Domenica 22 Settembre 2019
   
Text Size

DON ANIELLO MANGANIELLO, PRETE ANTICAMORRA, A GIOIA

don-manganiello aniello-pp

don aniello manganielloIl 13 dicembre alle ore 18 sarà ospite nel Chiostro di Palazzo San Domenico don Aniello Manganiello, “il prete anticamorra” trasferito nel 2010 da Scampia al quartiere trionfale di Roma ufficialmente per motivi di avvicendamento, più probabilmente per motivi di protezione, avendo “osato” alzare la voce contro la Camorra proprio nel luogo in cui essa, alla luce del degrado e dell’indigenza, “incuba” proselitismi.

E’ di giovedì 6 dicembre la notizia dell’ultimo agguato camorristico in cui ha perso la vita un pregiudicato di 50 anni, rifugiatosi nel cortile di un asilo e crivellato di colpi mentre i piccini preparavano la recita per Natale.

Quanto mai attuale il titolo dell’incontro “Legalità e Cittadinanza Attiva: le “Scampie” d’Italia e le mafie che contaminano”, alla luce anche delle cronache di questi giorni.

Modererà l’incontro Mino Grassi, giornalista e ideatore del concorso internazionale “Scrivoanchio.it”, presenti il sindaco Sergio Povia e l’assessore alla Cultura Piera De Giorgi.

I boss - scrive il sacerdote - sostengono le famiglie, pagano perfino le cure odontoiatriche e oculistiche. Quando le donne aggrediscono polizia e carabinieri durante un blitz lo fanno […] anche perché il clan è una sorta di società per azioni che fornisce di che vivere”, una sorta di welfare.

In “Gesù è più forte della camorra” (edizione Rizzoli) - i cui proventi di vendita andranno in beneficenza al Centro Don Guanella di Napoli (Scampia, Miano) e alle famiglie indigenti - don Aniello racconta i 16 anni vissuti a Scampia “tra lotta e misericordia” nella Parrocchia di Santa Maria della Provvidenza.don-Manganiello

In questa “impresa editoriale” con Andrea Manzi don Aniello racconta di aver sottratto alla camorra molti giovani rifiutandosi di dare la comunione ai camorristi e di battezzare i loro figli, scatenando così le ire dei mafiosi, ma anche della Chiesa napoletana a suo dire “ […] molto più sensibile agli equilibri di potere, ai rapporti istituzionali di vertice, alle relazioni diplomatiche con politici spesso compromessi con poteri oscuri, che alla vicinanza effettiva con la gente”.

Oggi la Chiesa ha perso la sua vocazione ad essere sale, luce, ad impegnarsi per la giustizia. Il clero si è assuefatto ad una mediocrità scandalosa.”

La legalità per don Aniello dovrebbe essere il presupposto di ogni ideologia politica.

Contro la camorra nulla vale più “delle opere, del contagio dell’esempio, dell’intervento concreto; un’anticamorra discreta ha più effetto però di una grande campagna mediatica, perché nel suo Dna c’è il potere seduttivo della verità. Perciò, per risultare credibile, la lotta alle mafie non può essere un lavoro ma deve essere una missione, un’opera generosa e gratuita”.

Nel libro sono spesi su Roberto Saniello-manganiello 609454aviano complimenti per “Gomorra”, critiche per la sua versione cinematografica.

Non basta la denuncia - scrive don Aniello nelle pagine a lui dedicate -, occorre lottare per offrire nuove condizioni di vita, bonificare vaste aree, creare posti di lavoro, offrire alternative, diffondere la cultura, magari tenendo aperte le scuole fino alla sera”.

Questo il messaggio che don Aniello ha diffuso e l’obiettivo per cui ha lottato, conquistando la fiducia dei fedeli e non solo. Per evitare il suo trasferimento sono state raccolte oltre duemila firme, sono state organizzate fiaccolate e petizioniLa camorra è ancora lì ma dopo i 16 anni di “bonifica” del territorio da parte del sacerdote, è meno “seducente” e forse anche meno forte, o almeno lo si spera.

 manifesto-tipo-2012 gioia-del-colle

Commenti  

 
#2 salvatore 2013-03-01 13:26
Aniello finalmente sei libero di.....
 
 
#1 #ANTONIO 55 2012-12-08 18:09
don Aniello lo sai che a Gioia i politici sono tutti (...)
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.