Venerdì 15 Novembre 2019
   
Text Size

GIOVANNA VITERBO NUOVO PRESIDENTE DELL’U.T.E.

foto-ute-presidente

logo-universit-terza-etIl 18 marzo nell’Aula magna del Liceo Classico “P.V. Marone” è stato presentato il direttivo di recente eletto dai soci dell’Università della Terza Età e del Tempo Libero.

giovanna-viterbo-uteAlla guida dell’associazione Giovanna Viterbo, vice presidente, nonché responsabile delle attività extradidattiche e degli eventi, Giovanni Addabbo, segretaria Gina Celiberti, coordinatrice dei corsi Lidia Lasala, tesoriera Caterina Capodiferro, responsabile del collegio docenti Franco Giannini.

Nel Comitato scientifico dell’U.T.E. Rocco Fazio, Antonio Cirsella, Giuseppe Eramo, Maria Simone, Lucio Romano e Giovanna Viterbo.

Nel suo discorso di presentazione Giovanni Addabbo ha ricordato che lo scorso anno si paventava la concreta chiusura dell’associazione a seguito di problematiche interne e di motivazioni varie, le stesse che portarono l’associazione al commissariamento, sotto l’egida dell’Auser.

giovanni-addabbo“Un anno fa - prosegue Addabbo -, quando mi fu affidato l’incarico di commissario, dichiarai che il mio era un incarico a termine, che si sarebbe concluso senza ipotesi di prosieguo con l’elezione del nuovo Consiglio Direttivo.  In questo arco di tempo ho cercato di ridisegnare la fisionomia dell’ U. T. E.,  proponendo  idee e, fin dove possibile, volti nuovi.  Mi sono immerso tra i soci promuovendo il senso di uguaglianza e di rispetto reciproco. Libero da preconcetti ho operato nell’interesse dell’Associazione, evitandone la chiusura, valorizzandola  e predisponendola ad una democratica  conduzione per il prossimo triennio, secondo quelle che sono state le vostre scelte elettorali.  Molti degli obiettivi prefissati lo scorso anno sono stati realizzati, i rimanenti, se condivisi, insieme ai nuovi, verranno perseguiti del nuovo Consiglio Direttivo”.

Giovanni Addabbo, tra l’altro socio fondatore, ha quindi confermato la sua collaborazione e ringraziato i suoi compagni di viaggio”.

La nomina del Presidente e l’assegnazione delle cariche sociali sono avvenute il 12 marzo seguendo il seguente criterio: alla carica di Presidente accedevano i maggiori suffragati distanziati da un massimo di 10 preferenze, un range superiore destinava la carica al primo degli eletti.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.