Domenica 23 Febbraio 2020
   
Text Size

PRESEPE VIVENTE E CORALI S. CUORE, UN SUCCESSO -foto-video

presepe-vivente

presepe-attesa-ingressoTre serate gelide ma davvero una “calda” affluenza ed ancor più calorosi consensi per l’edizione 2010 del Presepe vivente organizzato presso la Distilleria Cassano nei giorni 27, 28 e 29 dicembre dai ragazzi delle parrocchie gioiesi coordinati da Marica Girardi e dal suo staff.

Grazie ad una logistica rivelatasi sin dall’inizio vincente, nonostante la distanza dal centro abitato, la manifestazione si è svolta nel migliore dei modi, senza il cruccio di arrecare disagio a coloro che abitano nel centro storico, luogo alquanto suggestivo ma ben più disagevole per i erode-presepefiguranti, costretti all’addiaccio e ad una convivenza non sempre serena con i residenti.

Grazie al servizio bus navetta, che però pare abbia “funzionato” solo fino alle 21, lasciando “a piedi” più di un utente, ed alla disponibilità di un vasto parcheggio, i visitatori sono affluiti in gran numero, tanto da giustificare attese di più di un’ora nella fascia centrale (dalle 19 alle 20) all’apertsan-francesco-presepeo, e circa venti minuti all’ingresso.

Praticamente è stata utilizzata l’intera struttura per allestire le varie scene, presentate da guide dotate di microfono e voci registrate, inserendo nello stesso luogo più momenti.

Nel percorso si incontrano Abramo, Geremia, Mosè e vari personaggi biblici, alcuni “silenti” ma molto espressivi, altri “recitanti”. Molto cmaria-teresa-di-calcuttaurati i costumi e le scenografie, teli dipinti, colonnati e candelabri, arredi d’epoca e le luci, minore la resa dei microfoni e delle voci registrate, essendo complessa l’amplificazione in luoghi così ampi.

Oltre alle rivisitazioni d’obbligo: San Giuseppe prima dormiente e poi armato di bastone, l'annunciazione, Erode con la sua corte, i re Magi, la natività (con un dolcissimo e tranquillo Gesù Bambino “in carne, ossa e pannolino”), sono comparsi San Paolo, Madre Teresa di Calcutta ed i suoi poveri, San Filippo (penalizzato dalla vicinanza di un festoso e vociante visita-mons.-cacuccimercato, al di là di una tenda) e San Francesco (molto suggestivo ed emozionante il suo monologo).

Chiude il percorso una proiezione di Giovanni Paolo II con il suo invito a non aver paura.

Nell’insieme una manifestazione che è riuscita ad emozionare, con punte di intensità recitativa, molta cura dei particolari e tanto entusiasmo, “benedetta” al suo esordio dalla visita del vescovo Monsignor Cacucci, da don Tonino Posa e da una nutrita rappresentanza presepe_buffet-presepedell’amministrazione comunale, sindaco Piero Longo in testa, ai quali è stato riservato un buffet affidato alle cure di Alfonso Turra, cui non ha partecipato lo staff organizzativo, che però ha dovuto provvedere a “gettar via la spazzatura” lasciata all’ingresso a fine buffet.

Tra gli “attori” ed i personaggi in scena, ragazzi provenienti da quasi tutte le parrocchie gioiesi, peccato non fossero presenti  i figuranti della Parrocchia di San Vito che pur si è distinta nel corteo storico di Reone di Guarnita.di giugno.jubilate_cori-sacro-cuore

Infine un rimando ad una delle manifestazioni “più gettonate” della rassegna “Al tempo della nuova luce”, segnalata per successo di “pubblico e di critica”, ovvero Canti Concerto per sole voci Coro “Jubilate Deo” presso la Chiesa del Sacro Cuore, concerto in cui si sono esibiti i piccoli cantori di Anna Maria Longo.

Per rendere loro onore e meritata visibilità, in coda alle foto del presepe, come sempre testimonianza “visiva” di eccezionale impatto emotivo a firma di Mario Di Giuseppe, anche i cantori del Sacro Cuore.

