UEFFILO JAZZ CHIUDE CON L’EVENTO GIANLUCA GUIDI

10_08_25_Gianluca_Guidi_x_2

ueffilo1011_gianlucaguidi340Il 2010 del Ueffilo Jazz Club (Via Donato Boscia 21, Gioia del Colle), sempre in collaborazione con Jazzitalia e con la direzione artistica di Marco Losavio e Alceste Ayroldi, si chiude con un evento veramente unico: lunedì 27 dicembre (ingresso ore 20.00) lo stage vedrà impegnato il crooner Gianluca Guidi accompagnato da quattro autentici fuoriclasse del jazz internazionale: Riccardo Biseo al pianoforte, Daniele Scannapieco ai sassofoni, Tommaso Scannapieco al contrabbasso e Amedeo Ariano alla batteria.

Il quintetto presenterà “I’m Old Fashioned” l’ultimo disco di Gianluca Guidi. Tredici sono i pezzi registrati tra maggio e settembre e che compongono il primo cd di standard jazz di Guidi.
Nel suo nuovo cd spiccano brani come “That Old Feeling”, reso celebre da The Voice Sinatra, “I’ve grown accustomed to her face”, cantato da Rex Harrison nella pluripremiato film “My Fair Lady” o “I’m old fashioned”, canzone che dà il titolo all’album, interpretata a ritmo di danza da Fred Astaire e Rita Hayworh. Ma forse il pezzo cui Guidi tiene di più è il medley dedicato a Dean Martin, attore e cantante che come lui amava lo swing, che tesse le note di “Everybody Loves Somebody Sometimes”, “Just in Time” e “You’re Nobody ‘til Somebedy Loves You”.

Gianluca Guidi è un cantante, attore e regista italiano. È il figlio di Lauretta Masiero e di Giorgio Guidi, in arte Johnny Dorelli. Nel 1989 e 1990 ha partecipato al Festival di Sanremo, nella sezione Nuove proposte. Esordisce in teatro nel 1992 nella commedia musicale “Parole d'amore parole” con Nino Manfredi. In “Gigi” è Gaston de Lachailles, accanto ad Ernesto Calindri. A Roma è in scena in un one-man-show, “Chiacchierata informale”, con la regia di Ennio Coltorti e la produzione di Gigi Proietti. Nel 1998 è produttore musicale della versione italiana del musical “My 41H6B0yullL._SL500_AA300_fair lady” di Lerner e Loews. Dal 1998 al 2000 è Vernon Gersch in “Stanno suonando la nostra canzone”, regia di Gigi Proietti, raggiungendo le 280 repliche. Per la televisione negli stessi anni è l’Ispettore Giuliani nella fortunata serie televisiva “Linda e il Brigadiere” accanto a Nino Manfredi.Nel 2001 cura la regia e produce “Serial killer per signora” di Douglas J. Cohen; per questo musical riceve il premio IMTA per miglior regia e miglior produzione di musical. Dal 2002 al 2004 produce “Promesse promesse”, la commedia di Neil Simon e Burt Bacharach, di cui cura la regia con il padre. Guidi ne interpreta anche il protagonista C. C. Baxter.

Suoi recenti grandi successi sono gli spettacoli teatrali “The Producers” (versione italiana del famoso musical di Mel Brooks) insieme ad Enzo Iacchetti, e “E sottolineo se, ovvero la resistibile ascesa di Gianluca G”. Partecipa assiduamente, nelle vesti di ospite, al programma radiofonico “Viva Radio 2”, condotto da Rosario Fiorello e Marco Baldini.

Si chiama “I’m Old Fashioned” l’ultimo disco dell’artista Gianluca Guidi. Tredici sono i pezzi registrati tra maggio e settembre e che compongono il primo cd di standard jazz di Guidi.

Nel suo nuovo cd spiccano brani come “That Old Feeling”, reso celebre da The Voice Sinatra, “I’ve grown accustomed to her face”, cantato da Rex Harrison nella pluripremiato film “My Fair Lady” o “I’m old fashioned”, canzone che dà il titolo all’album, interpretata a ritmo di danza da Fred Astaire e Rita Hayworh. Ma forse il pezzo cui Guidi tiene di più è il medley dedicato a Dean Martin, attore e cantante che come lui amava lo swing, che tesse le note di “Everybody Loves Somebody Sometimes”, “Just in Time” e “You’re Nobody ‘til Somebedy Loves You”.