Giovedì 19 Settembre 2019
   
Text Size

ROSA ROBERTO: “ITIS, CORSI DI QUALITÁ E AUTOMODELLISMO”

itisi-modellismo-foto-gruppo-pp

itis automodellismo garaQuando una passione può “far scuola”… l’automodellismo diviene “meccanica applicata” e le corse dei veri “Grand prix” da cardiopalma!

Domenica, 27 gennaio, gli studenti di III A “Meccanica e Meccatronica” e IV A Meccanica del Galilei hanno  "teleguidato" nell'istituto i sei automodelli presentati in prima assoluta il 20 gennaio a Noci, presso il Liceo Scientifico “L. Da Vinci”, al cospetto della professoressa Rosa Roberto, già dirigente del Liceo e dallo scorso anno dell’Istituto L. Da Vinci - Galilei.

Nella sesta edizione del progettoDall’hobby alla Meccanica applicata” i professori Gianfranco Villanova e Carmine Bartucci hanno coinvolto gli studenti in 25 ore di lezioni non curruculari, invitando Antonio Pietroforte - pilota a livello internazione dell’Auto Model Sport Club Italia - ad illustrare le tecniche di guida dei sei modelli montati e collaudati dagli stessi studenti con grande abilità.itis automodellismo gare

Domenica, nella foga dell’entusiasmo, un “piccolo” incidente ha funestato la gioia della competizione. Una “131 Mirafiori” in corsa si è scontrata con uno degli automodelli riportando seri danni, con grande disappunto e afflizione del suo proprietario. La “131” è infatti uno dei pochi automodelli in grado di aggirare gli ostacoli al pari di una autovettura da rally.

A chiusura del progetto domenica prossima - 3 febbraio - docenti, studenti e famiglie si incontreranno nel miniautodromo “G. Marchese” sulla Strada Provinciale n. 76 Acquaviva-Sannicandro al km 1,1.

Per i nostri ragazzi - afferma la dirigente Rosa Roberto - la manualità e l’applicazione pratica delle discipline studiate, sono la cartina di tornasole delle abilità acquisite. Nella concretezza del fare ritrovano l’entusiasmo che itis automodellismo manifestipuò venir meno nelle ore di studio. Motivarli è importante, così come offrire un ambiente confortevole nel quale acquisire conoscenze e supporti adeguati. Anche per questo abbiamo arredato le aule con banchi e tende nuove e tinteggiato le pareti che davvero necessitavano di un intervento. Un luogo dignitoso invita tutti al rispetto degli spazi condivisi”.

Da ottobre l’Istituto si è dotato di un Patto educativo di corresponsabilità - importante strumento di sinergia e confronto - finalizzato a definire in maniera puntuale e condivisa diritti e doveri nel rapporto tra scuola, famiglie e studenti. Il coinvolgimento dei genitori è fondamentale e assicura una corretta definizione di valori condivisi che agevolano il raggiungimento degli obiettivi di istruzioitis automodellismo-studentine, educazione e formazione”.

Il clima che si respira nella scuola - continua la dirigente - è di ottimismo e di fiducia ed è connotato dal dialogo nel rispetto delle regole condivise e da una diffusa solidarietà umana, condizione necessaria perché “ciascuno si senta a casa” e possa impegnarsi nello studio con serenità e dedizione. La valorizzazione della progettualità nell’organizzazione delle assemblee d’istituto, la cura, la professionalità e l’attenzione continua dei docenti, invitano i ragazzi al rispetto delle regole non vissute come imposizione ma come condivisione”.

La passione degli alunni e la dedizione nel loro lavoro dei professori, hanno dimostrato che il rapporto tra teoria e pratica, ossia tra studio e applicazione delle conoscenze acquisiste, produce effetti gratificanti. Questo istituto - inoltre - consente di coniugare attraverso gli stage lo itis roberto-villanovastudio al lavoro ed offrire concrete possibilità di inserimento in aziende produttive, realizzando proprio quell’auspicata alternanza scuola - lavoro, uno degli imperativi sociali spesso disattesi anche da lunghi ed impegnativi percorsi di studio”.

E’ importante che la scuola sia orgogliosa della sua identità, della sua capacità di esprimere innovazione e che la vita scolastica sia vissuta con serenità. Il mio compito è essere garante della legalità e del rispetto delle norme, le stesse che mi hanno imposto di accorpare alcune classi senza però che nessun docente sia stato penalizzato e condividendo con le famiglie questa scelta che ha reso più responsabili itis-corso-seralegli studenti, spesso costretti a lezioni di tipo individuale, restando in tre o quattro in aula, che con entusiasmo hanno accettato di relazionarsi e confrontarsi con i nuovi compagni”.

Rosa Roberto non ha dubbi, attraverso l’esempio passa ogni insegnamento e il dialogo costruttivo è fondamentale per risolvere qualunque incomprensione.

“Ho trovato nell’istituto docenti molto preparati e pieni di entusiasmo, risorse preziose per una scuola con problematiche diverse dal Liceo che dirigo da tre anni. Il cuore amministrativo, la segreteria e tutto il personale Ata operano con grande impegno. Nessun dipendente è stato spostato a Noci, una sola unità dal Liceo è stata trasferita a Gioia per supportare gli operatori scolastici. Per venire incontro alle difficoltà determinate dall’iscrizione obbligatoria on line in scadenza il 28 febbraio, abbiamo dotato il sito di fac simili e di informazioni che esemplificano la procedura, la segreteria è inoltre a disposizione per ulteriori chiarimenti ed aiuto concreto. Sarà possibile iscriversi entro il 18 febbraio al corso gratuito di 120 ore per accedere al terzo anno di Informatica e Meccanica e dal 1 marzo saranno attivati corsi serali per recuperare il triennio, una preziosa opportunità per coloro che per vari motivi hanno abbandonato gli studi, a mio avviso una concreta strategia per i più giovani contro la dispersione scolastica che spesso si affianca al rischio di devianza”.

L’eccellenza può essere alla portata di tutti!” conclude la dirigente sorridendo ed itis-rosa-robertoesorcizzando polemiche e incomprensioni che nei mesi passati hanno messo a dura prova il suo entusiasmo.

Non sempre il rispetto delle norme cui un dirigente è legato in quanto responsabile in prima persona di ogni decisione, anche di quelle meno popolari, è compreso soprattutto dagli organi politici cui è demandato il compito di sostenere l’istituzione nel rispetto della legge e dei ruoli, senza poter andare in deroga alle stesse norme.

Disponibilità e competenza non passano inosservate: la porta della presidenza è sempre aperta e il totale possesso della materia (decreti, circolari ministeriali e applicative…) che regolamenta la scuola, offre non poche garanzie in tempi in cui la sopravvivenza stessa di una istituzione pubblica è legata alle capacità dei dirigenti.

Si ringrazia Vito Pietroforte per la collaborazione video e fotografica.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.