Commenti  

 
#31 TEO 84 2012-12-06 16:28
W MIRKO SIMONEEEEEEEEEEEEEEEEE
 
 
#30 anonimo 2011-08-09 15:58
ultimo commento non esiste i traditori non avranno mai pace il loro ego la loro mania di protagonismo sara sempre abbattuta da noi perche noi siamo tanti e vogliamo protestare e dire sempre la verita cosa che questi signori non amano ma gli piace nascondere
 
 
#29 Chiara Loliva 2011-01-31 21:29
Vedo che l'ultimo commento è datato 27 gennaio e quindi credo di essere proprio l'ultima a chiudere questa chilometrica fila di considerazioni. Perchè scrivo? Non so neanche se qualcuno leggerà essendosi ormai sedata la bufera di polemiche imperversata immediatamente dopo l'evento! Eppure vorrei trasmettere ai 28 commentatori e anche a chiunque altro possa leggere ancora, le mie personali emozioni. Ho partecipato al presepe per la prima volta come responsabile del servizio d'ordine (ero la strega che, ahimè, mio malgrado, bloccava all'ingresso i visitatori che eccedevano il numero limite consentito per ogni gruppo). Posso dire che, indipendentemente dal risultato, è stata un'esperienza unica. Attraverso il gelo sofferto in quei tre giorni e gli attacchi della gente che tutto sommato mi sembravano anche giustificati dalle lunghe ore di attesa e dal freddo, mi è sembrato di essere più vicina al Bambinello che si è fatto carne per venire ad abitare in mezzo a noi proprio al freddo e al gelo. Ciò che intendo dire è che se riuscissimo a recuperare la vera centralità dell'evento che ha condotto, ne sono sicura, tutti noi (anche i detrattori più incalliti) alla distilleria Cassano dando la forza di sostenere tutto ciò che ne è scaturito probabilmente riusciremmo a trasmetterci le nostre impressioni in un clima più sereno e disteso. Perciò non ritengo sia un errore continuare a riproporre ogni anno la rievocazione di un evento che dopo duemila anni ancora riesce a scatenare discussioni così accese, è davvero segno che noi non crediamo in un Dio dei morti, ma dei vivi ancora presente in mezzo a noi!!!
Grazie, quindi, a don Tonino, Marica, Marilù e gli altri componenti della comunità parrocchiale della Chiesa Madre di cui purtroppo non conosco i nomi per aver permesso anche a noi delle altre parrocchie di partecipare a questa iniziativa. Mi auguro che anche quest'anno si ripeta con la collaborazione e disponibilità di tutti nel cercare di valorizzare al meglio l'evento storico che ha cambiato il destino dell'umanità.
Un caro saluto a tutti.
 
 
#28 anna 2011-01-27 14:22
Siamooo stati bravissimi!!!!mi sn divertita tantissimo,lasciate perdere le critiche e 1 grandissimo bacione a Marica e Marilù. :D
 
 
#27 alessandro bove 2011-01-19 00:13
io penso che le ragazze abbiano solo reagito ad una accusa personale.Le critiche, a mio parere, non erano tanto generali sul presepe, quanto mirate a loro che sono solo parte dell'organizzazione! per cui è normale che vi sia stata una reazione negativa in seguito alle insistenti e inutili provocazioni, che seguivano le iniziali spiegazioni tranquille e positive. è stato in ogni caso trascurato il vero significato di questo evento, ossia la collaborazione interparrocchiale, che di certo non sarà stata di poca fatica! per cui, per quanto possa essere disprezzata la riuscita e la bellezza del presepe, bisogna cmq ammirare l'impegno e lo sforzo che TUTTI i giovani delle parrocchie (comprese marica e marilu) hanno fatto! Bravi a tutti quanti! voi giovani dovreste essere di esempio!
 
 
#26 Antonella Serra 2011-01-16 22:05
Ho segnalato all'amministrazione tutti i commenti qui presenti, nella speranza che fossero cancellati, in quanto credo non idonei o pertinenti neanche all'articolo qui presente. Invito le ragazze a "discutere" in altri luoghi e magari in maniera privata, data la personalità della situazione. :-|
 
