Mercoledì 20 Novembre 2019
   
Text Size

LA FENICE E DANZA ALL’OPERA, LEGAMI DA SUCCESSO-foto

la-fenice-23

dascanio turra“Legami d’Arte”, questo il titolo scelto dall’Accademia musico culturale “La Fenice” per portare in Piazza Plebiscito domenica, 30 giugno, uno spettacolare concerto con un pubblico da grandi eventi.

Ben quindici brani scelti tra i più famosi, mirabilmente arrangiati dal M° Paolo D’Ascanio, presidente dell’Accademia e suonati dall’orchestra della scuola formata dai Maestri Mino Petruzzelli (batteria), Michele Errico (chitarra), Francesco Putignano (chitarra), Giuseppe Amatulli e Stefania Valente (violino), Giuseppe Paci (sassofono), Angela Denora (fagotto) e dagli studenti Luigi D’Onghia e Paolo Quarato (fisarmonica), Chiara Lillo, Miriam Cianciotti, Giovanni Mastrovito, Eulalia Capurso e Anastasio Romano (pianoforte), Manuela Valentini e Angelo Vitrani (violino), Francesco De Palma, Silvia Mazzaraco, Davide Casamassima (chitarra), Paolo Quarato (fisarmonica e basso), Dodo Lillo, Michele Vitrani, Nunzio la fenice danza allopera3Ponte e Raffaele Ricciardi (percussioni).

Apre il concerto “Ultimo tango a Parigi” splendidamente eseguito dai maestri.

Punta di diamante della scuola, le splendide voci di tutti i cantanti dell’Accademia, maestri… inclusi, è il caso di Virginia Pavone, in duetto con la soprano Rita Paradiso in “The prayer”, una esecuzione da brivido, raffinata e molto intensa, in cui lirismo e contemporaneità hanno raggiunto l’acme.

Altrettanto suggestive “New York, New York” cantata da Elena Bellacicco, “Fragile” interpretata con pathos ed emozione da Alessandro Capozzi, “True colors” affidata a Miriam Cianciotti e “danzata” dai ballerini dell’Accademia Danza all’Opera del M° Nicola Sasanelli.

Scelta vincente quella di unire le duela fenice danza allopera2 accademie, fucine di talenti, per offrire al pubblico uno spettacolo di grande impatto visivo e di ascolto, artisticamente e tecnicamente ben strutturato e coinvolgente.

Non poche le energie, in termini di risorse umane ed economiche, utilizzate per portare in piazza musicisti e cantanti. Palco, service, Siae, pubblicità hanno pesantemente inciso sui costi sostenuti da La Fenice, che molto ha investito in questo progetto, puntando su giovani e meno giovani, dando loro la possibilità di confrontarsi, dare il meglio di sé ed affrontare una piazza gremita all’inverosimile.

Una serata anche emotivamente indimenticabile e - come rimarcato dal presentatore Alfonso Turra - interamente animata da talenti locali.

DSC03214Numerosi i “duetti” con voci diversamente armoniche che si coniugano alla perfezione, è il caso dell’epica “Peace wanted just to be free”, eseguita da Claudio Mastromarino e Rita Paradiso, “Historia de un amor”, con Elena Bellacicco e Miriam Cianciotti, “Napule è” cantata da Luana Montone e Domiziana Salvemini ed ancora “Aguas de março” interpretata da Barbara Patroni e Claudio Mastromarino.

Eccellenti solisti Mariella Cacciapaglia in “Tango to Evora”, ed Alessandro Capozzi in “Bohemian Rhapsody” accompagnato dal coro dell’Accademia di cui fan parte i cantanti già nominati e Angela Denora, Manuela Valentini, Letizia Lippolis, Rossella Notarnicola e Roberto Giorgio.

Solo voci femminili per “Every breath you take”, anch’essa danzata.

la fenice danza allopera4Nel gran finale due brani che hanno scritto la storia della musica: “We are the world” e “They don’t care about us”, interpretati da tutti i musicisti e i cantanti, inclusi i piccoli del coro di voci bianche: Alessia Turra, Marta D’Onghia, Aniwa, Aurora Pugliese, Federica Capozzi, Gaia Faggiolino, Lucia Ponte, Elena Milano, Francesca Carbonara, Carlo Callea, Marco Verone, Francesco Melchiorre e Leo Giannico.

A tributare, con la simpatia di sempre, un premio (le fatidiche mozzarelle del caseificio Nettis) il buon Martino, mascotte di ogni evento pubblico degno di nota.

Un plauso a Paolo D’Ascanio non solo per la mole di lavoro (arrangiare per strumenti e voci quindici brani non è facile, così come non lo è accompagnare al pianoforte e dirigere), ma anche per il coraggio la feniceDSC03207dimostrato nell’investire in cultura musicale in tempi in cui davvero ben poco viene destinato a questo settore da istituzioni e privati.

Valore aggiunto la solidale cordata cui il M° Nicola Sasanelli non si è sottratto, sempre e generosamente a disposizione con i suoi alunni e i suoi maestri - Mimmo Linsalata, Marilena Recchia e Arianna Nicastri - di coloro che amano l’arte e ne fanno dono alla comunità.

Un particolare ringraziamento a Mario Di Giuseppe per l'immancabile contributo fotografico.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.