COINVOLGENTE “MARCIA DI BABBO NATALE” -foto-

marcia-babbo-natale-pp

marcia-fasi-inizialiDomenica, 19 dicembre 2010, è andata in scena la 3a Edizione della “Marcia di Babbo Natale” dedicata al nostro Carlo Maria Tangorra. Anche quest’anno a farla da padrone e a condizionarne la buona riuscita è stata l’inclemenza del tempo. Ma nonostante il freddo intenso, alle prime luci dell’alba il termometro segnava +1 per poi stabilizzarsi sui +4/5 gradi, il vento, il cielo coperto, che minacciava anche l’approssimarsi di precipitazioni miste a nevischio, e il pessimismo che iniziava a serpeggiare tra gli organizzatori, già all’opera fin dalla primissima mattinata, tutto si è svolto secondo quanto previsto dal programma.

gioia-soccorsoE ciò grazie all’abnegazione e all’operosità dei soci dell’UNVS (Unione Nazionale Veterani dello Sport) sede di Gioia del Colle, alla indispensabile e puntuale collaborazione dei venti volontari della Pubblica Assistenza Gioia Soccorso, dell’A.So.Tu.Dis e della Croce Rossa, alla presenza dei Mini Vigili inviati dalla Scuola Media Losapio, ai numerosi Vigili Urbani coordinati dal Comandante Filippo Ferrante, oltre che di un sostanzioso gruppo di sorveglianti in rappresentanza della Virgo Fidelis.

spettatori-marciaCollaborazione che ha permesso di mettere in sicurezza l’intero anello cittadino, che circonda il centro storico, che di lì a poco avrebbe visto transitare gli atleti Amatori, e in seconda battuta il gruppo dei dilettanti, iscrittisi alla manifestazione.

Una organizzazione curata nei mini dettagli che avrebbe meritato ben altra attenzione e partecipazione, sia da parte delle istitpartecipanti-babbo-nataleuzioni, delle società sportive, delle scuole, di cui si è notata una pressoché totale assenza, che da parte della cittadinanza, probabilmente distratta da altre concomitanti manifestazioni, sia sportive che religiose, o forse dissuasa dal partecipare a causa delle avverse condizioni atmosferiche. Peccato, perché, nonostante il freddo pungente, è stata davvero una bella edizione, una festa nella festa.

Tutti i partecipanti, pur impegnandosi nel loro sforzo sportivo, si sono comunque divertiti dall’inizio alla fine, dai più piccoli ai più grandi, dai parenti al seguito, ai tanti cittadini che osservavano con sempre più attenzione e coinvolgimento lo smarcia-tutti-in-piazzavolgersi della manifestazione, magari rimpiangendo la decisione presa di non partecipare attivamente.

Tutti i concorrenti, indossando il classico vestito di “babbo natale”, donato dagli organizzatori all’atto della registrazione, hanno ravvivato con il loro continuo viavai Piazza Plebiscito, addobbata, per l’occasione, con numerosi palloncini rosso fuoco, con cui i più piccoli hanno giocato fin dall’arrivo. Una manifestazione che piano, piano ha coinvolto i partecipanti, e in cui tutti hanno fatto la loro parte con professionalità mista a divertimento.

vincitore-marciaUn giusto mix che ha regalato a tutti i presenti emozioni e divertimento. Anche nei concorrenti, a partire dagli amatori in cui il vincitore, Angelillo Donato, non si è reso conto di aver fatto un giro in più rispetto ai 6 previsti. Una gara nella padre-e-figliogara è stata la sfida avvenuta nella famiglia Cirillo, di Taranto, tra padre, cinquantenne, e figlio, poco più che ventenne, in cui esce vincitore il meno giovane fra i due, ma solo anagraficamente.

coppia-bersaglieriPer non parlare della “bersagliera”, al secolo Valdenaire Francoise, e del suo partner, Diacono Gaetano, sempre presenti fin dalla prima edizione, vestiti con la tradizionale tenuta ginnica dei bersaglieri, cappello piumato compreso. Una gara in cui dopo sei giri, pari a quasi 7 km, il secondo (Galatola) e terzo (Raimondi) arrivati giungono sul traguardo appaiati e classificati ex equo al secondo posto.partenza-dilettanti