 
#25 La Redazione 2011-01-16 20:28
Il problema, come sempre, non è il regolamento, cioè la sua osservanza o meno, quanto la capacità degli interlocutori di trasformare semplici interventi critici in dialoghi costruttivi. Di solito i giovani additano gli adulti di non essere capaci di mettere in atto questa pratica, in questa circostanza si riscontra esattamente il contrario. Comunque sia, il regolamento a cui si fa riferimento è piuttosto restrittivo e sarebbe davvero straordinario se tutti riuscissimo a rispettarlo in toto. Purtroppo ciò non sempre accade, o quasi mai. Per cui si è deciso come redazione di "soprassedere" su determinate clausole fermo restando il rispetto, da cui nessuno può prescindere, delle persone, siano esse direttamente coinvolte, che semplici lettori. In quanto ai contenuti e ai successivi sviluppi del dialogo, sta agli stessi interlocutori-attori renderlo sempre più interessante e meno personale, se non addirittura sterile e puerile. Contenuti ed azioni che chiunque può recepire e farsene un'opinione, libera però da qualsiasi condizionamento, anche redazionale.
In questi casi ci affidiamo al semplice buonsenso che dovrebbe risiedere in tutti noi.
Buona serata a tutti.
 
 
#24 ciao 2011-01-16 19:46
ma la redazione che fa? ho letto il regolamento e in questa discussione è stato infranto un bel pò!
 
 
#23 Marica 2011-01-16 19:29
Liberissima di non venire a vederlo la prossima volta. Nessuno ti punta la pistola alla testa, ripeto. Non fai torto a nessuno se non vieni, anzi, eviti pure di perdere tempo a scrivere commenti e magari lo impieghi per fare qualcos'altro. Io non porto rancore, figuriamoci. E' normale che a non tutti può piacere, e figurati se può piacere a qualcuno che magari si è sentito tirato fuori perché nessuno l'ha pregato di partecipare. Si prega Dio, non l'uomo. Cordiali saluti senza rancore! :-)
 
 
#22 spartaco82 2011-01-15 21:17
ma di carente cè tt, cara Marica....cm farai???staremo proprio a vedere!!! Boooooooooooooooooooo
 
 
#21 Marica 2011-01-15 20:37
Mamma mia! Dalle critiche che sto leggendo mi sembra che sia una blasfemia fare il Presepe Vivente! Calmiamoci un po' tutti e ragioniamo. Dunque, caro Spartaco82, penso che delle piccole mancanze è normale che ci siano in tutte le manifestazioni, e specialmente con chi è alle prime armi. Io personalmente è la prima volta che faccio parte dello staff organizzativo e, al di là di tutto, possono ritenenermi soddisfatta del lavoro svolto per due motivi: l'interparrocchialità c'è ed è possibile. Basta solo volerla; la stragrande maggioranza delle persone che ho sentito parlare sul Presepe Vivente casualmente (nel senso che non sono andata a fare sondaggi, ma ascoltandole nei negozi o dal medico) hanno tutti espresso un parere positivo e favorevole.
Tu dici che è meglio ritirarci perché non è per noi e che la maggior parte dei figuranti era composta tutta da bambini. Allora, io non mi ritiro, anzi, quest'anno ci riorganizzeremo e cercheremo di fare il nostro meglio nel curare alcuni apsetti carenti. Non mi ritiro (parlo per me) perché io credo in quello che faccio, credo che Dio ci ha aiutati tantissimo dandoci la forza di mettere in piedi l'evento, credo nel messaggio che il presepe trasmette. La partecipazione attiva dei bambini è un'ennesima soddisfazione, perché penso che i primi destinatari sono loro, dato che oggi educare i figli alla fede non rientra neanche più tra gli optional.
Discorso guide: sicuramente ognuno ha i propri gusti e può protendere verso di loro. Ma dire che quella guida X mi è piaciuta di più, mentre quell'altra Y faceva piangere mi sembra una grossa contraddizione che stride fortemente con il risultato a vostro parere deludente del presepe: se in generale il presepe faceva "schifo" significa che anche la guida "migliore" non è da meno, perché non è riuscita a coprire il "flop" (ipotetico).
Quest'anno il Presepe si farà di nuovo. Tu e chiunque altro sia del tuo stesso avviso è liberissimo di partecipare o meno. Non ho mai pregato nessun essere umano e non inizierò adesso a farlo. Io non mi arrendo.
 
 
#20 spartaco82 2011-01-15 20:23
Vedo ke parlate al femminile e da qui si deduce ke avete capito anke ki siamo.Cmq la figura pessima la state continuando a fare voi......ankora nn volete ammettere ke è stato solo un "FLOP"!!!!!
 
 
#19 Antonio N. 2011-01-15 20:17
come ve la prendete in fretta... vuol dire che è vera la cosa!
 
