Sabato 06 Giugno 2020
   
Text Size

LECCI: POTATURA SBAGLIATA SFRATTA FALCHI GRILLAI

leccio-potato-pp

leccio-potato-raccolta-ramiNella giornata del 12 maggio si è consumato l'ennesimo scempio ai danni della natura. I volontari del WWF Gioia Acquaviva Santeramo, sono stati allertati telefonicamente, del taglio di un albero secolare nel giardino adiacente il Castello Normanno-Svevo.

Purtroppo al loro arrivo non hanno potuto far altro che constatare l'irreparabile, dell'imponente chioma del leccio (Quercus ilex) secolare ormai rimanevano soltanto pochi esili rami. Oltre al danno irreparabile apportato ad un albero monumentale, il taglio ha provocato un ulteriore grave danno alla colonia di Falco Grillaio “Fa10_grillai_in_attesa_delle_predelco naumanni” che lo utilizza come albero dormitorio.

Questo piccolo falchetto, tutelato dalla Direttiva “Uccelli” 79/409/CEE, dalla Convenzione di Bonn, relativa “alla conservazione specie selvatiche migratrici”, dalla Convenzione di Berna sulla “conservazione delle specie selvatiche e dell’ambiente naturale d’ EUROPA” , dalla L. n. 157/92 ed inserito nella Lista rossa IUCN come "specie vulnerabile", ha una particolare predilezione per le nostre città, sceglie infatti come sito di nidificazione i tetti dei nostri centri storici ed ogni sera, ritorna sempre sugli stessi alberi, siti nei centri urbani e detti “alberi dormitorio”, per trascorrervi la7_acrobati_dellaria_mangiano_volando_senza_tregua notte.

A Gioia del Colle questo spettacolo della natura che si ripeteva da centinaia di anni, oggi non avviene più per colpa della mano dell'uomo, che mal sopporta la presenza di altri esseri viventi nei pressi della propria abitazione.

AIA-6Solo pochi giorni fa, precisamente il 6 maggio, nell'ambito del censimento regionale coordinato dalla LIPU, i volontari del WWF, avevano censito la colonia di Falco Grillaio a Gioia del Colle, contando ben 294 esemplari.

In questi giorni, al tramonto, abbiamo assistito sconsolati al ritorno dei falchi nei pressi dell’albero “dormitorio” che disorientati rimanevano sospesi a mezz'aria là dove c'erano i rami della quercia e poi continuavano a volteggiare non sapendo dove posarsi.

leccio-potato-pezzi-di-tronIl maestoso leccio è stato sottoposto ad una potatura o meglio capitozzatura, effettuata nella stagione sbagliata, che provocherà con molta probabilità la morte dell'albero e la dispersione della colonia di "Falco naumanni".

Eppure per evitare questo danno sarebbe bastata una potatura effettuata a regola d'arte e soprattutto nel periodo autunnale-invernale in cui il Falco Grillaio abbandona il nostro territorio per farvi ritorno la primavera successiva.

4_Dal_cielo_i_piccoli_falchi_cercano_osservando_loperare_delluomoGuardando il tronco spoglio di quello che era forse il leccio più imponente di Gioia del Colle, ci siamo chiesti cosa racconteremo non soltanto ai turisti ma anche a tutti i cittadini gioiesi che visitando il Castello si affacceranno sul giardino, “quello che state guardando è ciò che rimane dell'albero che una volta ospitava il Falco Grillaio”.

(WWF Gioia del Colle, Acquaviva delle Fonti e Santeramo in Colle)

http://wwfgioiacquaviva.netsons.org - email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Commenti  

 
#8 Antonio N. 2011-05-20 16:57
immagino quanta legna avranno fatto! e chissà in quale caminetto starà!
 
 
#7 manolete 2011-05-19 20:53
cari lettori condivido in pieno con voi,attribuire le colpe alla Spes e a chi la amministra, il settore verde mi risulta si formato da un dipendente assunto come mecanico, alcuni trimestrali che di professione fanno altro, quindi denunciamo alla città queste incompetenze e carenze
 
 
#6 giovanni-elettricist 2011-05-19 19:38
che strazio, mi viene da piangere a veder l'albero, vediamo i falchetti che volano molto agitati, (MODERATO) come hanno conciato tutti gli alberi di Gioia, che schifezza!
 
 
#5 Rocco-muratore 2011-05-19 19:30
poveri falchetti!! scusate ma non si può fare niente per questo grave danno? sig. sindaco, intervenga, lasci stare l'estate gioiese, pensi a queste piccole, ma gravi cose. a proposito ma Lei non amama gli alberi e il verde!monte sannace le piace vero? Montursi?????Pure e allora????? si muova, si muova, sì sì, ancher per queste cose. Abbasso la famiglia... (MODEERATO)
 
 
#4 rOBERTO C. 2011-05-19 19:25
(MODERATO) E DA TEMPO CHE STANNO TOGLIENDO FOGLIE, PIANTE, C'E' SEMPRE IL CAMIONCINO PIENO DI STERPI. NON SE NE ACCORTO NESSUNO? E I NOSTRI VIGILI CHE PERCORRONO SEMPRE QUEL CORSO PER ACCEDERE AL LORO UFFICIO, POSSIBILE CHE NN SI SIANO ACCORTI DI NULLA? VOGLIAMO GIUSTIZIA...BASTA CON I SILENZI..PER PIACERE FATE QUALCOSA! A GIOIA NON ESISTE PIU' VERDE, MA SOLO CEMENTO...VERGOGNATEVI!
 
 
#3 ANNARITA 2011-05-19 19:20
ORMAI GIOIA DEL COLLE E' IL PAESE DEGLI ORRORI!!! qUANTI ALBERI, VILLE, GIARDI, SONO STATI ABBATTUTI! MA NESSUNO PUO' FAR NIENTE A QUESTO SCEMPIO? qUALCUNO SAPEVA DELLA POTATURA DI QUEST'ALBERO!!!! BISOGNA FAR PAGARE PER QUESTO SCEMPIO, PER NON DIRE TUTTI GLI ALTRI ALBERI RAPATI A ZERO CHE A STENTO RIPRENDONO A METTERE LE FOGLIE! pOVERO NOSTRO PAESE, IN CHE MANI E' CADUTO!!!! E IL MONDO PIANGE!!!!!!
 
 
#2 vitogiuseppe 2011-05-19 09:07
Non basta segnalare, ma bisogna anche denunciarli al Corpo Forestale, altrimenti questo scempio continuerà sempre.
 
 
#1 la madre... 2011-05-18 17:13
degli imbecilli è sempre incinta.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.