E i dilettanti non sono stati da meno. Anche loro hanno emozionato e divertito il pubblico che assisteva, sempre più numeroso, alla loro “esibizione”. Da sottolineare che i più giovani, partiti tutti di gran carriera, si sono “spenti” lentamente nel corso dei due giri previsti per loro, a parte il netto vincitore, un dodicenne magrebino dal notevole potenziale sportivo, una sicura promessa dell’atletica, se seguito adeguatamente.ballo-di-gruppo

Presenti anche alcune ballerine che in precedenza si erano esibite in coinvolgenti balli caraibici organizzati dai maestri della scuola di liscio Harmony Liscio, con sede in Gioia del Colle e i componenti l’associazione A.So.Tu.Dis, presidente in testa, Pavone Nicoletta, che hanno comunque voluto cimentarsi in questa gara.

Per non parlare della partecipazione dei più piccoli, tenuti sotto continuo controllo, o in alcuni casi seguiti passo, passo, nel loro sforzo mini-vigilida mamma o papà.

Un dinamico ed allegro serpentone che ha ravvivato e riscaldato le fredde e grigie strade cittadine tenute sotto controllo dai mini vigili della scuola Losapio e dai volontari di Gioia Soccorso, presenti anche con due ambulanze, una vettura medica e un mezzo antincendio, che provvedevano, tramite continui contatti radio, ad informare gli organizzatori sulla posizione dei singoli atleti partecipanti.

Una sinergia, un connubio percolella-cons.-nazionalefetto che ha limitato al massimo gli inconvenienti o i disagi sia ai gareggianti che agli automobilisti bloccati lo stretto necessario. Una organizzazione perfetta, riconosciuta come tale anche dal comandante dei vigili urbani, dal consigliere nazionale dei Veterani dello Sport, Domenico Coletta, presente fino alla fine della manifestazione, dall’Assessore allo Sport, Francesco Giordano, delegato dal Sindaco Piero Longo perché impegnato per delle premiazioni nella locale piscina “comunale”.

franco-giordano-assessoreL’assessore, considerando la buona riuscita di questa edizione, ha assicurato, per la prossima, un maggiore apporto da parte delle istituzioni nel coinvolgimento di tutte le realtà presenti sul territorio, da quelle sportive, associative sociali e culturali, a quelle scolastiche.

Una organizzazione che non ha trascurato nulla, anche grazie al contributo degli sponsor che hanno creduto in questa iniziativa (Granarolo, Tipografia Suma, Dienne Assistenza, coppe-marciaRistorante Borgo Antico, Concessionaria Fra.Car, Biscottificio Farinella di Putignano, Caseificio Giuseppe Capurso, Vinicola Plantamura, Vinicola Angiuli di Adelfia, Bio Agricola Marchesana, Tecno Casearia, Azienda D’Aprile, Assicurazioni Milano), che ringraziamo a nome dell’associazione Veterani dello Sport gioiese.

Infatti, è grazie a loro che è stato possibile premiare con coppe sia i primi tre classificati della categoria Amatori, che, tra i dilettanti, il più giovane partecipante (Nicolas Colacicco), la più la-piu-piccolagiovane (Clara Fusaro), il meno giovane (Paolo Fagiolino), la meno giovane (Nicoletta Pavone), il gruppo più numeroso (Harmony Liscio), la scuola più numerosa (San Filippo Neri), ma anche regalare a tutti gli iscritti, a fine manifestazione, un pacco dono, un piccolo pensiero natalizio che l’organizzazione riserva ogni anno ai partecipanti, consegna-pacchi-donocome da consuetudine, come ringraziamento per la loro adesione e saluto alla prossima edizione.

Un arrivederci, quindi, al 2011, nella speranza che il movimento possa crescere ulteriormente, così come i pochissimi mezzi tecnici (di fortuna) messi a disposizione degli organizzatori, che non siano una datata cassa acustica ed un solo microfono, con cui ci si è dovuti arrabattare al massimo per portare a casa un ottimo risultato.
Infine, si ringraziano: Mario Di Giuseppe, Nico de Rosa e la Scuola Harmony Liscio, per aver messo a disposizione della redazione i loro scatti inseriti nella fotogallery.