 
#18 echisenefrega 2011-01-15 17:19
e basta con queste sterile dietrologie!!
E' bastata una semplice critica all'organizzazione del presepe per scatenare una caterva di polemiche.
 
 
#17 Marilù Vittore 2011-01-15 16:09
La questione è che in realtà non state dicendo niente! E poi vi ho invitate a venire a parlarne direttamente con me, ma non ne siete capaci! Per cui o dite che cosa non vi è piaciuto, oppure state zitte che fate una miglior figura!
 
 
#16 spartaco82 2011-01-15 15:02
cmq signorina Marilù Vittore moderiamo i termini....noi abbiamo sl espresso le nostre opinioni essendo in un paese democratico!!! cmq se ti stai riscaldando sembra inafatti ke qll ke stiamo dicendo sembra essere esclusivamente realtà.......
 
 
#15 Gioia da vivere 2011-01-15 10:09
Il presepe comprendeva giovani di tutte le età, ma soprattutto molti bambini che credo siano i più coinvolti dall'atmosfera del Natale. E poi mi chiedo dove stia scritto che il presepe vivente, per definizione, debba esser fatto solo da giovani!
Come al solito le critiche sono tante, ma quelle su cui poter ragionare per migliorare son davvero poche; infatti in nessun commento negativo che ho letto è stato scritto il motivo reale per cui il presepe non è piaciuto.Forse si tratta solo di risentimenti per cose di cui nè i lettori, nè i visitatori del presepe possono e vogliono essere a conoscenza!
 
 
#14 Marilù Vittore 2011-01-14 12:25
Se vi ha fatto tanto schifo il presepe venitemelo a dire in faccia!!! avete paura di dire chi siate? Mi fate schifo voi!! non avete neanche compreso il senso del presepe!!! Dimostrare che può e deve esserci collaborazione tra le varie parrocchie. Se siete tanto bravi a criticare, venite da noi e diteci cosa non vi è piaciuto, precisamente però, così magari l'anno prossimo vi chiamiamo e ci aiutate, tanto sareste di sicuro più Brave!!!
 
 
#13 spartaco82 2011-01-12 11:43
rispondendo ad Elena milano: "Ma i giovani dv stavano????". ma se la fasca d'età maggiore era di 7/8 anni.....e qst me lo kiami presepe vivente????
Cmq le scorse edizioni a mio parere sn state le migliori in assoluto, poke erano le persone ke lavoravano realmente(dalle 4 alle 5 unità) e molte qll ke invece comparivano negli opuscoletti senza aver fatto nulla...qll erano bei tempi!!! Vi consiglio vivamente di lasciare perdere e mi associo al commento lasciato da "Anonimo". Nota ankora + dolente e ke cmq faceva proprio piangere erano le guide, sl una forse si salvava in mezzo al gruppo ed era la signora Marisa ke cn qll semplicità sapeva accattivare il gruppo.......LASCIATE PERDERE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!NN E' X VOI!!!!!!!
 
 
#12 elena milano 2011-01-09 17:55
per due anni è stato detto e ridetto che era un dispiacere non avere più il presepe vivente a gioia del colle. perchè adesso non esaltare il ritorno di questo evento?? e sopratutto perchè non esaltare finalmente noi giovani che nella nostra più totale inesperienza abbiamo realizzato un presepe vivente che non ha nulla da invidiare alle precedenti edizioni? certo, non era tutto perfetto... e direi che è normale che sia così!!! però la grande affluenza ha confermato a mio parere il successo dei giovani di gioia. e l'anno prossimo faremo ancora meglio perchè abbiamo capito dove abbiamo sbagliato. chiederei all'anonimo però di specificare nel suo commento cosa del presepe non è piaciuto. perchè dire che è un flop è facile, ma non ha specificato in cosa non siamo stati perfetti. a questo punto mi viene da pensare che il suo sia un semplice pregiudizio... cmq la chiesa madre ha una casalla di posta dove l'anonimo potrebbe inviare le sue critiche ed eventualmente proporsi come organizzatore per l'anno prossimo. un mano in più non fa mai male. infine anche io vorrei fare i complimenti a gianfranco specchia per la semplicità delle parole che ha usato e perchè a mio avviso è stata la guida che più ha centrato il messaggio che si voleva trasmettere. comunque io ringrazio le organizzatrici M&M per aver creduto nei giovani. se l'impresa è riuscita, è merito anche della fiducia che loro hanno riposto in noi. brave
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.