Gioiella accoglie studenti LUM: la chiave del successo di un'azienda

incontro lum-gioiella. la chiave del successo

incontro lum-gioiella. la chiave del successo Il 22 e 23 dicembre, a conclusione del corso di Economia Aziendale e di Business Administration dell’Università LUM Giuseppe Degennaro di Casamassima, gli studenti, accompagnati rispettivamente dal Prof. Arcangelo Marrone hanno visitato la sede di Gioiella, fiore all'occhiello della produzione lattiero-casearia e orgoglio di Gioia in tutto il mondo. Le due visite, in particolare, hanno permesso agli studenti di toccare con mano quanto appreso sui libri e durante le lezioni, rispondendo a una domanda fondamentale: qual è la chiave del successo, anche a livello internazionale, di un'azienda e cosa le permette di crescere?

Domanda più che calzante nel caso di Gioiella, per cui tutto è iniziato dincontro lum-gioiella. la chiave del successoa una "semplice" bicicletta nel 1942, con i fratelli Francesco e Sebastiano Capurso, il cui impegno ha trasformato una piccola bottega in un produttore di eccellenza, in un'azienda con più di 260 dipendenti. Questo il focus dell'intervento del dott. Sebastiano Brandonisio, in qualità di rappresentante della prossima generazione chiamata a gestire l'azienda e anche di ex studente della LUM, nel corso delle presentazioni che hanno seguito le visite. Brandonisio ha illustrato la crescita dell'azienda negli anni, resa possibile da due principali fattori: l'incontro tra tradizione e innovazione e la scelta di partner importanti che riescano a favorire la diffusione dei prodotti e della qualità del marchio Gioiella. Infatti, nel corso della visita, i ragazzi hanno avuto modo di apprezzare come le macchine rendano certamente più veloce ed efficiente una produzione destinata anche ai mercati internazionali, ma che la manualità, come da tradizione, rimane insostituibile e assolutamente centrale.

Ad aprire la presentazione è stato il prof. Marrone, che ha ringraziato la famiglia Brandonisio-Capurso, esempio perfetto del connubio tra azienda di erogazione e azienda di produzione, perché tutto è nato proprio di lì, da una famiglia che ha scelto di investiincontro lum-gioiella. la chiave del successore e crescere e non ha nascosto la sua emozione rispetto alla grande possibilità formativa offerta ai ragazzi. Altrettanto emozionante è stato l'intervento del dott. Andrea Brandonisio, CEO dell'azienda, che ha dato una risposta fondamentale alla domanda posta precedentemente: la chiave del successo è la passione. Un fattore determinante non solo nell'ambito lavorativo, ma anche nelle relazioni e nella vita quotidiana. Ha seguito questa scia anche il dott. Antonio Notarnicola, CFO dell'azienda, che ha visto in questa esperienza uno scambio tra la LUM e Gioiella, uno scambio di formazione e informazione, che ha visto protagonisti dei giovani ragazzi, esattamente come Federica e Carmen Capurso e Sebastiano Brandonisio, la terza generazione della famiglia che presto sarà alla guida di Gioiella.

incontro lum-gioiella. la chiave del successo