ADMO-CAPITANERIE, INSIEME “SULL’ONDA DELLA SOLIDARIETA’”

fidas-capitanerie-pp-portua

admo-logo-nazionale-ppIl 12 aprile presso il Terminal Crociere del Porto di Bari si è svolta la manifestazione conclusiva a sostegno della donazione di midollo osseo. L’evento, organizzato dalla Direzione Marittima di Bari d’intesa con l’ADMO si è conclusa in una bella giornata di sole, tra l’azzurro del mare e l’arrivo di una nave da crociera.

Alla presenza delle varie autorità politiche e civili e di studenti di scuole superiori, si è tenuta una tavola rotonda moderata dal giornalista, dott. Gustavo Delgado, che ha presentato egregiamente i relatori.

capitaneria2Dopo il saluto del padrone di casa l’Ammiraglio Salvatore Giuffrè che ha sottolineato quanto la gente di mare sia pronta alla solidarietà e di come le capitanerie di porto sono liete di dare supporto a coloro che vivono nella sofferenza, poiché il loro percorso di vita risulta essere più impervio, il dott. Delgado ha ceduto la parola al dott. Francesco Mariani presidente dell’Autorità Portuale, il quale ha affermato che il porto è ricchezza di valori e solidarietà e che in un mondo di egoismi il massimo della solidarietà viene espressa proprio con la donazione di sangue, organi e midollo osseo.

A dare inizio alla tavola rotonda vera e proprio è stata, la prof.ssa Giorgina Specchia, che è riuscita ad incantare tutti asserendo che proprio il mare, il cielo e l’azzurro è quello che sognano i pazienti dell’Unità Operativa di Ematologia con Trapianto al Policlinico di Bari, di cui è direttrice.

Patologie come le leucemie, i linfomi e i tumori del sangue, ha spiegato, non guariscono con le chemio, ma necessitano di trapianto di midollo osseo. La parola è passata al presidente regionale Admo, il dott. Roberto Masciopinto che ha ringraziato la FIDAS ( Federazione Italiana Associazioni Donatori Sangue) per la stretta collaborazione nell’iniziativa e la vice maria-steapresidente della Federazione Pugliese Donatori Sangue, la sig.ra Maria Stea per essere stata la responsabile della suddetta iniziativa.

Il dott. Masciopinto ha spiegato che la sensibilizzazione si basa sulla “cultura del dono” dove la cultura  è di casa, quindi nelle scuole. Sono intervenuti anche il dott. Giuseppe Lupelli, manager dell’area MSC, che è l’unica compagnia italiana nel settore croceristico e l’assessore Resta, intervenuto al posto del dott. Schittulli.

Conclude il dott. Biagio Favonio, Direttore Responsabile del Registro Donatori del Policlinico di Bari, anche se da pochissimo in pensione, che ha spiegato come si diventa donatore di midollo osseo o di cellule staminali periferiche.

donazione-ppL’Associazione ADMO ha lanciato una nuova sfida, raggiungere un traguardo per il quale punta soprattutto sui giovani dai 18 ai 35 anni: arrivare a 500.000 donatori iscritti nel Registro italiano. La sfida è stata lanciata attraverso l’iniziativa “sull’onda della solidarietà” dalle Direzioni Marittime italiane.

L’augurio è che questa sia una risposta concreta e un inizio di tante attività che continueranno a dimostrare come organizzazioni, che pure hanno compiti istituzionali diversi, siano in grado di elevare la solidarietà ad impegno sociale e morale.

Per contatti telefonici:

Maria Stea: (responsabile dell’iniziativa) tel.3295791339;

Roberto Masciopinto: (presidente regionale admo) tel.3394799633