Venerdì 22 Novembre 2019
   
Text Size

GRuppo ESTivo SAN VITO PER SCONFIGGERE IL “NULLA”-foto

grest-2013-san-vito-pp

grest 2013 san vito2Dall’1 al 20 luglio l’esperienza estiva che ha coinvolto l’intera comunità di San Vito Martire. Tre settimane per narrare una storia e vivere un’esperienza che vuole far crescere sui valori: “FANTA SI’“ era il titolo del GREST 2013 organizzato quest’anno dall’oratorio della parrocchia di San Vito. Il GREST, 11° edizione, era rivolto a due gruppi di ragazzi: i più piccoli di 4^ e 5^ elementare, i più grandi di 1^, 2^ e 3^ media.

L’obiettivo di quest’anno era la lotta contro il “nulla”, ovvero contro la mancanza di valori e di fede, elemento che caratterizza sempre più la nostra società. Altro obiettivo importante era quello di ridare valore alla “narrazione” e alla “lettura”, cosa che per i nostri ragazzi è oggi indispensabile, in tempi di riconosciuta “emergenza educativa”, se vogliamo tornare ad allenarli al dialogo, alla confidenza, alla fiducia profonda. Colui che narra si lega affettivamente al ragazzo, ha un volto, un nome, non è possibile in alcun modo fare paragoni con il monitor del computer o con il teleschermo dove invece preferiamo parcheggiare i nostri figli.

grest 2013 san vito3Questa consapevolezza ci ha convinti a sostenere i citati obiettivi scegliendo come riferimento il romanzo “La storia infinita” di M. Hende. Il romanzo racconta le vicende di un ragazzo, Bastiano, appassionato di lettura che dopo una situazione rocambolesca riesce a leggere un romanzo speciale, appunto “La storia infinita”, che lo immerge nel mondo fantasmagorico di “Fantàsia”, regno retto dall’infanta imperatrice (una regina ragazza) che soffre di un male oscuro: la disperazione perché il suo regno sta sprofondando nel nulla. Atreiu, giovane indiano della tribù dei pelleverde, aiutato da alcuni personaggi/amici fantastici, cerca di trovare il rimedio alle sofferenze dell’infanta. Il lettore della storia infinita, Bastiano, ad un certo punto si coinvolge talmente nella storia da entrare nella stessa e al termine riesce a ridare il sorriso all’infanta imperatrice e a fornire il suo contributo per sconfiggere il nulla che dilagava in Fantasia. Tantissimi i personaggi della storia, altrettanti i valori messi in campo fra cui: il coraggio, l’amicizia, la speranza, la saggezza, la ricerca, la diversità.

grest 2013 san vito5Il GREST, come negli anni precedenti, è stato composto da tanti ingredienti, espressione dei diversi linguaggi dell’oratorio: la preghiera, il canto, i bans, la narrazione teatrale della storia, i giochi, le uscite al mare, le gite, i laboratori. Le giornate di GREST strutturate a misura dei ragazzi che vi hanno partecipato, hanno consentito loro di socializzare, di divertirsi e di riflettere su tematiche fondamentali per il loro sviluppo; il tutto mediato dal gioco, strumento eccezionale per veicolare contenuti che diversamente, a quella età, difficilmente sarebbero passati.

Novanta i ragazzi partecipanti a questa esperienza estiva. La parrocchia di San Vito non ha strutture di grandi dimensioni per cui ha utilizzato spazi pubblici per il gioco opportunamente autorizzati dall’Amministrazione comunale: il campo sportivo “Martucci”, piazza “Dalla Chiesa”, il giardino comunale “Esperia” all’interno della “zona 167”. La prima uscita è stata fatta a Laterza dove i ragazzi hanno potuto scoprire, attraverso un grande gioco, le ricchezze paesaggistiche, storiche e culturali legate all’antico centro murgiano. Nel pomeriggio giochi all’aperto DSC00322nella grande pineta comunale di Laterza. La seconda uscita ha riguardato invece la località lucana di Monticchio. Qui i ragazzi hanno seguito un itinerario scientifico/storico, a loro misura, visitando il recentissimo “museo di storia naturale del Vulture” gestito dalla Provincia di Potenza e situato all’interno del grandioso edificio della Badia di San Michele. La giornata è proseguita con l’escursione per i laghi ed i giochi, organizzati sempre dagli animatori dell’oratorio, presso un’apposita area attrezzata di Monticchio, area naturale di rara bellezza e in ottimo stato di conservazione. Nei giorni seguenti la caccia al tesoro ha poi consentito ai ragazzi partecipanti di riappropriarsi del borgo antico di San Vito, che con le sue viuzze, strette e tortuose, per molti di loro rappresentava davvero un mistero.

Sabato 20 luglio festa finale del GREST con la “narrazione” da parte di Bastiano Baldassarre Bucci (alias Davide) del GREST accompagnato dalle immagini più significative ed esibizione delle otto formazioni partecipanti. Seconda parte della serata dedicata al “dopo GREST”, ovvero alle grest 2013 san vito6prospettive per gli stessi ragazzi partecipanti legate ad un ambiente educativo, quello appunto della comunità parrocchiale di San Vito, che ha fatto propria la scelta dell’attenzione ai giovani secondo lo stile dell’oratorio e con il supporto dell’ACR (azione cattolica ragazzi).

16 gli animatori adulti e 37 i pre-animatori adolescenti e giovani che hanno dato vita a quest’esperienza estiva che, anno per anno, pone le basi per ridare ai nostri figli il senso e la necessità dell’aggregazione, la prospettiva di vivere la “collaborazione” come valore primario delle relazioni, l’impegno responsabile come presupposto fondamentale per la costruzione di una società più giusta. Il tutto per confermare un compito ormai consolidato dell’oratorio, quello di “formare buoni cristiani e onesti cittadini” (don Bosco).

Foto a cura del gruppo comunicazione del GREST: Sergio, Lucia, Ivana, Davide e Aldo

Commenti  

 
#4 Carlo Antonio Resta 2013-07-26 07:56
Bravissimo Gianni, il coraggio, l’amicizia, la speranza, la saggezza, la ricerca, la diversità tutti valori che la cultura propinataci da modelli educativi fuorvianti ha messo a tacere. C'è bisogno di rigenerare questi valori, ma questo può accadere grazie a persone sensibili come te.
 
 
#3 gius masi 2013-07-26 06:43
bellissima iniziativa, fantastici ragazzi pieni di energia e volontà, avete fatto divertire ma soprattutto riflettere i nostri figli.
complimenti
 
 
#2 ole 2013-07-25 22:56
GRAZIE DON VITO.....PAPA FRANCESCO HA BISOGNO DI GENTE UMILE COME TE, PER PORTARE LA PAROLA DI DIO TRA LA GENTE.
 
 
#1 vera 2013-07-25 13:54
bravi, semplicemente bravi! tra i veri valori della vita, questo! aggregazione, rispetto, amicizia, affetto, protezione e anche una piccola forma d'arte oltre che cultura. l'essenza dell'essere. bravi tutti, superlativo DON VITO!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.