Venerdì 24 Settembre 2021
   
Text Size

Anche a Gioia la raccolta firme per l’abolizione della caccia

abolizione-caccia

cropped-LOGOBUONO-1-1 "Il 1° luglio 2021 è partita la raccolta firme a sostegno della proposta di referendum avanzata dal “Comitato Si Aboliamo la Caccia”.

L’obiettivo è quello di raggiungere 500.000 firme entro il 27 Settembre 2021, al fine di poter richiedere un referendum che abroghi la caccia su tutto il territorio nazionale, attraverso una modifica alla legge 157/92.

È possibile firmare presso l’ufficio elettorale del proprio Comune di residenza e presso uno qualunque dei moltissimi banchetti organizzati, in tutta Italia, dalle migliaia di attivisti e volontari impegnati per la causa.

RACCOLTA FIRME ANCHE A 228086011-4398069263585131-6546833118723758073-n-2GIOIA

La raccolta firme è attiva anche presso l’ufficio elettorale del Comune di Gioia del Colle. A partire da sabato 31 luglio sarà possibile firmare, inoltre, presso i banchetti organizzati in Piazza Plebiscito, ogni sabato e domenica fino al 26 Settembre, dalle ore 18.00 alle ore 21.00.

La caccia non è solo la causa dell’uccisione di milioni di animali innocenti, ma determina, ogni anno, incidenti gravi con morti e feriti anche tra chi non ha nulla a che fare con le doppiette.

Sebbene la caccia sia praticata da meno del 2% della popolazione nazionale, decine di milioni di euro di sussidi pubblici sono destinati, ogni anno, da Regioni e Comuni alle Associazioni di cacciatori e a vantaggio dell’attività venatoria.

La caccia determina, inoltre, l’inevitabile dispersione nell’ambiente di milioni di pallini di piombo e di cartucce di plastica e metallo abbandonate nei boschi e nelle campagne.

La legge dell'11 febbraio del 1992, n.157, preposta alla tutela della fauna selvatica omeoterma, definisce quest’ultima “patrimonio indisponibile dello Stato”1627732753310-me … “tutelata nell’interesse della Comunità nazionale ed internazionale”.

La fauna selvatica, dunque, non costituisce soltanto un tesoro inestimabile di bellezza da preservare e tramandare alla futura generazione, ma è, anche e soprattutto, una ricchezza collettiva sulla cui salute, biodiversità ed equilibrio si fonda anche la salubrità degli ecosistemi; un tassello fondamentale di quel puzzle complesso che è l’ambiente, nel quale e grazie al quale viviamo. Sottrarre tale patrimonio comune alla distruzione perpetrata a fini ludici da un gruppo ristretto di persone è, oggi, un passo avanti necessario lungo il cammino della civiltà e della sicurezza di tutti. Tantissimi big della cultura e dello spettacolo hanno già firmato.

Che aspetti? Per la tutela dell’ambiente, per rispetto di tutti gli esseri viventi e per la salvaguardia della sicurezza pubblica, passa all’azione e firma anche tu a favore della proposta di referendum del “Comitato Si Aboliamo la caccia”."

Comitato Sì Aboliamo la Caccia

Sito Web - www.referendumsiaboliamolacaccia.it - Facebook - https://www.facebook.com/ComitatoSiAboliamolaCaccia - Sede: via Al lavatoio 4/c - Varallo (Vc)

tel.: 3452616174 - 3664656275 - mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

Commenti  

 
#5 Francesco P. 2021-08-07 05:42
Come al solito viene fatta tutta l' erba di un fascio. Personalmente sono contrario a una caccia fatta con irresponsabilità, ma per questo esiste la legge Italiana a disciplinare. Non sono un cacciatore ma non sputo nemmeno nel piatto in cui mangio, la pratica della caccia esiste dalla notte dei tempi.
Piuttosto, fate un referendum sugli allevamenti intensivi, dove quelle povere bestie vengono trattate come "carne da macello". Poi andate al supermercato e vi comprate i cubicu del cavolo.
Il buon cacciatore rispetta l'ambiente e le sue prede.
 
 
#4 Malpensante 2021-08-04 09:05
Vorrei chiedere a Lucia,ma almeno conosce le Bande Armate,non ha importanza il colore;Sarebbe cosa buona giusta informarsi sul significato di alcuni termini,non "spararli" a casaccio giusto per impressionare!,un Cacciatore non spara nel mucchio,ma prende di mira un selvatico per volta,eh sì sono di parte!
 
 
#3 Lucia 2021-08-02 20:16
A Filippo vorrei chiedere se va a caccia di cinghiali... dubito. Credo che invece si dedichi a tordi quaglie e beccacce. La natura sa benissimo come gestirsi e regolarsi non ha bisogno di bande armate.
 
 
#2 Filippo28 2021-07-31 19:00
Se si blocca la caccia, animali come i cinghiali ci mangeranno. Al contrario, bisogna aprire la caccia libera
 
 
#1 Malpensante 2021-07-31 15:50
C'è molta ignoranza in questo appello,e c'è scritto la vostra verità,una verità a uso e consumo di chi la scrive;Giusto un esempio,il referendum proposto non è per l'abolizione dell'Attività Venatoria,ma per l'abrogazione e/o modifica di uno o più articoli della legge citata,la caccia e una attività Ludico sportiva,e come tale è Garantita dalla Costituzione Italiana,e per abolirla in toto,bisognerebbe Cambiare prima la Carta Costituzionale;Inoltre se venisse abolita la Legge,le Leggi che regolamentano questa attività,si creerebbe un Vuoto Legislativo,che si deve colmare,nel frattempo...Libera caccia per tutti,senza norme e controlli,un saluto e in bocca al Lupo,e viva il Lupo!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.