivati oltre venti ed è stato necessario riunire una commissione per decidere. Gli artisti provengono non solo da Gioia ma anche da Macerata, Taranto, Santeramo, Altamura…”.

Le novità sono i reading teatrali, il 31 gli amici di AtrebilTeatro, il 1 settembre Laura Colaninno e Fortunato Buttiglione su testi federiciani musicati dal poeta, ed ancora i nostri vicini con il Karaoke. Non ci saranno gruppi musicali ma nelle vie del centro storico girerà “la bann de le fav bianc”, ovviamente non con un repertorio da funerale… sono tutti giovani musicisti che frequentano il conservatorio e sono bravissimi… Oggi abbiamo finito di allestire le decorazioni, domani ci godremo la festa!”

Le decorazioni, foglie di fichi d’india e peperoncini, danzano appese tra i balconi, suggestivo l’accostamento dei colori, l’essenzialità del supporto in legno e spago, la genialità “scaramantica” dell’allestimento completato da boccacci in vetro legati con fil di ferro, “stabilizzati” con una base di sale grosso e pronti ad ospitare candele per illuminare le nottate del 31 e 1 settembre.porte dell'imperatore. conferenza

“Non le toglieremo a fine festa - afferma Mario - ormai fanno parte del paesaggio!”

A distanza di un anno le opere sono lì, intatte - dichiara Claudio De Leonardis, consigliere comunale e provinciale, nonché presidente della Commissione cultura della Provincia di Bari -; tranne il furto di uno stemma poi restituito (LE PORTE DELL’IMPERATORE: FURTO, RESTITUITO SCUDO-foto), non ci sono stati atti vandalici, a conferma che i residenti hanno a cuore le opere. L’idea di base è stata portare lavoro e arte a contatto con più gente possibile, fuori dai luoghi canonici. E’ questa la soddisfazione principale per un artista. Lo scorso anno a distanza di un mese, alle porte si sono aggiunte le splendide sculture in pietra di Mario Vacca… è bastata una scintilla per accendere un fuoco… Ringrazio Mario Pugliese per il lavoro puntuale e accurato, anche nel relazionarsi con i proprietari, ne è conferma il fatto che di questa iniziativa si sia parlato in tutta la nazione e che artisti di altre regioni aporte dell'imperatore. conferenzabbiano partecipato al concorso, uscendo così da una dimensione provinciale”.

Che le porte siano apprezzate, non vi è alcun dubbio, lo conferma un aneddoto raccontato da De Leonardis.

L’altro giorno un signore, guardando assorto una delle porte dipinte, ha esclamato ad alta voce: “Vale più la porta del sottano!” e non ho potuto fare a meno di sorridere!”

Piero Longo, consigliere comunale e presidente del Consiglio provinciale, nel suo intervento si riconferma “perdutamente innamorato di Gioia!”

Stasera sono qui per riconoscere il merito di Claudio, senza il cui impegno né la prima né la seconda edizione si sarebbero fatte. Posso confermare che ha messo in croce l’assessore alla Cultura. E’ fortunato perché ha incontrato un compagno di viaggio innamorato come me della città, Mario Pugliese, fiore all’occhiello per la Provincia e di Gioia”.porte dell'imperatore. conferenza

Oggi, per riuscire nell’intento di promuovere il territorio, occorre fare sistema, al di là delle appartenenze. Bisognerebbe unire la Festa Federiciana alle Porte per creare un evento che caratterizzi Gioia, altrimenti come far concorrenza ad altre realtà? Dobbiamo unire iniziative per ottimizzare le risorse e far crescere l’economia locale. Il nostro impegno, per quanto possibile, non verrà meno. Ricordo che il 10 settembre in Piazza D’Andrano la Provincia porterà l’Orchestra diretta dal M° Morra che eseguirà brani napoletani cantati da Mario Rosini”.

A fine conferenza nelle vie del centro storico alcuni degli artisti verificano le location e proiettano le loro opere sulle porte.

I residenti si mostrano partecipi e collaborativi, collegano prolunghe alle prese elettriche di casa, osservano dai balconi, suggeriscono soluzioni, confermano di condividere non solo la festa ed il progetto, ma anche piccoli problemi, divenendo anch’essi protagonisti delle “Porte dell’Imperatore”.

Commenti  

 
#6 Ass.Petali di Pietra 2013-09-12 12:08
Quanto affermato dall’ex Sindaco Piero Longo durante la presentazione della seconda edizione de Le Porte dell’Imperatore, e riportato tra le righe del presente articolo, ovvero di “fare sistema (…) per creare un evento che caratterizzi Gioia (…)” non è affatto una novità.
Interveniamo, infatti, per mettere a conoscenza i lettori della nostra ferma volontà di voler realizzare già dalla scorsa estate un evento che unisse la forza e le forze della Festa Federiciana, organizzata dalla scrivente associazione, a quelle de Le Porte dell’Imperatore.
Premesso che chi ci conosce sa benissimo che abbiamo sempre cercato la collaborazione delle associazioni attive sul territorio per promuovere iniziative culturali a Gioia del Colle (come la stessa Festa Federiciana e Natale fatto ad Arte, tanto per citarne alcune, hanno ampiamente dimostrato), ci teniamo a precisare che già dalla prima edizione de Le porte dell’Imperatore dell’1 e 2 settembre 2012 abbiamo invitato Artensione a realizzare Le Porte dell’Imperatore in concomitanza con la Festa Federiciana. L’idea non si è potuta concretizzare a causa dell’impossibilità di far coincidere le date dei due eventi.
Quest’anno il nostro invito si è rinnovato e anche con largo anticipo, ovvero sin dal mese di aprile. Non c’è stato un seguito perché Mario Pugliese, presidente di Artensione, in un colloquio informale avuto con uno dei nostri rappresentanti, ha riferito che non ci sarebbe stata la seconda edizione de Le porte dell’Imperatore.
Cogliamo l’occasione anche per rinnegare la paternità del commento #1 firmato da anonimi “Petalini” che nulla hanno a che fare con i soci in questo momento attivi all’interno dell’associazione culturale Petali di Pietra.

Saluti,
Il direttivo “Associazione Culturale Petali di Pietra”
 
 
#5 gioiese indignato 2013-09-01 05:29
complimenti.......ottima organizzazione.
 
 
#4 Jupiter 2013-08-31 11:37
Veleno, se c'erano altre regioni concorrenti e sono state scartate, ora sappiamo con certezza che anche a Gioia come in altri Comuni, facciamo solo del provinciale "CAMPANILISMO", l'importante è aver sbandierato lo sdoganamento territoriale dell'evento, ma solo "A CHIACCHIERE". COMPLIMENTI.
 
 
#3 Veleno 2013-08-31 10:34
Jupiter,ora sappiamo con certezza che non eri in commissione! Chi ti dice che non ci fossero tra gli scartati, artisti di altre regioni? Bravi ragazzi, continuate così! Secondo me vi stanno già clonando in Germania dove oltre a Federico II hanno anche altri personaggi... vi immaginate le porte dei lager con la faccia di Hitler?
 
 
#2 Jupiter 2013-08-31 06:56
Taranto, Santeramo ,Altamura...davvero un evento di portata nazionale!! Se ci fosse anche "Gravina di Puglia" potrebbe diventare addirittura INTERNAZIONALE.
 
 
#1 Petalini 2013-08-30 23:35
Piero Longo taci per cortesia.
Forse Lei dimentica come ci ha trattati durante il suo mandato, presi letteralmente in giro.
Non nomini più la festa federiciana.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.