Martedì 07 Luglio 2020
   
Text Size

CONCERTO CAPODANNO AD ALTISSIMA EMOZIONE -foto-video

banda-falcicchio-pp

concerto-manifestoSi è tenuto sabato, 01 gennaio 2011, alle ore 19, presso il nostro Teatro Comunale Rossini, il consueto Concerto di Capodanno, appuntamento nell’ambito del calendario di “Al tempo di una nuova luce”, iniziative organizzate dall’Assessorato alla Cultura, con la collaborazione dell’avv. Lucio Romano.concerto-capodanno-banda

Il concerto ha visto come protagonista la banda “Paolo Falcicchio” di Gioia del Colle diretta dal maestro Jorge Egea, e accompagnata dal Coro dell’Università della Terza Età, del medesimo Comune, guidato dal maestro Francesco Lorusso.

Una serata dedicata alla Musica di Giuseppe Verdi in occasione dei 150 anni dell’Unità del nostro Paese, unità tutt’oggi da difendere.

concerto-di-capodanno

Si parte con l’intensa e giovanile opera lirica Macbeth il cui libretto, firmato da Piave, è tratto dall’altrettanto intenso dramma shakespeariano. Si passa attraverso la fascinosa Ernani”, tratta dall’omonimo e complesso dramma di Victor Hugo, della quale viene eseguita la famosa area “Come concerto-palchi-gremitirugiada al cespite”; passiamo attraverso la trilogia popolare formata da Rigoletto” seguito da altri due capolavori assoluti: “Il trovatore” e “La traviata”.

Di grande bellezza melodica l’opera lirica Rigoletto, la cui trama, tratta anch’essa da una pièce di Victor Hugo, “Le roi s’amuse”, ha al centro il personaggio del Buffone di Corte, risultando del tutto innovativa. Bella la sintonia fra banda e coro nell’esecuzione de Il trovatore – definita l’opera con concerto-presentazione-maesla quale Verdi toccò le corde del cuore del grande pubblico – durante l’atto II intitolato “La gitana”, che narra la sua vendetta.

La Traviata, il cui libretto è tratto da “La signora delle camelie” di Alexander Dumas, canta la passione amorosa di una cortigiana nei confronti di un giovane di buona famiglia, data all’uditorio in tutta la sua più sublime bellezza.concerto-saluti-maestro

Si arriva, in conclusione, ad una delle pagine più belle ed eccelse della musica di ogni tempo, con l’opera lirica Nabucco, definita, in linea con il tema dell’Unità, l’opera più risorgimentale di Verdi; in quanto gli italiani dell’epoca riconoscevano la loro condizione politica in quella degli ebrei soggetti al dominio babilonese.concerto-pubblico-platea

L’emozione, dopo l’alto momento sinfonico, tocca vette altissime, mentre il coro intona il famosissimo coro “Va’ pensiero, sull’ali dorate”. Emozione che solo la musica classica è capace di rendere al suo pubblico!

Il concerto si conclude con un fuori programma dato dalla marcia di Radetzky, esplicita richiesta del Sindaco, il dott. Piero Longo, che nel suo discorso incipitario ha augurato alla cittadinanza gioiese un Buon Anno 2011.

Ringraziamo Mario Di Giuseppe per aver contribuito mettendo a disposizione le sue foto inserite nella gallery.

Commenti  

 
#2 Luigi 2011-01-03 20:48
un altro poco e crollava il palco ahaha
 
 
#1 VALENTINO 2011-01-03 18:48
Per la trasparenza delle attività d'iniziativa Comunale inviterei il Sindaco rendere pubblico il costo della manifestazione del concerto di Capodanno!
Grazie.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.